Come far brillare le rubinetterie

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molto spesso capita che nonostante una pulizia le rubinetterie del lavello della cucina o della stanza da bagno, si presentano opacizzate e con una vistosa ed antiestetica patina di calcare. Per rimediare basta però far ricorso ad alcuni prodotti naturali, seguendo quindi delle linee guida specifiche per quanto riguarda il loro uso. In riferimento a ciò, ecco come far brillare le rubinetterie in modo semplice e veloce.

26

Occorrente

  • Aceto bianco
  • Panno di flanella
  • Ovatta
  • Bicarbonato di sodio
  • Succo di limone
  • Cera liquida per parquet
36

Utilizzare l'aceto bianco

Tra i tanti prodotti di uso comune in casa sicuramente c'è l'aceto bianco, ossia una sostanza naturale ideale per eliminare il calcare dalle rubinetterie e nel contempo a renderle lucide. Se tuttavia la presenza della patina biancastra è piuttosto eccessiva, allora non basta soltanto usare l'aceto con una spugna, ma è necessario farla diventare molle, per cui va adottata una tecnica ben precisa che tende a massimizzare il risultato.

46

Coibentare il rubinetto con un panno di flanella

Il panno di flanella deve essere abbastanza grande, in modo da poter ricoprire per intero il rubinetto sia nella parte che eroga l'acqua che sulle manopole per quella calda o fredda. Una volta coibentato il rubinetto con il suddetto panno si versa su di esso l'aceto, in modo che non tracimi e si perda nella vasca del lavello o del lavandino, ma rimanga a contatto con l'acciaio fino a disincrostare completamente tutto il calcare. Trascorsi una quindicina di minuti o più, il panno si può rimuovere e si provvede a lucidare il rubinetto usando dell'ovatta leggermente bagnata in cera liquida e del tipo utilizzato per i parquet in legno. Tra l'altro, il prodotto si rivela ideale per rendere il rubinetto idrorepellente, evitando futuri depositi di calcare. Alla fine con dell'ovatta asciutta si provvede ad eliminare la cera in eccesso, ed a far brillare il rubinetto.

Continua la lettura
56

Utilizzare ovatta e bicarbonato

Quando il calcare si presenta particolarmente spesso e magari ci sono anche delle piccole ma vistose tracce di ruggine sulla parte centrale del rubinetto, per farlo brillare, si può anche usare dell'ovatta mista a bicarbonato di sodio e succo di limone. L'azione detergente e leggermente abrasiva del bicarbonato e quella per antonomasia anticalcare del limone, servono ad ottimizzare il risultato con il minimo sforzo e risparmiando anche un bel po' di soldi, trattandosi di prodotti di uso comune. Inoltre va considerato che con questo sistema, non bisogna usare delle sostanze chimiche nocive alla salute, e che talvolta essendo troppo acidule tendono addirittura a danneggiare il rubinetto, specie se esternamente è ricoperto con una cromatura.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come far brillare il marmorino

Il marmorino è una tecnica di pittura edile che rende le superfici lucide ad effetto marmo. È un rivestimento murale per esterni e interni, a base di un legante minerale, che permette di ottenere una finitura molto simile a quella degli antichi intonaci...
Pulizia della Casa

Come far brillare una moka da caffè

Avete già provato numerosi detergenti per la pulizia diversi tra loro, ma la vostra moka da caffè non è comunque brillante come volete? Se vi trovate in questa situazione, non abbiate nessun timore.Nella seguente pratica e rapida guida che enuncerò...
Pulizia della Casa

Come Rimuovere Le Bruciature Dalle Pentole Senza Danni

Cucinare è bello. Mangiare lo è ancora di più. Ma dopo ci sono i piatti e, soprattutto, le pentole da lavare. Spesso è difficile rimuovere le tracce di cibo bruciacchiato o incrostato dal fondo delle vostre pentole. Nulla può l'olio di gomito. Ecco...
Pulizia della Casa

Come pulire la cappa aspirante della cucina

Le cucine in uso nelle nostre case hanno in genere in dotazione una cappa, posta sopra al piano cottura, che ha la funzione di aspirare fumi e odori prodotti durante la cottura dei cibi. Quando puliamo la cucina, molto spesso ci dimentichiamo della cappa,...
Pulizia della Casa

Come lucidare gli oggetti di cristallo

Gli oggetti di cristallo, con il trascorrere del tempo, cominciano a perdere la loro splendida lucentezza. Naturalmente qualsiasi cosa di cristallo è preziosa e bellissima proprio perché presenta la peculiarità di brillare come i diamanti. Gli oggetti...
Pulizia della Casa

Come pulire una grondaia esterna

Le grondaie esterne presentano dei rilievi in cui si accumula facilmente la polvere, per questo per eseguire una pulizia efficace, è richiesto abbastanza tempo. Fortunatamente la pulizia è semplice e non richiede particolari attrezzature. Con un po...
Pulizia della Casa

Come scrostare le teglie del forno

Organizzare una bella cenetta che renda felici i nostri commensali è sempre un lavoro impegnativo ma alla fine la soddisfazione di avere i nostri ospiti felici è impagabile. La cena però finisce ed arriva il momento di dover lavare la montagna di piatti...
Pulizia della Casa

Come ridare brillantezza ai bicchieri

I bicchieri generalmente contengono ogni genere di bevande e liquori, per cui sono soggetti a macchiarsi e a lasciare degli aloni che se non sempre vanno via a primo lavaggio. Continuando nella lettura di questo interessante articolo attingeremo degli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.