Come evitare macchie sulle posate

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tutti quanti utilizziamo le posate per mangiare, e dopo i pasti siamo soliti lavarle. Ma questo continuo trattamento potrebbe con il tempo rovinare la superfice, lasciando alcune fastidiose macchie, a volte difficili da eliminare in maniera permanente. Le posate, che siano d'argento o d'acciaio inox, con il passare degli anni tendono a perdere la loro lucentezza e a macchiarsi. Questo è dovuto in parte alla quantità di cloro e di calcare presente nell'acqua e al fatto che spesso la lavastoviglie non viene vuotata appena terminato il lavaggio, ma dopo qualche ora. Le posate d'acciaio hanno bisogno di essere lavate manualmente ed asciugate con cura ma, a lungo andare, questo trattamento risulta un po' estenuante e così si finisce con il lavarle in lavastoviglie. Certo servire un pasto delizioso con coltelli e forchette sporchi e con macchie, certamente non fa un bell'effetto. Ma portare la scintilla di nuovo alla vostra argenteria o posateria è facile da fare, con pochi semplici ingredienti per la casa. In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vi daremo delle informazioni utili su come evitare macchie sulle posate. Mettiamoci quindi all'opera e vediamo come risolvere questo piccolo problema.

27

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • 1 foglio di alluminio
  • vassoio
  • panno morbido
  • dentifricio non- gel
  • spazzolino
  • 2 cucchiai di candeggina
  • 2 cucchiai di addolcitore d'acqua in polvere
  • 1 cucchiaio di dentifricio non-gel
  • 2 cucchiai di ammoniaca
  • acqua
  • guanti di gomma
37

Utilizzare il bicarbonato

La prima cosa che potete fare è provare a procedere utilizzando del bicarbonato di sodio, un foglio di alluminio, un vassoio profondo o una ciotola, dell'acqua calda, un panno pulito e morbido.
Prendete il vassoio o la ciotola e foderatelo con il foglio di alluminio, riempitelo con acqua calda e aggiungete un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Nel vassoio mettete le posate e lasciatele ammollo per circa 30 minuti. Sciacquate con acqua fredda, lasciate asciugare naturalmente e, dopo che sono ben asciutte, passatele con un panno morbido e pulito per rimuovere le macchie di acqua.

47

Utilizzare il dentifricio

Se non avete il bicarbonato di sodio potete procedere con il dentifricio: cioè che occorre è del dentifricio non-gel, uno spazzolino da denti morbido, dell'acqua fredda, un panno morbido e pulito. Iniziate inumidendo le posate, applicate il dentifricio non-gel sullo spazzolino da denti morbido e pulite delicatamente le posate. Sciacquate con acqua fredda, lasciate asciugare naturalmente. Una volta asciutte, con un panno morbido e pulito rimuovete per bene le macchie di acqua.

Continua la lettura
57

Utilizzare la candeggina

Se invece non avete il bicarbonato potete procedere con candeggina e ammoniaca: indossate i guanti di gomma per proteggere le mani dai prodotti aggressivi, versate l'acqua calda in un grande contenitore di vetro o plastica, mescolate la candeggina e l'addolcitore per acqua in polvere; aggiungete le posate e lasciatele ammollo dai 30 ai 45 minuti circa; rimuovete le posate e posizionatele in un contenitore pulito, sciacquatele accuratamente per rimuovere i residui di candeggina. In un contenitore di plastica o vetro unite il dentifricio e l'ammoniaca e mescolateli bene; inumidite un panno umido e pulito con il composto e tamponate con il panno sulle posate, sciacquate accuratamente con acqua fredda e lasciate asciugare naturalmente. Con un altro panno morbido e pulito, una volta che le posate sono ben asciutte, eliminate eventuali macchie di acqua. Provate questi rimedi ed otterrete delle posate lucidissime e senza l'ombra di una macchia!
Eliminare le macchie di sporco dalle proprie posate è un lavoro alquanto fastidioso e laborioso che richiede un po' di tempo per essere effettuato, e anche molta pazienza. Ma con i consigli di questa guida e un po' di pazienza potrete portare all'antico splendore le vostre posate, ed utilizzarle magari per qualche pranzo tra amici o parenti. Farete certamente un gran figurone e vi chiederanno consiglio su come avete fatto. Vi auguro quindi buon lavoro.
A presto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzare ammoniaca e candeggina solo se la vostra argenteria o le vostre posate hanno macchie particolarmente ostinate che non vanno via con bicarbonato di sodio o il dentifricio.
  • Proteggersi con guanti di gomma e una mascherina respiratoria, se necessario, quando si lavora con sostanze chimiche. Mantenere il locale ben aerato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lavare le posate di plastica

Se avete delle posate di plastica che intendete lavare, e quindi riutilizzare dopo l'uso quotidiano specie se si tratta di quelle con cui mangia il vostro bebè, potete usare dei prodotti specifici per ottimizzare il risultato. In pratica basta procurarvi...
Pulizia della Casa

Come far brillare le posate

Se vi siete dimenticate di mettere in ammollo le stoviglie della cena e ora vi sembrano molto più ostinate da pulire, oppure semplicemente desiderare far brillare di nuovo le posate in acciaio, sappiate che, seguendo con attenzione i passaggi successivi...
Pulizia della Casa

Come pulire le posate in acciaio

Le posate moderne sono realizzate in acciaio inossidabile, un materiale che resiste nel tempo senza reagire alle condizioni esterne di umidità, oppure di corrosione. Alle volte, può capitare di avere in casa delle vecchie posate d'acciaio normale, non...
Pulizia della Casa

Come pulire le posate ossidate

Se si tiene a fare bella figura durante un pranzo o una cena importante, anche l'estetica della tavola deve essere tenuta in grande considerazione. Anche per ciò che riguarda il grado di pulizia e di brillantezza delle posate. Le classiche in argento...
Pulizia della Casa

Come Pulire Le Posate Di Alpacca

L'alpacca è una particolare lega metallica solitamente denominata "argento tedesco" o "argentone". Questa lega presenta delle ottime caratteristiche di resistenza alla corrosione e, considerando la presenza di nichel, le conferisce un aspetto abbastanza...
Economia Domestica

Come eliminare le macchie dalle posate d’acciaio con i rimedi naturali

Nelle cucine italiane l'acciaio, come ben sappiamo, è il materiale maggiormente impiegato per quanto riguarda stoviglie e utensili per cucina; perciò è nel nostro interesse cercare di mantenerli al meglio, per poterli usare nel migliore dei modi. Quante...
Economia Domestica

5 modi per utilizzare il dentifricio secco

Spesso capita che il tubetto di dentifricio alla fine si secca, e il resto del prodotto non riusciamo più a premerlo sullo spazzolino. Per evitare di buttarlo, possiamo tuttavia sfruttarlo in altri modi, sia per l'igiene intima che per alcuni interventi...
Pulizia della Casa

Consigli per la pulizia e cura delle posate

Se si utilizzano cucchiai e forchette tutti i giorni, non è una sorpresa se dopo un po’ perdono la loro lucentezza. Lo sporco, le impronte delle dita o residui di goccioline d'acqua potrebbero essere la fonte del problema. Ecco alcuni consigli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.