Come evitare la condensa sulle finestre

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L’umidità è la diretta responsabile della condensa sui vetri delle finestre. L’umidità non è altro che particelle d’acqua presenti nell' aria, tali particelle rimangono in stato di vapore fino a quando non variano la loro temperatura. In un ambiente chiuso spesso accade che tali particelle vengono a contatto con superfici che presentano una temperatura inferiore, in questo caso le particelle si condensano e cambiano di stato, formando così la condensa. Tale condensa però risulta particolarmente nociva sia per le strutture (ad esempio, la formazione della muffa) sia per le persone. Di seguito verranno riportati alcuni modi per come poter evitare la condensa sulle finestre.

26

Occorrente

  • Finestre termo isolate e condizionatori.
36

Una possibile soluzione sarebbe quello di evitare brusche variazioni di temperatura tra l’ambiente interno a l’ambiente esterno, in modo tale da evitare il passaggio di stato delle particelle, in particolare sulla superficie delle finestre dove lo sbalzo termico tra la temperatura delle finestre e quello dell’ambiente circostante non dovrebbe essere superiore ai 6 c°. Questa soluzione può essere adottata o con le finestre a doppi vetri, o anche con i vetri termo isolanti che utilizzano materiale isolante che impedisce la formazione della condensa.

46

Un’altra soluzione sarebbe quella di evitare l’aumento di umidità nell’aria. Quando si cucina e si mette a bollire l’acqua, quando si fa la doccia e soprattutto nei mesi invernali, (dove il consumo dell’acqua calda è maggiore rispetto ai mesi caldi), e anche quando si fanno asciugare i panni bagnati in casa, è buona norma cercare di aprire le finestre in modo da favorire il ricambio d’aria, così che si possa diminuire o tanto meno regolarizzare l’umidità presente nell’aria, in questo modo non si dovrebbe creare condensa sui vetri.

Continua la lettura
56

In commercio per ultimo, esistono dei sistemi che assorbono l’umidità dell’ambiente circostante in modo da evitare la formazione di condensa sulle finestre. Sono delle speciali spugne in grado di assorbire e trasformare l’umidità in acqua che poi viene raccolta in un recipiente. Anche i moderni climatizzatori si possono considerare degli strumenti che riducono l’umidità dell’aria e di conseguenza la formazione di condensa sui vetri. Sicuramente quest’ultime soluzioni sono più onerose di quelle presentate in precedenza, ma comunque tutte le soluzioni che sono qui elencate servono ad evitare la formazione di condensa sulle finestre.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare di creare sbalzi termici, o forti ristagni di umidità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come riciclare le vecchie finestre

Dare nuova vita ad una vecchia finestra non è una cosa impossibile. Il riciclo creativo delle cose che non vengono più usate, non è solamente un metodo per risparmiare, ma anche un modo per ridurre sprechi ed inquinamento. Negli ultimi anni, anche...
Economia Domestica

Come riciclare le persiane delle finestre

Sia in campagna che in città, le persiane tengono ancora testa ai vari “sistemi di oscuramento”, realizzati con materiali quali alluminio, plastica e simili. E nonostante l'immissione sul mercato di materiali difficilmente biodegradabili come quelli...
Economia Domestica

Come usare un condizionatore d'aria portatile

Se si ha appena proceduto all'acquisto di un condizionatore portatile, prima di utilizzarlo è opportuno analizzarne a fondo le caratteristiche strutturali, in modo da comprendere come utilizzarlo correttamente, ed ottenere la refrigerazione desiderata....
Economia Domestica

Come usare le tajine

Le tajine sono delle pentole molto particolari provenienti dal lontano Marocco, dalla Tunisia e da molti altri Paesi situati nella parte sud del Mediterraneo. Si tratta di recipienti in ceramica costituiti da un piatto basso di terracotta e da un coperchio...
Economia Domestica

Consigli per il cambio d'aria in casa

È molto importante garantire un corretto e completo cambio d'aria in casa, non solo per aumentare la sensazione di comfort e benessere di chi ci vive. Contribuisce infatti ad evitare la formazione di muffe a causa dell'umidità ristagnante, prodotta...
Economia Domestica

Condizionatori portatili: pro e contro

L'aria condizionata è un mezzo che possiamo considerare fondamentale per il controllo del clima interno. Nello specifico, si tratta di un termine spesso associato al raffreddamento di una struttura. Mantenere la casa o il luogo di lavoro fresco durante...
Economia Domestica

Come pulire i vetri con i fogli di giornale

Avete i vetri delle finestre della vostra casa sporchi e non avete idea come pulirli in modo veloce ma efficace senza perdere molto tempo? La soluzione adatta per voi potrebbe essere quella di usare dei fogli di giornale. La pulizia dei vetri con i fogli...
Economia Domestica

Come allestire un bagno turco in casa

Il bagno turco è un modo antichissimo di rilassarsi e depurare la pelle grazie alle eccezionali qualità del vapore e dell'alta temperatura dell'acqua. Il vapore, unito all'azione dei sali, dei profumi e della luce colorata apporta un benessere generalizzato....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.