Come eliminare le macchie di fuliggine dai capi colorati

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Grandi o piccini, a tutti noi capita spesso di macchiare i vestiti e se, a volte, basta una lavatrice per farli tornare come prima, può succedere che alcune macchie siano più ostinate di altre. Il problema si fa più "serio" se si parla di tessuti colorati, perché si può correre il rischio che, nel tentativo di pulirli, si rovinino per sempre. Il primo passo da fare, a questo punto, è quello di ricorrere agli smacchiatori: se ne trovano molti in commercio, ma non sempre sono efficaci a eliminare tutti i tipi di sporco come, ad esempio le macchie di fuliggine. Vediamo dunque come si può risolvere questo piccolo, ma fastidioso inconveniente.

26

Occorrente

  • comune sapone
  • trementina
  • acido cloridrico
  • sale fino
36

Avvicinandosi al caminetto, per pulirlo o per cucinare, può succedere facilmente che il nostro vestito di macchi di fuliggine e in questo caso bisogna subito cercare di rimuovere lo sporco, perché altrimenti sarà sempre più difficile eliminarlo: questa operazione va fatta con molta attenzione, soprattutto se il tessuto è colorato e, quindi, più delicato. Il primo tentativo da fare è quello "tradizionale": per prima cosa dunque si deve cercare di aspirare il più possibile la fuliggine, poi si tratta con il sapone di Marsiglia e, quindi, si lava il capo come di consueto. Tale trattamento è consigliato per la lana, il cotone e il lino.

46

Un altro metodo per l'eliminazione delle macchie di fuliggine è quello di strofinare subito la zona che si è sporcata con del sale fino usando una spazzola. Dopo questa operazione. Si lava l'abito normalmente con il sapone da bucato e si controlla, dopo che si è asciugato, se effettivamente l'alone è sparito.

Continua la lettura
56

Può succedere però che con questi due metodi la macchia non vada via o, almeno, non sparisca del tutto. Ecco allora che, una volta lavato e asciugato, il vestito va immerso in una soluzione di essenza di trementina, quella che, comunemente, chiamiamo "acqua ragia". A questo punto si risciacqua l'abito molto bene in acqua fredda e si stende ad asciugare.

66

Dopo questo trattamento con la trementina, la macchia dovrebbe essere stata definitivamente eliminata ma, se ancora ne è rimasta qualche traccia, tipo un alone grigio, niente paura: la battaglia con la fuliggine non è ancora persa! Per eliminare gli ultimi residui di sporco, basta strofinare molto delicatamente l'alone con una spugnetta imbevuta di acido cloridrico che, però, deve essere molto diluito. Una volta conclusa l'operazione il vestito va risciacquato di nuovo e, una volta asciugato, vedrete che sarà, finalmente, pulito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire la fuliggine in modo naturale

Il caminetto risulta essere sicuramente molto suggestivo romantico all'interno di un appartamento, inoltre è in grado di donare un particolare fascino antico che permette di dare al salotto di casa un aspetto affascinante ed elegante. Il problema dei...
Pulizia della Casa

Come pulire una caldaia a legna

Una caldaia a legna necessita di pulizia almeno una volta al mese. Questa si può riempire con molta facilità di fuliggine e di pezzi di legno che non sono completamente bruciati, creando un potenziale pericolo di incendio, oltre al riscaldamento inefficiente....
Pulizia della Casa

Come pulire il vetro del camino

I camini sono oggi come in passato, non solo elementi per il riscaldamento della stanza, ma anche parte dell'arredo. Se si possiede un camino con vetro protettivo, questo di sicuro si sporcherà diventando molto scuro a causa del fumo e della fuliggine...
Pulizia della Casa

Come comportarsi dopo un incendio

La guida che andremo a sviluppare nei tre passi che seguiranno a questa breve introduzione, si occuperà di spiegarvi come comportarsi dopo un incendio. Lo sappiamo, le cause che possono far scaturire un incendio domestico sono davvero tante. Basta anche...
Pulizia della Casa

Come pulire il vetro del caminetto

Quando si avvicina l'inverno è fondamentale tenere mite la temperatura della propria casa. Ogni casa ovviamente ha il proprio impianto di riscaldamento. Ad ogni modo il camino, seppur poco tecnologico e per così dire moderno, suscita ancora un notevole...
Pulizia della Casa

Come pulire velocemente i vetri del caminetto

Il camino, oltre a rendere l’ambiente domestico più caldo e accogliente durante i mesi invernali, rappresenta un importante oggetto d’arredamento. In commercio ne esistono numerose tipologie: possono essere alimentati a legna o a pellet e podsono...
Pulizia della Casa

Come pulire la facciata di un camino in pietra

Se in casa abbiamo un camino con una facciata rifinita in pietra, e che si presenta visibilmente sporca, per pulirla, dobbiamo attenerci a delle linee guida ben precise, per evitare di danneggiarla irrimediabilmente usando tecniche sbagliate. In riferimento...
Pulizia della Casa

Come pulire il vetro delle termostufe

Le termostufe sono dotate di un vetro in ceramica che è molto resistente al calore; esse infatti riescono a non rompersi fino ad una temperatura massima di 750°C. La presenza del vetro permette di vedere il fuoco e di creare un ambiente caldo e rilassante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.