Come eliminare la muffa dalle mattonelle in giardino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se in giardino abbiamo un vialetto di accesso alla casa con un rivestimento in mattonelle, che presentano evidenti segni di muffa, è necessario eliminarla per evitare che il suolo diventi sdrucciolevole, e nel contempo possono proliferare le spore fungine peraltro nocive alla salute. A tale proposito, ecco una guida con alcuni consigli pratici su come eliminare la muffa senza usare necessariamente i prodotti chimici.

25

Occorrente

  • Aceto
  • Limone
  • Bicarbonato di sodio
  • Candeggina
  • Ovatta
35

La muffa quando si presenta sulle superfici lisce e di colore chiaro, tende rispettivamente a renderle viscide e nerastre, per cui intervenire significa salvaguardare la propria salute per evitare dannose scivolate, specie in condizioni di umidità dettate da pioggia o semplicemente rugiada notturna. Anche il fattore estetico ed igienico è da non sottovalutare, per cui occorre intervenire in modo adeguato.

45

Un prodotto che possiamo definire completo, quindi in grado di eliminare la muffa e nel contempo risolvere anche gli altri problemi di natura estetica ed igienica, è sicuramente l'aceto. Questo prodotto infatti riesce a sciogliere la sostanza nerastra, che poi possiamo tranquillamente eliminare con uno straccio umido. Tra l'altro l'aceto garantisce igiene, e serve anche a prevenire future riproduzioni della muffa stessa. In genere le superfici rivestite con mattonelle in un giardino, sono tendenzialmente soggette ad inumidirsi a causa dello stretto contatto con il suolo, che composto da terriccio è sempre umido. Per questo motivo è importante sapere che un'altra sostanze naturale in grado di eliminare la muffa è il limone, che se mescolato al bicarbonato di sodio serve a massimizzare il risultato.

Continua la lettura
55

L'azione sgrassante e disinfettante di questo acido e quella leggermente abrasiva del bicarbonato di sodio, rendono il composto uno dei migliori per degli interventi del genere sulle mattonelle di un giardino, che si presentano costantemente ammuffite. Infine, se la muffa persiste anche dopo l'utilizzo dei prodotti sin qui elencati, è da sottolineare che per scongiurare l'eccessivo proliferare degli agenti patogeni che si sviluppano nella sostanza nerastra, conviene utilizzare la candeggina soprattutto per pulire negli interstizi tra una mattonella e l'altra. Questi ultimi comunemente dette fughe, spesso sono ricoperti da cemento o da stucco, e quindi essendo porosi favoriscono l'attecchimento della muffa ed il conseguente proliferare delle suddette spore fungine.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dal box doccia

Al mondo, non c'è nulla di più fastidioso ed antigienico, oltre che antiestetico, della muffa all'interno del box doccia. Solitamente, se si effettua la pulizia del box doccia tutti i giorni, è difficile che si crei, ma nessuno riesce oggi a fare le...
Pulizia della Casa

Come togliere la muffa dai muri

Spesso si presenta in modo subdolo e silente, con macchie nere o verdastre che iniziano a fare la propria comparsa fra le mattonelle che rivestono il bagno, sulle pareti bianche della cucina e in qualsiasi locale ad alto tasso di umidità: è così che...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa che si forma sulle pareti o sul soffitto

La guida che svilupperemo nei quattro passi che comporranno il nostro ragionamento, si occuperà di muffa. Entrando più nel dettaglio di questo argomento, ora andremo a spiegarvi come riuscire a eliminare la muffa che si forma sulle pareti o sul soffitto....
Pulizia della Casa

Come pulire ed evitare la muffa nel box doccia

La doccia calda è davvero uno dei piaceri della vita. Tuttavia, soprattutto in inverno, spesso non lasciamo aerare bene l'ambiente e l'umidità si accumula nel nostro box doccia. In questo modo si forma facilmente della muffa, che non è solo antiestetica...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dai cassetti

La muffa, si sa, è un tipo di fungo che si forma principalmente in ambienti chiusi, umidi e poco ventilati. Oltre i muri e i soffitti, spesso aggredisce anche il legno, di cui si nutre: non è raro scostare un mobile dalla parete per pulirlo e trovarne...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di muffa dal divano

Molto spesso in casa specie in ambienti umidi, ci capita di avvertire un odore di muffa che diventa poi sgradevole se a contatto con alcuni materiali, e tra questi la pelle e i tessuti che ricoprono in genere poltrone e divani. Questi ultimi, devono poi...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di muffa dai libri

Se in casa abbiamo dei libri che una volta aperti emanano un cattivo odore di muffa, ci sono molti rimedi per ovviare all'inconveniente, che si rivelano utili anche per salvarli, visto che questa condizione, tende a far rompere le pagine o a renderle...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dai tappeti con l'aceto

Un tappeto bagnato può facilmente diventare un tappeto ammuffito, se si consente all'umidità di rimanere all'interno delle sue fibre porose. La muffa emerge spesso sui tappeti a seguito di un periodo di elevata umidità, in quanto la muffa si nutre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.