Come eliminare l'odore di pesce dalle stoviglie

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se hai intenzione di preparare una cena afrodisiaca a base di pesce e champagne per festeggiare il compleanno della tua dolce metà oppure San Valentino, questa guida farà certamente al caso tuo. Se hai intenzione di realizzare i piatti della tua cenetta romantica con le tue mani il successo sarà garantito. Capita talvolta che, inebriati dall'alcool e travolti dalla passione, ci si dimentichi o si rimandi al giorno successivo, il lavaggio delle stoviglie. L?odore del pesce rimane intriso nelle stoviglie e spesso è talmente intenso che ci vorrebbe un miracolo per eliminarlo. Se leggerai questa guida ti spiegherò in maniera semplice e chiara come eliminare l' odore di pesce dalle stoviglie con alcuni semplici accorgimenti.

26

Occorrente

  • Aceto bianco
  • Limone
  • Sale grosso
36

Anche il pesce più pregiato e più costoso durante la cottura o dopo averlo lasciato per ore senza pulirlo, lascia inevitabilmente un odore a dir poco nauseante. Il metodo più efficace consiste nel prendere tutte le stoviglie utilizzate per la cottura e, dopo averle sciacquate sotto il getto dell'acqua fredda, adagiarle in un tegame contenente poca acqua a cui aggiungerai del detersivo per piatti, mezzo limone spremuto ed un bicchiere di aceto bianco.

46

Copri almeno la metà del tegame facendo attenzione che, man mano che inserisci le stoviglie, il livello dell?acqua tenderà ad aumentare. Calcola la quantità di acqua da versare nel recipiente onde evitare di allagare il piano della cucina. Aceto e limone svolgono un?azione corrosiva pertanto, se non asciughi celermente, possono lasciare delle macchie su alcuni piani da lavoro delicati. Lascia le stoviglie in ammollo per almeno mezz'ora poi risciacqua abbondantemente con acqua fredda. Se vuoi utilizzare la lavastoviglie puoi inserire del succo di limone nell' apposita vaschetta azionando un programma standard a 60° della durata di almeno 30 minuti. Al termine del lavaggio i tuoi piatti ritorneranno ad essere puliti e profumati.

Continua la lettura
56

Se l?odore del pesce dovesse persistere nonostante il metodo descritto in precedenza, inserisci le stoviglie in una pentola di grandi dimensioni a cui avrai aggiunto mezzo bicchiere di aceto bianco, del sale grosso ed il succo di mezzo limone. Porta ad ebollizione per 10 minuti poi spegni. Lascia riposare qualche minuto, togli le stoviglie e sciacquale in acqua fredda. Non ci sarà più alcuna traccia di pesce. Il succo di limone puoi utilizzarlo anche per togliere l?odore del pesce che persiste sulle tue mani.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non utlizzare l'acqua calda per lavare le stoviglie
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di pesce dal frigorifero

Tra i vari odori che gli alimenti possono diffondere nel frigorifero quello del pesce è uno dei più forti e difficili da rimuovere. Questo odore fastidioso non scaturisce da un'errata conservazione dell'alimento ma è frutto delle sue caratteristiche,...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di pesce dal congelatore

Il pesce è una vera e propria bontà e solitamente non manca mai all'interno del congelatore, in modo da poterlo avere a disposizione non appena se ne ha voglia. Se anche voi usate congelare il pesce, sicuramente vi sarà capitato di veder riempirsi...
Pulizia della Casa

Come eliminare il cattivo odore dal water

In questo tutorial vi verrà proposto un argomento sempre di attualità, che tratta un problema altamente diffuso nelle nostre case. Vi verrà infatti illustrato come poter eliminare il cattivo odore che fuoriesce dal water. Iniziamo subito con il dire...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di umido dalla biancheria

Durante le stagioni più umide, facilmente la biancheria si impregna di quell'odore tipico di muffa, molto fastidioso e pungente. In genere, capita a seguito di una cattiva asciugatura. Altre volte, invece, quando i panni vengono lasciati in lavatrice...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore della candeggina dalle mani

Se per le vostre quotidiane pulizie domestiche intendete usare della candeggina, è importante sapere che per rimuovere tale odore dalle mani non è tanto facile; infatti, questa sostanza penetra nei pori della pelle e persiste per parecchio. Tuttavia...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di vernice in casa

Uno tra i lavori casalinghi più comuni e frequenti, è senza dubbio la pittura delle pareti. Infatti, è importante ridipingere le pareti delle stanze a distanza di qualche anno per due motivi fondamentali: conferire un nuovo aspetto all'ambiente e igienizzare...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di urina del gatto dal divano

Se in casa avete un gatto, sicuramente vi sarà capitato di ritrovarvi con l'odore di urina sul divano il che non è certamente una cosa piacevole. Per rimediare a ciò, esistono fortunatamente alcuni rimedi molto efficaci che vi consigliamo di provare....
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di cibo nell'aria in modo naturale

Le faccende casalinghe sono parte integrante ed imprescindibile della premura necessaria al mantenimento del nostro focolare casalingo. Tutte queste attività ci costano tanta fatica ma anche tanto tempo e nonostante il livello di attenzione prestato,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.