Come eliminare l'odore di fritto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il cibo fritto, nonostante sappiamo che non sia esattamente salutare, è uno dei nostri cibi preferiti e spesso non possiamo farne a meno. Questo è dovuto ad una questione prettamente chimica perché sono le sostanze rilasciate nel nostro cervello quando mangiamo il fritto a farci venire così voglia di "unto". Tra i contro della frittura c'è anche il cattivo odore. Infatti, quando comincerete a friggere, l'odore di fritto si sentirà in tutta la casa! Come evitarlo? Come eliminare l'odore di fritto? Continua a leggere questa guida per scoprirlo.

24

Prima regola e consigli

La prima regola serve ad evitare l'odore eccessivo di fritto in casa dopo aver cucinato, cercate di friggere in un ambiente abbastanza aperto così da disperdere gli odori con la corrente. Inoltre accendete anche la cappa aspirante, questa aspirerá parte del fumo e con se anche gli odori. Usate anche ventole e ventilatori, se potete. Questo aiuterà molto a disperdere l'odore di fritto. Se invece avete già cominciato a friggere, ecco dei piccoli accorgimenti:- la prima cosa da fare per attenuare l'odore di fritto è quella di inserire nell'olio caldo uno spicchio di una mela sbucciata, una piccola costa di sedano o una buccia di un limone. Il secondo consiglio che vi diamo è quello di non superare mai la temperatura dei 150 gradi e usare il giusto olio per friggere. Infatti, quando l'olio diventa troppo caldo, viene alterata la sua struttura chimica e oltre a far aumentare la puzza, può essere pericoloso per la nostra salute. È consigliato, dal Ministero Della Salute, di usare l'olio di oliva, arachidi o di palma ed è meglio invece non utilizzare l'olio di semi vari o quello di soia.

34

Suggerimento alternativo a base di spezie

Se invece siete convinti che aggiungere qualcosa nell'olio alteri il gusto di ciò che preparate allora potete fuorviare al problema facendo bollire per almeno un'ora una pentola d'acqua con delle spezie e preferibilmente anche una fettina di limone. Possiamo scegliere le spezie in base alle nostre preferenze: bacche di cardamomo, fiori di garofano, stecche di cannella, bucce di arancia ma anche il prezzemolo. L'aria diventerà satura di aromi speziati e quando inizierete a friggere scoprirete che i cattivi odori di olio saranno decisamente affievoliti.

Continua la lettura
44

Neutralizzazione degli odori con l'aceto

L'aceto bianco può essere un'ottima alternativa in caso vogliate eliminare i cattivi odori e questo vale sia prima che durante o dopo la frittura. Infatti potete riporre un bicchiere di aceto bianco accanto al fornello in cui state friggendo, così da ridurne l'odore, oppure, appena finite di friggere, potete mettere sul fuoco una pentola di acqua con tre cucchiai di aceto bianco, tre di bicarbonato e la scorza di un limone. Seguite questi semplici consigli per stare lontani dai cattivi odori e gustarvi il vostro fritto in tutta serenità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come eliminare l'odore di pesce in casa

Il pesce è uno degli alimenti più nutrienti per il nostro corpo. Esso, infatti, fornisce sostanze preziose quali proteine, omega tre e sali minerali. Questi elementi nutritivi possono variare in base al tipo di pesce che mangiamo. Però, talvolta, si...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore dell'uovo dalle stoviglie

L'uovo è l'alimento dalle mille risorse, indispensabile in cucina, l'ingrediente perfetto quando non si ha troppa voglia di cucinare e vogliamo fare qualcosa di veloce come le classiche uova al tegamino. Nella maggior parte dei casi costituisce l'ingrediente...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore di muffa dai mobili

Eliminare l'odore di muffa dai mobili, è un lavoro che richiede tempo e pazienza. Il legno è un materiale poroso e quindi assorbe molto facilmente l'umidità e gli odori, presenti nelle vicinanze. Nel caso in cui i vostri mobili siano stati depositati...
Economia Domestica

5 modi per eliminare l'odore di broccoli e cavoli

Alcune tra le verdure più salutari sono sicuramente i broccoli e i cavoli, che forniscono al corpo moltissime vitamine e altrettanti minerali, oltre a un effetto benefico su tutto l'apparato digerente. Un'altra qualità è la presenza di antiossidanti,...
Economia Domestica

Come eliminare i cattivi odori dalla scarpiera

Se volete mettere in ordine le vostre scarpe ma non volete che la vostra scarpiera sia un puzzolente rifugio di batteri avete trovato la guida che fa per voi. Infatti vi insegnerò come eliminare i cattivi odori dalla scarpiera e come prevenirli per tenere...
Economia Domestica

Come eliminare le formiche in modo naturale

Con l'arrivo della stagione estiva, può accadere che, in casa avvenga un'invasione di insetti: le formiche. Anche se molto piccole e per nulla pericolose, provocano un certo fastidio se decidono di formare un vero e proprio formicaio nella propria casa....
Economia Domestica

Come eliminare l'aria in un impianto di riscaldamento

Per avere una maggiore efficienza energetica, le nostre abitazioni necessitano di costante manutenzione. L'impianto di riscaldamento viene utilizzato per lunghi periodi, ogni anno. L'utilizzo comporta l'accumulo di aria nelle condotte. Essa, espandendosi...
Economia Domestica

Come eliminare la colla dai vasetti di vetro

Nonostante possa sembrare difficile, per colpa della resistente colla presente in alcuni oggetti, realizzare dei lavori fai da te riciclando dei vasetti di vetro è semplice e veloce, basta infatti un minimo di dimestichezza manuale con il decoupage per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.