Come eliminare l'odore di chiuso dai vestiti

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se notiamo che i vestiti dell'armadio emanano un odore di chiuso, per eliminare l'inconveniente, bisogna intervenire con metodi adeguati. Tuttavia per evitare che il problema si ripeta, è opportuno adottare delle importanti strategie. A tale proposito, ecco una guida con alcuni consigli su come eliminare l'odore di chiuso dai vestiti.

26

Occorrente

  • Cellophane
  • Oli essenziali
  • Ovatta
36

Arieggiare spesso l'armadio

Un modo sicuramente semplice ma che si rivela anche funzionale, per evitare che gli abiti di un armadio possono emanare un cattivo odore, consiste nell'arieggiare spesso la struttura, magari lasciando le ante aperte di notte oppure durante il giorno dopo le pulizie di routine. In tal modo l'aria circola all'interno dell'armadio, evitando che l'eventuale umidità presente nell'ambiente possa poi generare il cattivo odore sui vestiti.

46

Proteggere gli abiti con la cellophane

Di fondamentale importanza per evitare che gli abiti possano emanare un cattivo odore, è di riporli nell'armadio ben asciutti. Premesso ciò, per non indossarli in questo stato dopo un lungo periodo di conservazione al chiuso, conviene proteggerli per intero come ad esempio giacca e pantalone con una cellophane. La stessa può risultare utile per imballare in inverno gli indumenti estivi, e viceversa quando d'estate si provvede alla stessa cosa con i capi pesanti. L'ideale sarebbe tuttavia di acquistare un'apposita macchina per creare il sottovuoto. Quest'ultima tra l'altro consente anche di massimizzare lo spazio, tenendo conto che ad esempio un piumone sottoposto al trattamento occupa circa un terzo di spazio in meno. Ritornando alla copertura di cellophane sugli abiti, per ottimizzare il risultato, conviene appendere sulla gruccia un sacchetto di tela con all'interno dei fiori essiccati, oppure un batuffolo di ovatta con alcune gocce di olio essenziale alla lavanda.

Continua la lettura
56

Profumare l'armadio

Come già accennato nel passo precedente di questa guida, per sopperire al cattivo odore che possono emanare gli abiti tenuti in un luogo chiuso come ad esempio un armadio oppure negli appositi scatoloni, conviene usare alcuni prodotti naturali atti a massimizzare il risultato. In questo caso gli oli essenziali come ad esempio alla lavanda, si rivelano ideali per risolvere il problema. Infatti oltre che ad essere profumatissimo, è anche un eccellente antibatterico ideale quindi per tener lontano cimici o tarme, e nel contempo serve per evitare l'insorgere degli acari della polvere. In tutti i casi queste essenze profumate comprese quelle di gelsomino, rose o agrumi vanno opportunamente riposte in un sacchetto su dell'ovatta, oppure in alternativa basta acquistare delle saponette che hanno la stessa fragranza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di chiuso dai mobili

Qualche volta vi sarà sicuramente capitato di sentire un odore sgradevole provenire dall'interno dei vostri mobili. Infatti, se questi rimangono chiusi e inutilizzati per un periodo di tempo abbastanza lungo, inizieranno ad acquisire questo fastidioso...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di fritto dai vestiti

Adorate le ricette di piatti fritti, dorati, calorici e gustosi? Il vostro comfort food preferito è quel cosciotto di pollo impanato, preparato con la ricetta segreta della nonna, che vi consolerebbe anche da un turno di lavoro allucinante? Vi viene...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di muffa dai vestiti

L'odore di muffa sui vestiti. Una delle cose più fastidiose che possano accadere aprendo l'armadio. Oppure, ancora peggio, sentirlo sui capi appena tirati fuori dalla lavatrice, che invece dovrebbero avere un delicato odore di bucato! E cosa fare se...
Pulizia della Casa

5 consigli per togliere l'odore di muffa dai vestiti

In questa guida, che ci accingiamo a proporvi, vogliamo parlarvi di un argomento alquanto diffuso e comune e cioè quello dell’ odore di muffa. Può infatti accadere, che spesso, in particolare negli armadi, si possa diffondere uno sgradevole odore...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di urina dai vestiti

L'urina sia umana che animale emana un cattivo odore oltre che generare delle antiestetiche macchie ed aloni. In questi casi se ci sono tappeti, lenzuola e vestiti che presentano tale inconveniente, è necessario intervenire con prodotti adeguati facilmente...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di cane e di gatto

Al giorno d'oggi, almeno nella Penisola Italiana, la maggioranza della gente ha almeno un animale domestico (soprattutto un gatto, un cane o un coniglio) ed è "costretta" a lottare quotidianamente contro il pessimo odore che lascia all'interno dell'ambiente...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di umido dalla biancheria

Durante le stagioni più umide, facilmente la biancheria si impregna di quell'odore tipico di muffa, molto fastidioso e pungente. In genere, capita a seguito di una cattiva asciugatura. Altre volte, invece, quando i panni vengono lasciati in lavatrice...
Pulizia della Casa

Come eliminare il cattivo odore dal water

In questo tutorial vi verrà proposto un argomento sempre di attualità, che tratta un problema altamente diffuso nelle nostre case. Vi verrà infatti illustrato come poter eliminare il cattivo odore che fuoriesce dal water. Iniziamo subito con il dire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.