Come eliminare l'odore dell'uovo dalle stoviglie

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'uovo è l'alimento dalle mille risorse, indispensabile in cucina, l'ingrediente perfetto quando non si ha troppa voglia di cucinare e vogliamo fare qualcosa di veloce come le classiche uova al tegamino. Nella maggior parte dei casi costituisce l'ingrediente principale di molte ricette ma, anche la base di molte preparazioni complesse, dai dolci alle cotolette panate ecc. Quale che sia la preparazione che ci accingiamo a realizzare con le uova, lascerà nei nostri piatti e bicchieri quell'odore persistente e fastidioso, rischiando di rovinare con il suo spiacevole sentore i pasti successivi. Leggiamo tutti i passi di questo interessante articolo per scoprire come eliminare l'odore dell'uovo dalle stoviglie.

26

Occorrente

  • Acqua
  • Varechina
  • Limone
  • Aceto
36

Non lasciare per troppo tempo i piatti sporchi di uovo

Cerchiamo di non accantonare per troppo tempo piatti e stoviglie sporchi di uova, togliamo ogni residuo e sciacquiamoli il prima possibile sotto il getto dell'acqua fredda. Sì, proprio acqua fredda perché quella calda contribuirebbe invece a fissare l'odore. Un consiglio da non trascurare è quello di lavare i piatti sporchi di uova a parte, evitando di tenerli nell'acqua assieme alle altre stoviglie, che in tal caso potrebbero essere a loro volta impregnate dallo spiacevole odore. Ragion per cui, quando andremo ad attivare la lavastoviglie, separiamo le stoviglie sporche d'uovo, eseguendo il lavaggio a mano.

46

Mettere in acqua il detersivo per piatti, il succo di mezzo limone e mezzo bicchiere d'aceto

Dopo il primo risciacquo, per eliminare il cattivo odore dell'uovo dalle stoviglie, è consigliato lasciare il tutto in ammollo in acqua, dove avremo sciolto del detersivo specifico e il succo di mezzo limone o, in alternativa, mezzo bicchiere d'aceto. Limone e aceto sono entrambi sgrassanti e mangia odori molto efficaci e li troviamo spesso infatti anche come ingredienti di alcuni prodotti specifici per la casa. Dopo questa fase possiamo passare al lavaggio vero e proprio, avendo l'accortezza di versare sulla spugnetta adoperata ancora qualche goccia di limone o aceto. Così facendo saremo ancora più sicuri di eliminare totalmente l'odore dell'uovo dalle stoviglie.

Continua la lettura
56

Usare la varechina per eliminare l'odore di uovo dai piatti

Un'alternativa un po' meno naturale per eliminare l'odore dell'uovo dalle stoviglie è quella di utilizzare la varechina, una specie di candeggina che verrà aggiunta in quantità molto limitata all'acqua che adoperiamo per il lavaggio. È un prodotto sicuramente efficace nella rimozione degli odori, ma che ha a sua volta un odore molto forte. Si raccomanda in questo caso di risciacquare con particolare attenzione le stoviglie, in modo da eliminare ogni possibile eventuale traccia residua del prodotto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come eliminare l'odore di fogna dal bagno

Quando nella stanza da bagno si avverte uno sgradevole odore di fogna, è importante intervenire tempestivamente per l’igiene e per salvaguardare la salute dell’intera famiglia, soprattutto in presenza di bambini ed anziani. In questa guida troviamo...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore di fritto

Il cibo fritto, nonostante sappiamo che non sia esattamente salutare, è uno dei nostri cibi preferiti e spesso non possiamo farne a meno. Questo è dovuto ad una questione prettamente chimica perché sono le sostanze rilasciate nel nostro cervello quando...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore di muffa dai mobili

Eliminare l'odore di muffa dai mobili, è un lavoro che richiede tempo e pazienza. Il legno è un materiale poroso e quindi assorbe molto facilmente l'umidità e gli odori, presenti nelle vicinanze. Nel caso in cui i vostri mobili siano stati depositati...
Economia Domestica

5 modi per eliminare l'odore di broccoli e cavoli

Alcune tra le verdure più salutari sono sicuramente i broccoli e i cavoli, che forniscono al corpo moltissime vitamine e altrettanti minerali, oltre a un effetto benefico su tutto l'apparato digerente. Un'altra qualità è la presenza di antiossidanti,...
Economia Domestica

Come organizzare le stoviglie di casa

La cucina è la zona della casa che maggiormente utilizziamo nel corso della giornata. Preparare i pasti è infatti essenziale per la nostra sopravvivenza. Ciò comporta l'uso di tanti utensili da cucina, elettrodomestici e detergenti per l'igiene della...
Economia Domestica

Come disinfettare le stoviglie

Piatti, bicchieri, posate, pentole: li usiamo tutti i giorni, ma come possiamo essere sicuri che siano puliti davvero a fondo? Sia che vengano lavati a mano o in lavastoviglie, il detersivo può non bastare. Ecco allora alcuni trucchi e suggerimenti su...
Economia Domestica

Come cuocere un uovo sodo al microonde

Le uova sode si possono cuocere anche utilizzando il forno a microonde. Il pericolo che si corre è che esse possono esplodere quando si tenta di mangiarle. Infatti, il forno a microonde riscalda l'interno l'uovo ad una temperatura abbastanza elevata...
Economia Domestica

Regali di Pasqua: idee alternative all'uovo

La Pasqua, è un periodo di festa meraviglioso amato soprattutto dai bambini.Il simbolo della Pasqua, è sicuramente l'uovo, ma se si vuole un po' cambiare la tradizione sbalordendo i piccoli di casa con dei regali diversi dal solito, eccovi in questi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.