Come eliminare l'aria in un impianto di riscaldamento

Tramite: O2O 12/10/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Per avere una maggiore efficienza energetica, le nostre abitazioni necessitano di costante manutenzione. L'impianto di riscaldamento viene utilizzato per lunghi periodi, ogni anno. L'utilizzo comporta l'accumulo di aria nelle condotte. Essa, espandendosi nei radiatori della casa, limita il regolare flusso di acqua. A ciò, consegue una riduzione di calore, con la stessa quantità di combustibile. Per risparmiare e per rendere più efficiente l'impianto di riscaldamento, questa facilissima guida illustra come eliminare l'aria in eccesso.

27

Occorrente

  • Chiave inglese
  • Idrometro
  • Asciugamano grande
  • Cacciavite
  • Chiave di spurgo
  • Piccolo recipiente
37

Controllare l'impianto centralizzato

Per prima cosa, controlliamo l?impianto centralizzato del riscaldamento della nostra casa. Per lavorare sui radiatori dobbiamo avere l'impianto spento. Dopo questo, se avvertiamo dei rumori striscianti provenienti delle condotte vuol dire che c'è un?eccessiva presenza di aria e che dobbiamo eliminarla. Successivamente controlliamo la pressione. Se c?è aria essa ha valori superiori alla norma. Normalmente l'indice deve indicare lo zero. Impostare tutte le unità del radiatore completamente aperte (impostazione della temperatura massima) e assicurarsi che la caldaia si accenda in modo che l'acqua possa circolare all'interno dei condotti e dei radiatori. Lasciare funzionare i radiatori con questa impostazione massima per almeno 15 minuti .Ora spegniamo il sistema di riscaldamento centralizzato. Ciò impedirà a qualsiasi tipo di aria o di acqua di essere pompata attorno al sistema. Quindi attendere almeno 10 minuti per far raffreddare tutto. Spegnere la valvola del radiatore e posizionare il vassoio sotto la valvola di spurgo. Assicuriamoci di tenere a portata di mano un asciugamano grande. Posizionare il cacciavite o la chiave di spurgo sulla valvola e girare a sinistra finché l'acqua non esce dall'aria.

47

Controllare a pressione

Non aprire completamente la valvola, poiché è probabile che non sia più possibile richiuderla. Chiudere la valvola di spurgo. Ripetiamo i passaggi precedenti per ciascun radiatore. Iniziamo con il radiatore più vicino alla caldaia e saliamo dal piano più basso fino all'ultimo piano .Una volta spurgati tutti i radiatori, riaccendere la caldaia. Controllare se la pressione dell'acqua all'interno della caldaia di riscaldamento centralizzato è compresa tra 1,5 e 2 bar (la parte verde del manometro). Se il puntatore è caduto nella parte rossa, rabboccare la caldaia fino a quando non si ritorna al livello di pressione richiesto. A questo punto dopo un attento controllo si può cominciare l?intervento per eliminare l?aria. Prendiamo una chiave per allentare la valvola di sfiato dei radiatori della casa. È utile anche un panno per asciugare l?acqua che esce. La valvola si trova generalmente ad una delle estremità oppure sulla parte superiore del radiatore. Per eseguire questa manovra è opportuno avvolgere il panno intorno alla valvola ed alla chiave. Adesso giriamo la chiave in senso antiorario per poter aprire la valvola. Sentiremo un sibilo: significa che l?aria sta uscendo. Appena l'acqua bagna il panno è consigliabile chiudere la valvola ruotando la chiave in senso orario. Dopo aver espulso l?aria è fondamentale controllare nuovamente la pressione.

Continua la lettura
57

Controllare il livello dell'idrometro

La valvola si trova a monte dell'impianto centralizzato del riscaldamento e deve indicare lo zero. Se esiste questa situazione possiamo riaprire il circuito e controllare il funzionamento dell?impianto di riscaldament0. Moltissimi radiatori moderni hanno una valvola con una manopola già installata. È sufficiente ruotarla per espellere tutta l?aria presente nelle condotte dell?impianto di riscaldamento. In questo caso occorre un piccolo recipiente per raccogliere l?acqua spruzzata dall'aria in eccesso presente nei radiatori. Se non siamo molto esperti, controlliamo il livello dell'idrometro, prima di eliminare l'acqua dai radiatori. Infatti se scende il livello, l'impianto non riparte. Portiamo al livello iniziale l'indicatore dell'idrometro. Basta ruotare la levetta dell'acqua del nostro impianto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Controllare il livello dell'idrometro
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come risparmiare con il riscaldamento centralizzato

Se si vive in un condominio quando arriva l'inverno si deve attivare l'impianto di riscaldamento centralizzato. Esso rappresenta un bene comune per cui le spese per la manutenzione ed il funzionamento vanno ripartite tra tutti i condomini, anche tra chi...
Economia Domestica

Come regolare il riscaldamento a pavimento

Se nella nostra casa abbiamo intenzione di installare un sistema di riscaldamento a pavimento, detto comunemente "radiante", dobbiamo sapere che ci sono delle periodiche regolazioni da fare, e che servono ad ottimizzare la temperatura, rendendola calda,...
Economia Domestica

Come scoprire se l'impianto elettrico è a norma

Un intervento a livello di sicurezza per chi abita in una casa o in un appartamento, magari già un po' datati, oppure d'epoca, è quello di verificare lo stato dell'impianto elettrico. È buona norma, chiamare un elettricista e controllare le condizioni...
Economia Domestica

Eolico domestico: tipologie di impianto

L'inquinamento atmosferico sta raggiungendo dei livelli veramente preoccupanti, dovuti essenzialmente dai milioni di automobili in circolazione e dalle numerose società industriali. Da ciò nasce l'esigenza di trovare delle fonti rinnovabili a basso...
Economia Domestica

Come usare un condizionatore d'aria portatile

Se si ha appena proceduto all'acquisto di un condizionatore portatile, prima di utilizzarlo è opportuno analizzarne a fondo le caratteristiche strutturali, in modo da comprendere come utilizzarlo correttamente, ed ottenere la refrigerazione desiderata....
Economia Domestica

Come abbassare la temperatura senza aria condizionata

Come abbiamo indicato nel titolo che accompagna la nostra guida, ora andremo a spiegarvi, nei prossimi tre passi, come abbassare la temperatura senza aria condizionata. Cominciamo subito le nostre argomentazioni a tal proposito. In estate si ha il problema...
Economia Domestica

Consigli per l'acquisto di un condizionatore d'aria

Dopo un lungo e freddo inverno, finalmente è arrivata l'estate e con essa il caldo, quello afoso, insopportabile che qualche volta ci fa rimpiangere l'inverno. Oggi, per fortuna, abbiamo un sistema molto efficiente per rinfrescare gli ambienti in cui...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore di pesce in casa

Il pesce è uno degli alimenti più nutrienti per il nostro corpo. Esso, infatti, fornisce sostanze preziose quali proteine, omega tre e sali minerali. Questi elementi nutritivi possono variare in base al tipo di pesce che mangiamo. Però, talvolta, si...