Come eliminare il calcare dalle piastrelle di marmo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in cucina così come in bagno abbiamo delle piastrelle di marmo ed intendiamo pulirle in modo adeguato eliminando soprattutto l'antiestetica patina di calcare, possiamo farlo usando alcuni prodotti di facile reperibilità in casa e molto efficaci. In riferimento a ciò, ecco una guida su come eliminare il suddetto calcare dalle superfici marmoree in modo semplice e veloce.

26

Occorrente

  • Spugna abrasiva
  • Pagliuzza di metallo
  • Matita
  • Bicarbonato di sodio
  • Aceto Bianco
  • Succo di limone
36

Utilizzare una spugna con aceto

Un primo metodo molto efficace per eliminare il calcare dalle piastrelle di marmo, consiste nell'utilizzare una spugna leggermente abrasiva imbevuta in aceto; infatti, quest'ultimo è un ottimo anticalcare che in pochissimi secondi rimuove l'antiestetica patina che si forma sulla superficie delle suddette piastrelle, a seguito del contatto con l'acqua calda dei rubinetti e del vapore generato dalla doccia.

46

Strofinare la superficie con il bicarbonato

Se le macchie di calcare sono particolarmente spesse e presentano anche delle vistose croste, per intervenire in modo adeguato, possiamo strofinare sulla loro superficie del bicarbonato di sodio. Quest'ultimo specie se miscelato con alcune gocce di limone e reso pastoso come una crema, diventa una vera e propria pasta abrasiva che non genera graffi, e nel contempo ci consente anche di disinfettare, essendo il bicarbonato di sodio ideale per questa funzione. In sostituzione del succo di limone, si può anche usare dell'aceto oppure del succo d'arancia, visto che comunque fa parte della famiglia degli agrumi, e quindi si rivela un ottimo mangiacalcare. Nel caso ci siano poi delle piastrelle di marmo con delle fughe, per ripulirle si può usare una pagliuzza di metallo avvolta sulla punta di una matita, con cui si può agire all'interno bagnandola di continuo con il mix a base di bicarbonato di sodio e succo di limone.

Continua la lettura
56

Lavare le piastrelle con acqua demineralizzata

Se proprio intendiamo usare dell'acqua per lavare le piastrelle, conviene optare per quella demineralizzata che non contiene calcare, e quindi è ideale specie se aggregata con del succo di limone o con alcune gocce di aceto. In commercio l'acqua demineralizzata è disponibile in comode taniche di plastica da tre litri, ma è importante sapere che anche quella proveniente dai condizionatori d'aria e soprattutto dai deumidificatori è ottima poiché distillata, tanto è vero che si può anche usare per il ferro da stiro a vapore. In tutti i casi il consiglio finale per proteggere le piastrelle di marmo dopo l'eliminazione del calcare, è di usare della cera per impedire che l'acqua si depositi sulla superficie e poi asciugandosi generi dell'altro calcare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come ripulire il marmo dal calcare

Il marmo è una pietra naturale che lavorata diventa un ottimo complemento. Oltretutto, ha una struttura cristallina e il suo colore risulta vario e con venature particolari. Questo in genere viene utilizzata per la pavimentazione e per ricoprire la base...
Pulizia della Casa

Come lucidare le piastrelle in granito di marmo

Il marmo è un materiale perfetto per rivestire i pavimenti e creare dei ripiani per i mobili della cucina. Mediante una serie di lavorazioni, la polvere di marmo si impiega per creare la vernice, il dentifricio e anche la carta. Questa roccia è disponibile...
Pulizia della Casa

Come lucidare le piastrelle in graniglia di marmo

La graniglia di marmo è un materiale molto conosciuto, largamente utilizzato per la pavimentazione delle abitazioni italiane fino agli anni '60. Nasce come prodotto di scarto della lavorazione del marmo ma, grazie alla sua versatilità e ai suoi colori...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare

La maggior parte dell'acqua presente sul nostro territorio è ricca di calcare, a causa della sua origine. Molto spesso il calcare presente nell'acqua può costituire un vero e proprio problema per le tubature della nostra casa, depositandosi all'interno...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare con il tè

Come abbiamo avuto modo di constatare, il calcare, si insinua spesso in molte parti della casa (elettrodomestici, bicchieri, utensili da cucina ecc.) e non è facile rimuoverlo totalmente al fine di ottenere nuovamente superfici lucide e brillanti. I...
Pulizia della Casa

10 modi per eliminare il calcare

Molto spesso il calcare è il nemico di tutti gli angoli non solo del bagno, ma anche della cucina e di tutte quelle superfici che si trovano vicino all'acqua. Esistono diversi metodi sia naturali che chimici, che possono aiutarvi ad eliminare il calcare...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare in bagno

Il bagno è sicuramente uno degli ambienti della casa che risente maggiormente del calcare. Questo è causato dall'utilizzo dell'acqua corrente che porta con se quantità più o meno consistenti di calcare; se non si interviene subito per rimuoverlo,...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare con prodotti naturali

L'eccessiva presenza di calcare nell'acqua, chiamato anche Carbonato di Calcio (CaCo3), spesso e volentieri lascia antiestetiche incrostazioni, dai rubinetti ai box doccia, dalla caffettiera alla lavastoviglie.Sarà capitato a chiunque di dover combattere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.