Come eliminare il calcare dai vasi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

Se il vostro balcone o terrazza è piena di vasi, vi sarà capitato di scorgere sulla loro superficie la presenta di calcare. Il calcare si produce facilmente a causa dell'acqua che si usa per annaffiare i fiori o dei fertilizzanti usati nel terreno e sulla pianta. Specie nei vasi di plastica il calcare è davvero fastidioso, sopratutto perché rende antiestetico, non solo il vaso in se, ma anche tutto l'aspetto del balcone, che nonostante possa essere ben fiorito, sarebbe rovinato da quelle odiose macchie di calcare che sgorga dai vasi. Nel caso vi troviate di fronte a questo problema, e non sappiate come fare, ecco alcuni suggerimenti per eliminare il calcare dai vasi di Plastica, Vetro, Terracotta e Cristallo.

210

Occorrente

  • Aceto bianco
  • Panno
  • Spugna
  • Sgrassatore
  • Vecchio Spazzolino da denti
  • Bicarbonato di sodio
  • Limone
310

Vasi di Terracotta

La prima cosa da fare per eliminare il calcare dai vasi di terracotta sarà ovviamente, quella di svuotare il vaso. Bisogna quindi trapiantare momentaneamente la pianta in un altro contenitore. Togliete dal vaso tutta la terra presente e le radici delle piante che si possono attaccare ai bordi del vaso. Fatto questo, è necessario pulire il vaso perfettamente in modo da eliminare gli eventuali parassiti rimasti, che potrebbero intaccare la normale crescita della pianta che sarà ospitata all'interno. Utilizzate una spazzola per la pulizia in superficie. Eliminate ragnatele, insetti e terriccio. Cosa usare: acqua , limone, spazzola con setole dure; in alternativa 1/3 di aceto e 2/3 di acqua. Preparazione: in una bacinella mischiare acqua con limone o in alternativa aceto e usare la soluzione su tutta la superficie del vaso e strofinare con la spazzola le zone con il calcare. Lasciare agire la soluzione immergendo il vaso per circa 2 giorni, risciacquare e lasciare asciugare al riparo dai raggi del sole.

410

Vasi di Vetro

Per quanto riguarda i vasi di vetro bisogna invece procurarsi:1) Aceto di vino bianco o in alternativa limone2) Bicarbonado di Sodio3) Spugna e canovaccio4) Acqua tiepida Si tratta di semplici ingredienti presenti in tutte le case. Si prepara mescolando alcuni cucchiai di bicarbonato con l'aceto bianco, dando così origine a un composto pulente da strofinare con la spugna sulle superfici di vetro più ampie ed esposte al contatto con l'acqua. Si consiglia di lasciare agire il composto per almeno 15 minuti per avere un risultato ottimale.

Continua la lettura
510

Vasi di Plastica

Per pulire i vasi di plastica occorre:1) mezza tazza di aceto bianco per ogni 2 tazze di acqua2) panno o spugna abrasivaBisogna immergere il panno nella soluzione preparata e strofinare le parti interessate, se il calcare persiste provare con una spugna abrasiva ed usare uno spazzolino da denti per arrivare nei punti più difficili. Lasciare riposare tutta la notte e se necessario strofinare nuovamente, infine risciacquare con abbondante acqua calda.

610

Vasi di Cristallo

Bisogna usare aceto puro. Versare all'interno del vaso l'aceto e lasciarlo agire per 30 minuti, se il calcare e lo sporco sono anche all'esterno del vaso strofinare il vaso con una spazzolina morbida non abrasiva. In fine risciacquare aggiungendo anche del sapone se non piace l'odore dell'aceto.

710

Conclusioni

Per tutti i vasi si deve procedere ad un lavaggio finale con acqua tiepida e sapone (va bene un sapone sgrassante) oppure qualche spruzzo di grassatore. È importante lavare con cura così da non lasciare residui della soluzione utilizzata in quanto anche se prodotto naturale potrebbe non essere ottimale superare la tempistica consigliata.

810

Eliminare odori

Infine, se qualcuno vuole eliminare le tracce di aceto basterà lavare il vaso con dell'acqua calda aggiungendo qualche goccia di sapone profumato. L'odore di aceto in effetti può essere abbastanza fastidioso ma lasciando arieggiare bene i vasi puliti in poco tempo dovrebbe completamente sparire.

910

Guarda il video

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare di strofinare con spazzole dalle setole troppo dure perchè rovinerebbero il vaso.
  • Evitare di lasciare per un tempo prolungato i compositi, anche se naturali non bisogna dimenticarsi di risciacquare il vaso
  • SACCHI DI IUTA – Se dovete riporre i vostri vasi di coccio in cantina per qualche tempo perché non avete intenzione di utilizzarli, dopo averli ben lavati e asciugati chiudeteli in sacchi di iuta. Sistemate questi ultimi al buio e al riparo da calore e umidità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

10 modi per eliminare il calcare

Molto spesso il calcare è il nemico di tutti gli angoli non solo del bagno, ma anche della cucina e di tutte quelle superfici che si trovano vicino all'acqua. Esistono diversi metodi sia naturali che chimici, che possono aiutarvi ad eliminare il calcare...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare

La maggior parte dell'acqua presente sul nostro territorio è ricca di calcare, a causa della sua origine. Molto spesso il calcare presente nell'acqua può costituire un vero e proprio problema per le tubature della nostra casa, depositandosi all'interno...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare con il tè

Come abbiamo avuto modo di constatare, il calcare, si insinua spesso in molte parti della casa (elettrodomestici, bicchieri, utensili da cucina ecc.) e non è facile rimuoverlo totalmente al fine di ottenere nuovamente superfici lucide e brillanti. I...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare in bagno

Il bagno è sicuramente uno degli ambienti della casa che risente maggiormente del calcare. Questo è causato dall'utilizzo dell'acqua corrente che porta con se quantità più o meno consistenti di calcare; se non si interviene subito per rimuoverlo,...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare dalle piastrelle di marmo

Se in cucina così come in bagno abbiamo delle piastrelle di marmo ed intendiamo pulirle in modo adeguato eliminando soprattutto l'antiestetica patina di calcare, possiamo farlo usando alcuni prodotti di facile reperibilità in casa e molto efficaci....
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare con prodotti naturali

L'eccessiva presenza di calcare nell'acqua, chiamato anche Carbonato di Calcio (CaCo3), spesso e volentieri lascia antiestetiche incrostazioni, dai rubinetti ai box doccia, dalla caffettiera alla lavastoviglie.Sarà capitato a chiunque di dover combattere...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare in modo ecologico

Da sempre il calcare è il nemico giurato della rubinetteria e, diciamocela tutta, anche delle casalinghe che ci si ritrovano a doverci fare i conti! Il calcare, o carbonato di calcio che dir si voglia, è presente per lo più nell'acqua corrente della...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare dal vetro

Nel corso del tempo, quasi tutti gli oggetti in vetro che sono costantemente a contatto con l'acqua, prima su tutti i bicchieri e le bottiglie, tendono a macchiarsi e ad opacizzarsi perdendo la loro brillantezza originaria. Questo accade specialmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.