Come effettuare l'impianto di illuminazione del giardino

Tramite: O2O 24/10/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Effettuare un impianto di illuminazione per il giardino risulta essere una delle cose più utili per valorizzare al meglio questa area, ottemperando a importanti questioni, come l'utilità di una illuminazione notturna. Un giardino ben illuminato è anche una forma di prevenzione per i malintenzionati;
Vediamo quindi in questa guida passo per passo come effettuare l'impianto di illuminazione del giardino.

26

Occorrente

  • Tubi , seghetto, collante.
  • Fili elettrici, sonda, cassette di derivazione.
36

Il progetto

Avere un giardino ben illuminato non è solo una questione di sicurezza, ma anche una forte valorizzazione estetica del nostro spazio verde. Con la luce possiamo, infatti, creare delle atmosfere particolari, illuminando le aree di convivialità, come i portici o le verande. Dando un tocco comunque particolare e speciale alla nostra casa. Possiamo poi diversificare il suo uso a seconda delle stagioni o dell'utilità richiesta, oltre che dare un tocco estetico innegabile.

Come ogni opera fai-da-te, bisogna partire anzitutto da un progetto. Cominciamo quindi a prendere le misure, e valutiamo alcuni fattori; per ogni zona ci sarà infatti un tipo di illuminazione più adatta. Più soffusa e di atmosfera nel prato, come vicino alle aiuole, siepi o piante; più intensa nelle aree più "vissute" e nelle zone di passaggio, come i camminamenti o le zone relax e di incontro. L'intensità della luce, naturalmente, sarà data dalle lampadine che andremo a scegliere.

46

Gli scavi

Partiamo pensando innanzi tutto all'impianto centrale e poi andremo a completare, con l'aggiunta di quei elementi che si andranno a collocare in questi punti specifici del giardino, che abbiamo precedentemente individuato. Dopo l'individuazione, possiamo cominciare con gli scavi, per far passare i tubi elettrici lungo il terreno.
In seguito, posizioniamo le cassette di derivazione in corrispondenza del punto luce scelto.
Dobbiamo fare comunque attenzione, a far sì che lo scavo tenga conto dell'impianto irriguo e dei lavori di manutenzione, per evitare di toccare i tubi della corrente.

Continua la lettura
56

Le fonti

In tal modo possiamo collegare i fili alle varie fonti di illuminazione e così poi con l'impianto generale, verificando che tutti i collegamenti funzionino perfettamente. Otterremo in questo modo un'illuminazione bella ed efficiente. Oggi giorno inoltre, si pensa ad associare all'efficienza anche l'eco-sostenibilità, che può anche apportare un po' di risparmio. Per questo si tende a sostituire le lampadine classiche con quelle a basso consumo o con i led. Il risultato sarà comunque eccezionale.
Spero che questa guida possa esservi stata d'aiuto nell'effettuare un impianto di Illuminazione da giardino.
In caso contrario il mio consiglio è quello di rivolgervi ad uno specialista, benché se seguite tutti i consigli è abbastanza semplice.
Nel caso aveste ancora dubbi potete andare sui link apposti di seguito.

Non mi resta che augurarvi un buon lavoro e buona luce!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come illuminare il giardino senza corrente

Garantire una buona illuminazione alla propria casa è certamente indispensabile per goderci al meglio ogni suo locale. Ciò vale tanto per gli interni quanto per gli esterni. Assicurare una buona fonte di luce, anche alla sera, richiede però notevoli...
Esterni

Come illuminare un giardino zen

L'illuminazione in un giardino è fondamentale, specie se addobbato in uno stile particolarmente raffinato come ad esempio quello tipico giapponese definito in gergo zen. Per ottimizzare il risultato non è difficile, ma basta soltanto utilizzare dei...
Esterni

Come costruire una doccia in legno da giardino

Se per il periodo estivo intendete corredare il vostro giardino di una doccia in legno funzionale e nel contempo adeguata al contesto di arredo impostato, potete realizzarla sia scheletrica che con una sorta di recinzione. In entrambi i casi, è possibile...
Esterni

Come arredare un giardino stretto e lungo

Uno spazio esterno in cui rilassarsi, sorseggiare un tè caldo o chiacchierare con un amico è un piccolo tesoro domestico. Un ambiente che può parlare di noi e ospitare numerosi momenti delle nostre vite. Non tutti hanno però uno spazio ampio e facilmente...
Esterni

Come abbellire un giardino con la ghiaia

Il giardino è il biglietto da visita di ogni casa: grande o piccolo che sia, con manto erboso o con pietrisco, con o senza piscina, dona all'abitazione quella zona di relax e tranquillità che è quasi impossibile realizzare all'interno. Ovviamente perché...
Esterni

Come realizzare un giardino pensile sul tetto

Una costruzione che oggi giorno viene utilizzata tantissimo è il giardino pensile sul tetto. Questa è una soluzione che dà la possibilità di realizzare un prato, o un vero e proprio giardino con arbusti e alberi. Costruendolo così, uno spazio verde...
Esterni

5 consigli per decorare la fontana da giardino

La fontana da giardino rappresenta un elemento dell'ambiente esterno fondamentale. Visivamente è un piacere per gli occhi ma anche per lo spirito: il fluire dell'acqua infatti, regala armonia e quiete allo spirito. Molti sovrani chiamavano le maestranze...
Esterni

Come arredare il giardino in stile rococò

Il giardino rappresenta una parte fondamentale dell'ambiente, per questo motivo cercare di arredarlo in stile rococò può dargli un tocco di eleganza in più. Il termine "rococò" infatti, deriva dal francese e si utilizza per indicare le stanze nei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.