Come dosare gli alimenti senza bilancia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando c'è la necessità di controllare la quantità di cibo che bisogna assumere, una delle cose più importanti da fare è prestare attenzione alle dimensioni delle singole porzioni. Per quanto l'utilizzo di una bilancia possa essere il metodo più veloce ed accurato per calcolare la quantità di cibo, è opportuno apprendere dei metodi alternativi qualora quest'oggetto non fosse disponibile o se dovesse rompersi. Ovviamente, oltre alla bilancia esistono tanti altri modi per dosare gli alimenti, e nella seguente guida ne vedremo alcuni dei più validi e come procedere al corretto dosaggio.

26

Il primo metodo che potrebbe venire in mente, in mancanza dello strumento in questione, consiste nel misurare ad occhio ogni singolo alimento. In questo caso però, a meno che non si abbia una grande esperienza in cucina, sicuramente non è una soluzione ottimale perché si potrebbe incorrere in errori determinanti che potrebbero non far riuscire al meglio la pietanza che si sta preparando. Tutti i contenitori disponibili in cucina potrebbero venire in nostro soccorso ed essere utilizzati come dei veri e propri mezzi "salva-ricetta".

36

Bicchieri. È bene sapere che un bicchiere medio corrisponde ad un quinto di litro, ovvero a 200 ml. Queste dosi significano che esso corrisponde a 200 gr di liquido, a 170 gr di zucchero, a 100 gr di farina oppure a 150 gr di riso. Se si ha a disposizione un bicchiere da vino, che risulta essere leggermente più piccolo di quello destinato all'acqua, si deve sapere che esso corrisponde a 1,5 dl, ossia a 150 ml di liquido. Sapendo questo, esso corrisponderà a 150 gr di acqua, 140 gr di olio, 150 gr di zucchero, 80 gr di farina e 130 gr di riso.

Continua la lettura
46

Cucchiai. Un cucchiaio grande, solitamente utilizzato per la minestra, corrisponde a 11 ml, a 10 gr di olio, 10 gr di zucchero, 12 gr di farina, 13 gr di riso e di sale fino, oppure a 25 gr di sale grosso. Un cucchiaino più piccolo da tè è equivale invece a 5 ml di liquido, a 4 gr di zucchero e a 5 gr di farina e di sale. Quest'ultimo può essere anche utilizzato per estrapolare dal panetto di burro una semplice noce che corrisponderà a circa 20 grammi di prodotto.

56

Tazze. Una tazza da tè consente di misurare circa 200 ml di liquido e 160 grammi di zucchero. Vi si può inserire anche del riso, che corrisponderà a 150 grammi, oppure della farina per una quantità di 110 grammi. Prendendo una tazzina da caffè, si possono avere 60 grammi di zucchero e di riso, 40 gr di farina, 60 gr di olio e 75 ml di acqua o di vino.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come acquistare alimenti alla spina

Acquistare alimenti alla spina produce numerosi vantaggi, sia a livello economico che ambientale. Un prodotto sfuso, infatti, ha un costo inferiore rispetto a quello industriale. Il motivo è da ricercarsi nel prezzo di produzione più basso. L’azienda...
Economia Domestica

Come conservare correttamente gli alimenti nel freezer

Il freezer è un elettrodomestico che permette di conservare i cibi che si prevede di consumare in tempi medio lunghi. Il congelamento infatti, è un processo grazie al quale è possibile conservare i cibi il congelamento infatti, è un processo grazie...
Economia Domestica

Come congelare, scongelare e consumare gli alimenti

La conservazione dei cibi è fondamentale per garantirne la durata. Esistono moltissime tecniche che permettono agli alimenti di conservarsi nel tempo. Una delle più moderne, oramai irrinunciabile, è quella della congelazione. Surgelare i cibi permette...
Economia Domestica

Guida agli alimenti da tenere sempre in dispensa

Chi possiede una dispensa conosce bene la sua utilità a la sua funzionalità. Infatti essa ci permette di tenere sempre a portata di mano tutti quegli alimenti che serviranno poi alla preparazione delle varie pietanze. In questa guida avremo modo di...
Economia Domestica

5 alimenti da non scaldare al microonde

In ogni cucina è ormai presente il tanto utilizzato forno a microonde. Questo pratico accessorio permette di scaldare le pietanze, scongelarle e cuocerle. Viene utilizzato anche in alcune ricette per qualche cottura particolare, ma l'uso più diffuso...
Economia Domestica

Come conservare gli alimenti in salamoia

Molti hanno la passione di preservare gli alimenti in salamoia, che possono essere olive, oppure peperoni, o ancora dei buonissimi funghi e così via dicendo. Ma prima di tutto, bisogna sapere cos'è la salamoia e sopratutto come la si può creare. La...
Economia Domestica

Come conservare gli alimenti nei giorni di caldo

Con l'avvento della stagione estiva le temperature tendono a salire, mettendo a rischio alcuni alimenti, se non conservati in maniera idonea. La prima cosa da considerare, è il non dover interrompere la catena del freddo, una fase critica questa, che...
Economia Domestica

10 consigli per conservare gli alimenti nel frigorifero

Una volta acquistato un prodotto, è fondamentale il modo in cui esso va conservato. Regole precise e buone norme igieniche rivestono davvero un'importanza notevole. In questa guida vogliamo illustrarvi 10 consigli per conservare gli alimenti nel frigorifero....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.