Come disinfettare un mobile

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Avete acquistato un vecchio mobile al mercatino dell'usato oppure ne avete trovato uno nella vostra soffitta, ma questo oggetto è sporco e impolverato? Nessun problema, in quanto sarà possibile restituirgli lo splendore che possedeva tempo fa, mediante un'abbondante lavata.
Per disinfettare o ripulire qualunque superficie, non sarà necessario adoperare dei detersivi in polvere oppure dei prodotti chimici: generalmente, i sistemi maggiormente naturali risultano essere quelli migliori.
La pulizia che si effettua solitamente all'inizio è quando il mobile lasciato nella soffitta o cantina per qualche anno è pieno di polvere e varia sporcizia: nella presente dettagliata e particolare guida che troverete esposta nei passaggi successivi, quindi, vi spiegherò come bisogna disinfettare un mobile munendosi dell'aspirapolvere e di pennelli di diverse misure a setole dure, in modo da poter eliminare bene ogni tipologia di sporco.

29

Occorrente

  • Sapone di Marsiglia
  • Acqua
  • Contenitore
  • Spugna
  • Panni
  • Polvere di pomice
  • Alcool etilico
  • Olio di lino
  • Carta assorbente
  • Batuffolo di ovatta
  • Acido ossalico
  • Batuffolo di cotone
  • Talco
  • Ferro da stiro
  • Ammoniaca
  • Acqua ossigenata 130 volumi
  • Paglietta di ferro
39

Disinfezione leggera

Innanzitutto, per una disinfezione leggera di un qualsiasi mobile, sarà sufficiente sciogliere una piccola quantità di sapone di Marsiglia in scaglie all'interno di un contenitore d'acqua tiepida. Immergeteci dentro una spugna e passate quest'ultima sulla superficie da pulire.
Ottenere un risultato soddisfacente, muovete la spugna seguendo parallelamente le venatura del legno e prestate molta attenzione a non applicare un'eccessiva pressione con le mani: a questo punto, bisognerà tamponare rapidamente con un panno allo scopo di impedire che l'acqua ristagni.

49

Pulizia approfondita

Se desiderate fare una pulizia maggiormente approfondita, la rimozione dello sporco accumulatosi nel tempo potrà avvenire strofinando la superficie del mobile con una soluzione composta da due parti polvere di pomice, una parte di alcool etilico ed alcune gocce d'olio di lino.
Un consiglio che vi possono dare è fare assorbire la zona interessata tamponandola con l'acqua calda, asciugandola poi tramite della carta assorbente e aspettando la totale asciugatura.
Per eliminare le macchie eventualmente presenti sul mobile, si potrà utilizzare un batuffolo di ovatta imbevuto di ¾ d'acqua e ¼ d'acido ossalico: circoscrivete l?intervento soltanto alla parte macchiata, lasciate agire per alcuni minuti e risciacquate con una spugna pulita.

Continua la lettura
59

Sgrassatura

Se invece il vostro mobile dovesse presentarsi unto e grassoso, sarà possibile giungere alla rimozione completa provando a strofinare la zona interessata con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool etilico oppure il talco e l'alcool etilico. Dopodichè bisognerà asciugare il tutto con della carta assorbente riscaldata con un ferro da stiro.
Le tracce o le macchie di mordente possono essere rrimosse intervenendo sulle zone interessate con tamponature di 30% d'acqua, 30% d'ammoniaca (escluso se si tratta di legno di castagno o rovere) e 30% d'acqua ossigenata 130 volumi: in seguito, occorrerà risciacquare diverse volte con una spugna imbevuta d?acqua.

69

Pulizia dei motivi decorativi

Qualora desideriate pulire oppure disinfettare i pomelli, gli angoli, le maniglie, le cornici, gli intarsi o ulteriori altri motivi decorativi, avrete l'opportunità di rimuovere lo sporco aiutandovi con una paglietta di ferro immersa nella trementina: in questo modo, lo sporco si smuoverà e sarà possibile asportarlo semplicemente utilizzando un panno pulito e leggermente inumidito con l'acqua.

79

Eliminazione dei batteri

Per eliminare i batteri da un mobile, potete usare un detergente enzimatico, che è in grado di uccidere i batteri e i parassiti che causano i danni al legno; inoltre, sono anche molto efficaci contro i cattivi odori e le macchie ostinate. I detergenti enzimatici vengono solitamente venduti come materiali specifici, quindi prima di utilizzarlo assicuratevi di acquistare il detergente adatto al materiale con cui è realizzato il vostro mobile. Seguite le istruzioni riportate sull'etichetta per ottenere i migliori risultati. Per eliminare i batteri nelle zone più difficili da raggiungere, come ad esempio negli intagli, potete usare un pulitore a vapore in grado di penetrare in profondità. Il calore del vapore aiuta a rimuovere le macchie, uccidere i batteri e può dare un aspetto più nuovo al mobile.

89

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

10 consigli per disinfettare il bucato

L'igiene è importantissima, soprattutto per quanto riguarda la casa, ma anche per quanto riguarda i capi d'abbigliamento. Tutti gli indumenti devono essere di tanto in tanto disinfettati al meglio e proprio per questo, cercheremo di elencarvi 10 utili...
Pulizia della Casa

Come disinfettare i materassi

Il materasso è uno dei principali oggetti che attirano quantità esorbitanti di acari all'interno di una casa, e ciò per una serie di fattori, quali l'umidità, la polvere che si accumula all'interno delle stanze, il calore. Queste creano un micro ambiente...
Pulizia della Casa

Come Disinfettare Il Bucato

Come pulire e disinfettare il bucato per avere una totale sicurezza, in particolare per chi ha figli e animali domestici, seguendo tutte le indicazioni possibili segnalate sulle targhette dei tessuti, attuando un igiene più approfondita e sicura su...
Pulizia della Casa

Rimedi naturali per disinfettare la casa

La casa, ha sempre bisogno di essere mantenuta pulita e disinfettata per questione non solo di igiene ma per non rischiare di contrarre allergie a muffe, a polveri e ad altre fastidiose sostanze. Per non utilizzare prodotti tossici che possono danneggiare...
Pulizia della Casa

5 rimedi naturali per disinfettare la casa

Desiderate mantenere la vostra casa costantemente pulita ed igienizzata? Niente di più semplice! Dovete solo ricorrere all’uso dei detergenti adeguati, in grado di eliminare germi e batteri.Disinfettare gli ambienti di casa, infatti, implica particolari...
Pulizia della Casa

Come disinfettare lo spazzolino da denti

Curare i denti e soprattutto lavarli tutti giorni, è importante per tenerli sempre sani e senza correre il rischio di contrarre le carie. Tuttavia è altrettanto fondamentale disinfettare lo spazzolino, poiché tra le setole si possono annidare numerosi...
Pulizia della Casa

Come pulire e disinfettare un materasso usato

L'igiene e la pulizia sono senza dubbio due fattori importanti per la cura della propria persona. Provate a pensare al fatto che dormire sullo stesso materasso per parecchio tempo, soprattutto se già usato da altre persone, non è certamente il massimo....
Pulizia della Casa

Come disinfettare gli abiti usati

Abbiamo trovato un negozietto fantastico di abiti usati. Ne abbiamo comprato qualcuno e ora vogliamo finalmente indossarlo. Però abbiamo paura che il proprietario precedente non lo abbia lavato bene, e chissà che residui ci sono sopra. Vogliamo perciò...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.