Come disincrostare pentole e padelle

Tramite: O2O 08/08/2018
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Alla fine di ogni pasto che consumiamo, ci ritroviamo con tutte le stoviglie sporche da lavare; particolare cura occorre prestarla in particolare alle pentole ed alle padelle, che sono soggette a formare delle incrostazioni a causa di una eccessiva cottura degli alimenti, e talvolta queste sono difficili da rimuovere con un primo e semplice lavaggio: di conseguenza, in questi casi il comune detersivo per piatti potrebbe non bastare. Per pulire per bene i tegami risulta allora necessaria una soluzione decisamente più incisiva che possa risolvere questo problema tedioso ma non irreparabile.
A tal proposito, abbiamo formulato questa utilissima guida sull'argomento che potrà esserci di grande aiuto; quindi, nei passi successivi vedremo come disincrostare efficacemente pentole e padelle in modo semplice e veloce. Avviamoci dunque verso la vittoria di questa battaglia!

29

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Aceto e sale
  • Limone
  • Detersivo per piatti
  • Spugna e paglietta metallica
  • Acqua tiepida
  • Vaschetta
  • Carta da cucina o salviette
39

Rimuovere i residui di cibo

Prima di procedere con la disincrostazione della pentola o della padella è opportuno rimuovere i residui in eccesso presenti nel tegame.Con l'aiuto di una spatola di plastica occorre eliminare tutto il cibo presente; fatto ciò, bisogna prendere un fazzoletto di carta da cucina, inumidirlo con acqua e pulire la superficie interna del contenitore per rimuovere i residui più liquidi. Infine, per completare la pulizia superficiale, occorre prendere un'altra salvietta e bagnarla con dell'aceto, quindi passare la superficie al fine di eliminare i residui più grassi.

49

Mettere in ammollo

Il primo passo da compiere il prima possibile dopo aver cucinato per poter disincrostare efficacemente le pentole e le padelle è quello di riempire il recipiente di cottura da disincrostare con acqua fredda, metterla sul fornello acceso fino a farla bollire, ed aggiungere qualche goccia di detersivo per piatti ad azione disincrostante. Una alternativa naturale è quella di prendere una vaschetta, riempirla con acqua tiepida, aggiungere due cucchiai circa di bicarbonato di sodio, girare con un cucchiaio al fine di far sciogliere la sostanza, e poggiare all'interno il tegame da disincrostare.
Occorre lasciare la pentola in ammollo per circa un'ora: tale passaggio consente di ammorbidire le incrostazioni al fine di rimuoverle più facilmente, evitando di graffiare il contenitore.

Continua la lettura
59

Strofinare sul fondo

Dopo l'ammollo potremo riuscire ad eliminare i primi residui di cibo semplicemente tirandoli via con la mano.
Per rimuovere le ulteriori croste dal fondo bisogna grattare la superficie.
Quando andiamo a strofinare, dovremmo fare attenzione al materiale di cui si compone la pentola o la padella; infatti, se si tratta di superfici antiaderenti non possiamo assolutamente utilizzare spatole e spugne di rete perché le rovineremmo irrimediabilmente: bisogna quindi limitarsi all'uso della spugna per piatti e strofinare con molta energia.
Se la padella è fatta da materiale piú consistente e meno delicato, ad esempio come l'acciaio, si possono utilizzare una paglietta metallica, una spazzola o la parte abrasiva, quella di colore verde scuro, di una spugna per i piatti.

69

Bollire con il sale

Il passo successivo consiste nel riempire la pentola di acqua, aggiungere due cucchiai di sale da cucina, riporla sul fornello e far bollire l'acqua per due minuti circa: tale azione consente di rimuovere i residui piú scomodi, meno visibili e piú difficili da rimuovere.Questo passaggio sfrutta la capacità del sale di permettere uno scambio di ioni per ottenere una maggiore igiene e pulizia.Terminato ciò, bisogna far raffreddare il tegame, svuotarlo dall'acqua e procedere con l'ultimo passaggio.

79

Lavare con aceto e limone

Per concludere la di sin rotazione, sfruttiamo dei prodotti naturali ma altamente igienizzanti: usare questi prodotti consente quotidianamente di ridurre l'uso di detersivi chimici e di salvaguardare il nostro pianeta.Bisogna versare un cucchiaino di aceto ed un cucchiaino di succo di limone nella pentola e strofinare con la spugna tutta la superficie della pentola: l'azione combinata di aceto e limone ci aiuterà a disincrostare pentole e padelle con facilità e soprattutto ci permetterà di eliminare gli odori forti e cattivi.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Maggiore sarà il tempo di ammollo del tegame, più facile sarà disincrostare il tegame.
  • Utilizziamo prodotti naturali per salvaguardare la nostra salute.
  • Non grattare i tegami con attrezzi metallici per non danneggiare i tegami.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le padelle smaltate

Pulire le padelle smaltate, senza che si rovinino o si graffino, è un compito noioso. Solitamente si tende a strofinare le padelle con spugnette abrasive e detergenti che rischiano di rigare le padelle stesse, questi mezzi risultano così essere più...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole in ceramica

Le pentole e le padelle in ceramica sono ormai sempre più diffuse in cucina, dovuto al fatto che il loro rivestimento interno non fa attaccare i cibi e, soprattutto la ceramica è un buon conduttore di calore e, fa sì che il calore si propaghi in maniera...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle in ghisa

La ghisa è una lega ferro-carbonio; materiale perfetto sia per la cottura alla piastra, sia per zuppe e stufati perché trattiene il calore e lo diffonde lentamente, distribuendolo in modo omogeneo. C'è da dire che la ghisa smaltata trattiene abbastanza...
Pulizia della Casa

Macchie ostinate sulle pentole: consigli

A volte per lavare e igienizzare pentole e padelle non basta il semplice detersivo per piatti, togliere le macchie ostinate risulta una cosa difficilissima e i prodotti costosi non sempre riescono a risolvere il problema.Qui di seguito vi proponiamo alcuni...
Pulizia della Casa

Come eliminare le incrostazioni dalle pentole

Cucinare è una vera passione per moltissime persone. La soddisfazione di preparare qualcosa di buono con le proprie mani è immensa, ma pulire i piatti è decisamente meno divertente. Talvolta infatti è davvero difficile eliminare i residui di cibo...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle in titanio

Materiale affidabile ed innovativo, il titanio è in grado di cuocere perfettamente ogni tipo di pietanza. Rapidità, uniformità di cottura e leggerezza delle pietanze cucinate dentro le padelle in titanio, rappresentano senza dubbio le più significative...
Pulizia della Casa

Come Pulire Le Casseruole E Le Pentole

Pentole e casseruole sono indispensabili in cucina. Per far durare e tenere in buono stato le pentole e le casseruole occorre molta dedizione. In questa guida vedremo come pulire le casseruole e le pentole. Citeremo tutti i prodotti da utilizzare. Forniremo...
Pulizia della Casa

Come disincrostare la macchina del caffè

Gli amanti del caffè non possono che avere certamente in casa una macchinetta per il caffè espresso. Chi ne fa un uso piuttosto intensivo della stessa sa bene quanto sia importante mantenerla efficiente, praticando una buona manutenzione sulla stessa....