Come dipingere una superficie in ferro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Con il passar del tempo, a causa della pioggia e del vento, le parti in ferro delle proprie abitazioni esposte alle intemperie, subiscono processi di ossidazione e invecchiamento. Se, a causa del degrado, dal punto di vista estetico, il ferro vecchio e usurato non è il massimo, anche dal punto di vista funzionale, è necessaria una costante manutenzione per mantenerne l'efficienza. Bisogna, periodicamente, riverniciare le parti in ferro, ma prima di effettuare quest'operazione, bisogna svolgere determinate azioni per fare in modo che lo smalto, che avrà funzione sia estetica che protettiva, sia steso nella maniera corretta. Vediamo quindi come dipingere al meglio una superficie in ferro.

27

Occorrente

  • pennello
  • spazzola metallica
  • smerigliatrice
  • stracci
  • solvente
  • convertitore di ruggine
  • smalto
37

Innanzitutto, la prima operazione è la pulizia, per togliere eventuali macchie di ruggine e residui di vernice. Si prende quindi una spazzola metallica e si inizia a raschiare con forza tutta la superficie per renderla il più uniforme possibile. Se si ha difficoltà in alcuni punti, si consiglia di utilizzare una smerigliatrice. Esistono anche piccoli attrezzi che consentono di entrare nelle fessure e nelle cesellature più complicate, che rimuovono delicatamente le incrostazioni senza danneggiare il ferro. Dopo la prima fase di pulizia superficiale si entra nel lavoro vero e proprio. Con uno straccio togliere la polvere che si è creata, soprattutto se è stata utilizzata la smerigliatrice.

47

Mentre si utilizza il panno, è possibile toccare con mano la superficie per verificare che sia ben levigata e capire se ci sono determinati punti in cui serve una maggior attenzione. I punti difficili in un cancello, ad esempio, sono quelli di congiunzione tra le sbarre in ferro che danno vita ad alcune complicate decorazioni in stile antico. In questi casi, non basta "l'olio di gomito", ma bisogna utilizzare specifici solventi, imbevendo dei panni e strofinandoli sulla parte interessata, dopo aver passato una tela smeriglio. Le parti già ossidate vanno trattate con un convertitore di ruggine; lo si stende semplicemente con un pennello sulla superficie e si attende che asciughi completamente.

Continua la lettura
57

In ultimo, quando il ferro sarà stato ben pulito da ogni residuo di vecchia vernice e protetto, si passerà a verniciare con lo smalto. La scelta di quest'ultimo deve essere fatta considerando che esistono smalti per uso esterno e quelli per uso interno. Quelli per uso esterno hanno più resina e quindi sopportano meglio gli imprevisti del clima, quindi lo si stende semplicemente con il pennello. Si consiglia di non utilizzare quello già adoperato per il convertitore, ma se non si hanno altri pennelli, lavare accuratamente il pennello sporco utilizzando gli specifici solventi che si trovano in commercio.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come dipingere una parete con vernice magnetica

Una delle novità nel mondo della ristrutturazione e della colorazione è la vernice magnetica, un prodotto di eccellente qualità che può venire applicata direttamente sulle pareti interne, in moda da poter appendere senza problemi e senza danneggiare...
Ristrutturazione

Come Marmorizzare Una Superficie

L'impiego delle decorazioni artigianali che imitano alla perfezione il colore ed il disegno del marmo ha origine molti secoli fa. Le tecniche tradizionali si possono adattare abbastanza facilmente ai prodotti moderni. In questo modo si ha la possibilità...
Ristrutturazione

Come eliminare la vecchia pittura da una superficie

Se desiderate rinnovare un oggetto che vi appartiene o una parte della vostra casa, ciò che dovrete fare è eliminare la vecchia pittura dalla superficie. Questa è un'operazione che richiede molta pazienza, ma può divenire un hobby divertente per chi...
Ristrutturazione

Come tinteggiare a calce su una superficie irregolare

Una tecnica rinomata nella tinteggiatura delle pareti è quella del colore a calce. Per realizzare questo effetto decorativo non occorre aver dipinto la Cappella Sistina. Né bisogna aver conseguito particolari specializzazioni. Questo procedimento, infatti,...
Ristrutturazione

Come dipingere i murales sulla porta del garage

Con coraggio e un paio di barattoli di vernice potete rendere allegra e spiritosa anche la più grigia e anonima porta di garage. Se andava comunque riverniciata è una buona occasione per lavorare di fantasia realizzando dei simpatici murales. Non è...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un lampadario in ferro battuto

L'arredamento di casa è sottoposto a vari processi nel tempo. Può infatti accadere che ci venga a noia, e che vogliamo modificarne alcune parti. Oppure ancora potrebbe rovinarsi o assumere un aspetto vecchio, e questo vale anche per il lampadario in...
Ristrutturazione

Come scegliere le ringhiere in ferro battuto

Quando si deve selezionare una ringhiera per il terrazzo, si hanno numerose opzioni da considerare. Il legno rappresenta uno dei materiali più adoperati per le ringhiere tradizionali. Le alternative vinile o alluminio (più economiche) sono capaci di...
Ristrutturazione

Come restaurare una ringhiera in ferro

Le ringhiere in ferro, specie se battuto, sono molto belle e robuste e tendono quindi a vivere molto più a lungo rispetto ad altri tipi di ringhiere. Queste vengono utilizzate ">non solo per proteggere, ma anche per abbellire scale, terrazze e balconi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.