Come dipingere un cancello

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Chi possiede una casa sa bene quanto sia importante la manutenzione periodica di diverse parti come il tetto, le finestre, il giardino e tra questi c'è anche il cancello. Trovandosi all'esterno è facile capire come l'esposizione alle intemperie tendi a sbiadire e consumare il colore originale oltre che lasciare la ruggine agire indisturbata. Se abbiamo un po' di tempo libero, non occorre rivolgersi ad esperti poiché i prodotti oggi in commercio permettono, a chiunque abbia un minimo di padronanza, di poter dipingere un cancello senza trovare troppi ostacoli. Vediamo allora, nella seguente guida, come dipingere un cancello.

27

Occorrente

  • Carta vetrata
  • Occhiali di protezione
  • Guanti da lavoro
  • Panno
  • Acquaragia
  • Antiruggine
  • Smalto
37

Innanzitutto dobbiamo scegliere la giornata adatta. È consigliabile eseguire questo lavoro quando non piove e quando non è prevista per almeno un paio di giorni prima di iniziare la verniciatura del cancello. Se dovesse piovere subito dopo che avremo dipinto, la finitura può essere danneggiata e il lavoro si rivela inutile. Dobbiamo evitare anche le giornate ventose, poiché il vento può far attaccare i detriti e gli insetti sulla vernice fresca. L'ideale, quindi, sarebbe una giornata fresca con assenza di luce solare diretta. Il sole, infatti, potrebbe rallentare il processo di asciugatura della vernice, mentre una temperatura bassa accelererebbe tale processo.

47

Iniziamo a scartavetrare cominciando con una grana più grossa, quella sottile ci servirà per ultimare la pulitura iniziale. Riportare a nudo il metallo è necessario per evitare futuri distacchi della vernice, perciò dobbiamo rendere l'intera superficie liscia e priva di residui. Dopo la fase preliminare, con un panno imbevuto di acquaragia, dobbiamo rimuovere il pulviscolo che si è creato sul metallo, dopodiché possiamo stendere il fondo d'antiruggine prestando attenzione a non tralasciare alcun punto; volendo, possiamo ripetere un'altra mano a distanza di almeno 7 ore.

Continua la lettura
57

Fin qui abbiamo visto un lavoro relativamente facile che si addice a cancelli senza particolari lavorazioni o punti scomodi da raggiungere. Nel caso invece possediamo un'inferriata elaborata, la cui manutenzione richiederebbe molta applicazione, possiamo saltare molti passaggi acquistando un prodotto unico come i moderni convertitori di ruggine, che agiscono chimicamente con questa fastidiosa seccatura rendendola una pellicola dura e resistente. Inoltre, non occorre applicare lo smalto poiché è già compreso in un'unica applicazione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come eliminare la ruggine dal cancello

Il problema della ruggine sul cancello, è sicuramente un problema che deve essere risolto il prima possibile onde evitare che la ruggine possa rovinare il ferro del nostro cancello. È quindi importante agire nell'immediato non appena vediamo le prime...
Esterni

Come installare un cancello automatico

Possedere un cancello automatico per il proprio giardino o la propria abitazione rappresenta senza dubbio un grande vantaggio. Praticità e funzionalità estrema sono infatti i pregi più importanti di questa struttura così indispensabile. Ne esistono...
Esterni

Come eliminare la ruggine da un cancello di ferro

All'interno di questa guida, saranno riportati alcuni semplici ed utili consigli in merito al mantenimento dei cancelli in ferro. Queste bellissime strutture, infatti, riportano molto spesso uno scomodo problema che è necessario eliminare: la ruggine....
Esterni

Come riparare un cancello automatico

Riparare un cancello automatico non è tra le mansioni manutentive più semplici da svolgere. Molto spesso, questo tipo di lavoro potrebbe essere riservato a personale qualificato e autorizzato. Se si necessita di approfondimenti o di consultare lo schema...
Esterni

Come dipingere le lanterne da esterno

Chi ha la possibilità di avere un terrazzo o un ampio giardino, solitamente deve spesso provvedere ad un'adeguata illuminazione. Le lampade più adeguate da installare nel giardino e negli spazi esterni, sono solitamente le lanterne. Le lanterne fissate...
Esterni

Come dipingere le pareti esterne della casa

Dipingere le pareti esterne della casa è importante per rinnovarne l'aspetto e per mantenere inalterate nel tempo l'impermeabilità e la traspirabilità. Prima di cominciare a imbiancare la pareti è necessario innanzitutto aspettare le condizioni atmosferiche...
Esterni

Come dipingere sulla facciata di un palazzo

Migliorare la facciata di un palazzo serve per dare dei miglioramenti alla struttura, essa rientra nelle opere di ordinaria amministrazione (art. 3 del DPR 380 del 2001). Qualora però le zone hanno un vincolo storico e delle restrizioni comunali particolari,...
Esterni

Come dipingere una scala esterna

In una casa, la scala esterna rappresenta uno dei biglietti da visita dell'intera struttura. Di solito è costituita in cemento o in legno, ma entrambi i materiali tendono a deteriorarsi a causa degli agenti atmosferici, modificando non poco il loro aspetto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.