Come dipingere il camino in ghisa

Tramite: O2O 22/11/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il camino rappresenta una struttura in grado di apportare innumerevoli benefici ad un appartamento. Non solo da un punto di vista funzionale di riscaldamento degli ambienti, ma anche sotto il profilo meramente estetico. Ecco perché in talune occasioni può dunque diventare utile dipingere il proprio camino per rinnovarlo, donando alla stanza (nella quale il camino è posto) un'immagine fresca e rinnovata. Le cose si complicano un po' se occorre dipingere un camino in ghisa, data la particolarità di questo materiale. Ma niente paura, in questa guida vogliamo illustrarvi come dipingere un camino di ghisa in pochissimo tempo e con idee davvero originali.

26

Occorrente

  • Camino in ghisa, prodotto sgrassante, panno morbido, pittura in polvere, vernice trasparente, pennello di setola, alcool denaturato
36

Pulite le pareti esterne del camino

Per prima cosa dovrete effettuare un'accurata pulizia di tutta la superficie del camino in ghisa, da fare con un panno morbido e uno sgrassatore, per eliminare residui di unto, grasso e sporco che si possono essere annidati lungo le zone esterne della struttura. Occorrerà infatti un camino perfettamente pulito nelle sue parti esterne per poter successivamente iniziare un'accurata intervento pittorico, rendendolo così efficace al cento per cento.

46

Stendete la pittura sulla ghisa

Ora sarà dunque possibile dipingere il camino. Per prima cosa scegliete il colore della pittura che più si avvicina alla vostra idea di rinnovo cromatico: orientatevi verso un tipo di pittura in polvere. Questo prodotto sarà di facile reperibilità presso un qualsiasi rivenditore di colori. Ora diluite la pittura in polvere con dell'alcool denaturato. Mescolate la sostanza così ottenuta per poi stenderla lungo il camino. Usate un pennello di setola per eseguire la pittura. In questa fase sarà importantissimo colorare anche le fughe, magari sostituendo l'iniziale pennello con uno di dimensioni e punta più ridotte onde rifinire con maggiore precisione anche queste piccole zone.

Continua la lettura
56

Rifinite con vernice liquida trasparente

Il vostro lavoro, tuttavia, non si potrà considerare concluso qui. Nella maggior parte dei casi, infatti, potrebbero risultare indispensabili alcuni interventi di ritocco, per garantire alla pittura la giusta uniformità ed aderenza alla ghisa. A tal proposito, trascorse 24 ore dal primo intervento, stendete con un pennello della vernice liquida, rigorosamente di tipo trasparente. La vernice sarà necessaria per garantire il giusto strato protettivo alla vernice in polvere stesa nelle ore precedenti. Questa protezione, infine, non consentirà neppure ai grassi e ai residui di calore sprigionati dal forno di intaccare così la struttura del camino.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dopo aver steso la prima mano di pittura, attendete almeno 24 ore prima di effettuare la rifinitura
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come verniciare un calorifero di ghisa

Con il passare degli anni occorre riverniciare anche il calorifero, così come le pareti, per tornare a nuova vita: la cosa è molto più semplice di quanto possa sembrare! Molto spesso il materiale è la ghisa, quello più diffuso. Potreste approfittarne...
Ristrutturazione

Come realizzare un camino ventilato

Tra i vari sistemi di riscaldamento per la casa il camino è sicuramente uno tra i più utilizzati, specialmente nelle case in campagna, ma anche negli appartamenti in città. Si tratta di un mezzo utilizzato da sempre, che se viene fatto funzionare adeguatamente...
Ristrutturazione

Come Tinteggiare I Mattoni Del Camino

Tutti noi amiamo stare seduti davanti al camino in inverno, con il fuoco acceso e magari una tazza di cioccolata calda da sorseggiare mentre ci rilassiamo. Tuttavia anche questa funzionale struttura richiede una certa manutenzione in quanto la fuliggine...
Ristrutturazione

Come costruire un camino con il cartongesso

Quando si sceglie di far inserire nella propria casa un camino prefabbricato, si deve innanzitutto decidere se optare per elementi prodotti in ghisa, in cemento o in altre composizioni, da rifinire poi tramite la copertura preferita. È però possibile...
Ristrutturazione

Come installare il camino elettrico

Il camino non è solo un elemento di riscaldamento dell'abitazione ma esso rappresenta un valido elemento di design che, se fatto a dovere, dona un valore aggiunto alla casa non indifferente. Esistono tante tipologie e modelli da poter installare, ma...
Ristrutturazione

Come trasformare un camino in una stufa a pellet

Se nella vostra casa è presente un vecchio camino a legna dotato di canna fumaria, potrete pensare di sostituirlo con una stufa a pellet, un termocamino. In questo caso, sfrutterete il vantaggio di avere già un foro in cui inserire i moderni camini...
Ristrutturazione

Come scegliere il camino prefabbricato

Questo articolo ci spiegherà come scegliere al meglio un camino prefabbricato per la nostra casa: la scelta può  non essere semplice perché può riguardare vari materiali diversi per adattarsi o meno alla tua casa. Dovremo prendere in considerazione...
Ristrutturazione

Come ricostruire il comignolo di un camino

Il comignolo è la parte terminale della canna fumaria, esattamente quella che è posizionata sopra al tetto di un'abitazione. Questo elemento ha lo scopo di disperdere i fumi provenienti dal suo interno evitandone il ritorno e favorendo il tiraggio verso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.