Come difendere la nostra abitazione dagli incendi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli incendi nelle abitazioni rappresentano un rischio che è meglio non correre. Una casa che sopravvive ad un incendio porta con sé danni inestimabili, dall'arredamento da gettare via, agli apparecchi elettronici danneggiati, così come tutti gli oggetti presenti al suo interno, le pareti da imbiancare nuovamente, i serramenti ed i sanitari. Peraltro, all'interno della casa, anche una volta rimessa a nuovo, permanerà l'odore di plastica bruciata per anni ed anni. Qui di seguito, riporterò alcune semplici indicazioni su come difendere la nostra abitazione dagli incendi e, nel caso remoto in cui debba accidentalmente succedere, come limitare al minimo i danni.

26

Occorrente

  • Ciabatte con pulsante di accensione
  • Piccolo estintore
36

Chiudere le porte interne

Come prima cosa, se abbiamo la necessità di lasciare casa nostra, dobbiamo ricordarci di chiudere le porte interne. In questo modo, in caso di incendio, i danni saranno sicuramente limitati, poiché l'incendio si circoscriverà nella stanza in cui ha avuto origine e, a porte chiuse, l'aria circola di meno e le fiamme, come tutti sappiamo, sono alimentate dall'ossigeno; tenere le porte chiuse limita l'apporto di comburente alle fiamme mantenendo le fiamme molto ridotte.

46

Collegare tutti gli apparecchi elettronici a delle ciabatte con pulsante di accensione

Oltre a ciò, la maggior parte degli apparecchi elettronici moderni (televisori, amplificatori, lettori DVD, decoder e smartphone) possiedono la modalità stand-by. Durante questa modalità, una piccola spia rimane accesa per contraddistinguerla. Non sono rari i casi in cui tali apparecchi, lasciati in modalità stand-by, prendono fuoco da soli per autocombustione devastando così l'abitazione all'interno della quale si trovano. Per evitare questo spiacevole rischio, o comunque per ridurlo al minimo, è necessario collegare tutti i suddetti apparecchi a delle ciabatte con un pulsante di accensione. In questo modo, quando andremo via di casa, prima di andare a letto, potremo staccare la ciabatta, togliendo così la corrente ai dispositivi. Senza corrente il rischio di autocombustione è ridotto quasi a zero.

Continua la lettura
56

Tenere in casa un piccolo estintore

Inoltre, dopo aver terminato di cucinare, assicuriamoci sempre di chiudere il gas dalla maniglia posta in cucina: infatti, una perdita di gas, può trasformare un'abitazione in una vera e propria bomba ad orologeria, pronta ad esplodere alla prima scintilla (innesco frigorifero, luce e così via). È anche buona norma tenere in casa un piccolo estintore, da poter utilizzare subito nel caso abbia origine un incendio. Infine, prestiamo attenzione a tutte le fonti di calore ed alle cose più soggette ad incendi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come difendere la casa dai fulmini

Il fulmine è un fenomeno atmosferico che si manifesta con un scarica elettrica ad altissima intensità, che si genera fra due corpi ad elevata differenza di potenziale. Questo particolare fenomeno se colpisce l'uomo o altri oggetti posti nelle vicinanze...
Economia Domestica

Come affrontare un corto circuito in casa

La maggior parte di noi si ritrova a dover affrontare, prima o poi, i disagi causati da un corto circuito nella propria casa. Lo stato italiano ha regolamentato in più occasioni la normativa riguardante l'installazione degli impianti elettrici per scongiurare...
Economia Domestica

Conto energia elettrica: 10 consigli per risparmiare

Statisticamente l'illuminazione e l'uso energetico degli elettrodomestici nel contesto delle nostre case è calcolato nella misura del 25% dell'energia elettrica complessiva nazionale e delle bollette di luce relative. Si tratta di un'alta percentuale,...
Arredamento

Piani di cottura in vetroceramica: guida alle caratteristiche

Ad oggi i piani di cottura in vetroceramica sono sempre più utilizzati, ma è bene conoscere tutte le caratteristiche prima dell'acquisto. Naturalmente, la scelta più semplice e veloce risulta essere quella di rivolgersi ad un professionista, ma questa...
Ristrutturazione

Come realizzare un solaio allegerito

Questo articolo tratta un argomento molto interessante su come realizzare un solaio alleggerito. Vedremo in pochi e semplici passi quali saranno le possibili soluzioni, quali i materiali e quali i vantaggi e gli svantaggi. Partiamo con le soluzioni che...
Pulizia della Casa

Come pulire il caminetto

In inverno, quando fa freddo, fatti coccolare dal calore del caminetto. Il fuoco scoppiettante regala un'atmosfera unica e romantica nella vita domestica. Tuttavia, i residui di fuliggine facilmente si incrostano nelle pareti. Ciò comporta un cattivo...
Esterni

Come montare un parafulmine

Il fulmine non è altro che una scarica elettrica improvvisa e violenta che si verifica tra nube e nube e tra una nube e la terra per la presenza di differenze di potenziale molto elevate nell'ambito dell'atmosfera. Il fenomeno si manifesta con un effetto...
Pulizia della Casa

Come comportarsi dopo un incendio

La guida che andremo a sviluppare nei tre passi che seguiranno a questa breve introduzione, si occuperà di spiegarvi come comportarsi dopo un incendio. Lo sappiamo, le cause che possono far scaturire un incendio domestico sono davvero tante. Basta anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.