Come depurare l'acqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

È di fondamentale importanza che tutti i rubinetti presenti nelle abitazioni domestiche, siano in grado di depurare l’acqua usata per il consumo e la cucina, la quale va mantenuta separata dalle altre acque della casa (ad esempio quella dei servizi igienici o della "zona garage"). Nella guida seguente, verrà pertanto illustrato brevemente come depurare l'acqua, in modo da assicurarsi a tavola un elemento libero da calcare o cloro senza dover spendere un solo centesimo.

24

Malattie ed infezioni

Una delle maggiori problematiche legate all'utilizzo di acqua non depurata, riguarda senza dubbio le conseguenze fisiche che esso comporta: tra queste ultime, le più frequenti sono indubbiamente la diarrea ed altre malattie legate ad infezioni causate da batteri patogeni. Un importante aspetto riguarderà inoltre l’efficacia depurativa del sistema che viene adoperato; per tale ragione, esistono comunque (seppure siano basse) probabilità che l'acqua ottenuta contenga comunque composti organici volatici e batteri. Una valida alternativa potrebbe essere rappresentata dai distillatori solari che a loro volta hanno lo svantaggio di essere molto lenti.

34

L' osmosi inversa

Si depura l’acqua anche con l’ osmosi inversa, che elimina il 95% degli agenti contaminanti, tuttavia bisogna rimetterci il 175% dell’acqua che passa per l’apparato e sostituire la membrana ogni quattro o cinque anni. È un metodo che si raccomanda solo se è possibile riciclare quest’acqua nel giardino o nelle cisterne. È uno dei sistemi più cari, ma in compenso non bisogna più comprare acqua in bottiglia. I filtri di sabbia pure aiutano nella depurazione dell’acqua ma generalmente si consiglia di aggiungere cloro a fine operazione, in quantità precise, altrimenti l’acqua avrà un cattivo sapore oppure non sarà del tutto depurata.

Continua la lettura
44

Reazione con la luce

Si dovrà provvedere a riempire una bottiglia sino a ¾ della sua capacità e a "shakerarla" per circa trenta secondi; ciò porterà alla formazione di una quantità sufficiente di aria nel liquido che a sua volta scatenerà una reazione con la luce solare. A questo punto, si riaprirà la bottiglia che dovrà essere riempita fino al bordo e riposta orizzontalmente in un luogo ben soleggiato per almeno sei ore. In caso di nubi, si dovrà lasciare la bottiglia all’aperto per circa due giorni, per poi riportarla dentro casa al fine di consentire ad essa di raffreddarsi. Questo metodo non altererà il sapore dell’acqua ed è inoltre di immediata realizzazione, per il fatto che non richiede misure specifiche e non comporta in alcun modo eventuali rischi di contaminazione durante l’immagazzinamento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come fare un depuratore d'acqua portabile

Partendo dal presupposto che in Italia, nella maggior parte delle città l’acqua è già buona da bere così come sgorga dal rubinetto, resta il fatto che in molti casi gli impianti idrici domestici sono stati realizzati in tempi non recenti. Infatti...
Economia Domestica

Come gasare l’acqua in casa

L'acqua è sicuramente importantissima per l'organismo ma non a tutti piacer bere un'acqua naturale, perché molti preferiscono avere in casa sempre una bottiglia d'acqua gassata. L'acqua gassata, sicuramente aiuta a digerire ma è anche vero che un uso...
Economia Domestica

Come distillare l'acqua a casa

L'acqua distillata è una particolarissima acqua che risulta quasi totalmente priva di impurità come ad esempio sali, microorganismi, gas disciolti al suo interno, ecc. Questa acqua è possibile ottenerla mediante un particolare processo chiamato distillazione...
Economia Domestica

Come ridurre gli sprechi di acqua in casa

Oggi, siamo abituati ad avere l'acqua sempre a nostra disposizione, sia in casa, sia in ufficio, sia nelle scuole: quello che molti non riescono a comprendere è che l'acqua è in assoluto il bene più prezioso che possediamo, ed è indispensabile per...
Economia Domestica

Come aumentare la pressione dell'acqua senza autoclave

Il problema della pressione dell'acqua, è molto comune negli impianti domestici. Aumentare la pressione dell'acqua spesso è un compito scoraggiante in quanto ci sono molte cause che riducono la pressione dell'acqua, ma esistono anche molti rimedi sorprendentemente...
Economia Domestica

Come evitare lo spreco di acqua

Come tutti sappiamo, al giorno d'oggi è molto importante evitare i consumi inutili, in particolare quelli che riguardano l'acqua. L'acqua è un bene primario molto prezioso, ma soprattutto, è un bene dalle riserve limitate. È dunque doveroso farne...
Economia Domestica

5 usi dell’acqua del condizionatore

Con l'avvicinarsi della stagione calda, molti di voi utilizzeranno il condizionatore e allora qualcuno potrebbe chiedersi se esiste qualche modo per utilizzare l'acqua di scarico. L'acqua che residua dal condizionatore è un'acqua demineralizzata che...
Economia Domestica

Come rendere l'acqua frizzante

L'acqua rappresenta senza dubbio un elemento essenziale nella vita di ogni essere vivente. Al giorno d'oggi però molte persone prediligono l'acqua frizzante rispetto a quella naturale. Non tutti sanno però che è possibile rendere l'acqua frizzante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.