Come dare lo smalto ai termosifoni

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I termosifoni devono essere curati per poterli tenere in buono stato. Per cura deve intendersi non solo la pulizia ma anche la tinteggiatura; quest'ultima deve essere eseguita periodicamente per evitare che si scrosta e compaiono i primi segni di ruggine. Tinteggiare i termosifoni può essere l'occasione per rinnovare la casa scegliendo delle tinte diverse dai classici bianco e crema. Leggendo il tutorial si possono avere delle utili indicazioni su come dare lo smalto ai termosifoni.

26

Occorrente

  • smalto all'acqua
  • pennello
  • giornali per non sporcare
  • carta vetrata
36

All'inizio bisogna procurarsi tutto il materiale che occorre per poter eseguire il lavoro. Bisogna anche verificare se i termosifoni sono di ghisa o in alluminio in quanto la procedura è diversa. È opportuno utilizzare uno smalto di ottima qualità e deve essere specifico per i caloriferi. Infatti, esso deve resistere al calore senza scrostarsi. Bisogna anche dotarsi di un pennello piatto con il manico angolato per poter raggiungere tutti i punti. Se si decide di tinteggiare i termosifoni con una pistola a spruzzo nella latta si trova lo smalto all'acqua pronto all'uso.

46

I termosifoni devono essere puliti dalla polvere che si può trovare negli interstizi. Per fare questa operazione si può utilizzare dell'aria compressa; successivamente i termosifoni vanno lavati con cura con acqua ed un po' di ammoniaca. A questo punto bisogna carteggiare la superficie con una carta vetrata di grana fine. Il carteggio deve essere lieve, ma se ci sono parti di vernice staccate è opportuno agire con più energia.

Continua la lettura
56

Se il termosifone è in ghisa e si notano dei punti di ruggine, dopo aver carteggiato con cura oppure aver utilizzato la spazzola in ferro per eliminare tutti i residui della vernice, è fondamentale stendere due mani di antiruggine. Dopo aver dato una prima mano bisogna aspettare 24 ore per la seconda. Se il termosifone è in alluminio questo problema non si presenta; dopo aver carteggiato si può procedere immediatamente alla verniciatura.

66

Per applicare lo smalto correttamente bisogna mescolare bene prima dell'uso. Quando si vernicia è consigliabile tenere le finestre aperte ed i termosifoni, logicamente, devono essere spenti e non caldi. Il periodo migliore per effettuare questo lavoro è l'estate in quanto si possono tenere le finestre aperte anche di notte. In questo modo si elimina velocemente l'odore di vernice che pervade l'ambiente. Bisogna mettere dei fogli di giornale sotto il calorifero e sulla parete contro la quale è appoggiato e poi si comincia a tinteggiare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come applicare la pittura a smalto per legno

Se abbiamo realizzato delle mensole dopo averle levigate, possiamo dipingerle con delle aniline o dello smalto. Se l'opzione riguarda proprio quest'ultimo, è necessario seguire delle specifiche linee guida affinché il risultato sia ottimizzato. A tale...
Ristrutturazione

Come dipingere le pareti con lo smalto

Se non siete amanti delle solite piastrelle da inserire nel bagno o in cucina, la pittura o vernice a smalto, può essere una perfetta sostituta. La vernice a smalto è una varietà di pittura che permette di ottenere degli effetti suggestivi e un impatto...
Ristrutturazione

Come dare nuova vita al vecchio parquet

Il parquet è un tipo di pavimentazione composto da listelli di legno, in genere di diverse lunghezze e larghezze, che vengono affiancati gli uni agli altri, per creare una composizione a mosaico. Spesso il parquet è anche di diversi colori, per un effetto...
Ristrutturazione

Come rimediare ai piccoli danni arrecati alla vasca da bagno

Con il trascorre degli anni, a causa dell'invecchiamento, lo smalto delle vasche da bagno inizia a diventare particolarmente opaco e perdere la sua brillantezza: inoltre, il calcare si accumula sulla propria superficie e non raramente saltano perfino...
Ristrutturazione

Come sostituire un termosifone

A volte la nostra abitazione necessita di piccoli ritocchi manutenzione. Il sistema di riscaldamento che solitamente viene utilizzato nelle case è quello che avviene attraverso i termosifoni. Va ricordato che nel corso del tempo sono stati introdotti...
Ristrutturazione

Come smaltare la vasca da bagno

La vasca da bagno è un pezzo presente quasi in tutti i bagni, tant'è che ne esistono di diversi materiali e modelli. Tuttavia, anche questo oggetto può usurarsi con il passare del tempo; in particolare, lo smalto che riveste la sua superficie può...
Ristrutturazione

Come verniciare un calorifero di ghisa

Con il passare degli anni occorre riverniciare anche il calorifero, così come le pareti, per tornare a nuova vita: la cosa è molto più semplice di quanto possa sembrare! Molto spesso il materiale è la ghisa, quello più diffuso. Potreste approfittarne...
Ristrutturazione

Come tinteggiare con effetto laccato

L'effetto laccato si presenta molto brillante e coinvolgente, traendo le sue origini da tecniche di tinteggiatura usate tradizionalmente in Cina e Giappone. La vernice usata è in realtà uno smalto ad acqua, che essicca velocemente e può essere carteggiato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.