Come curare l'orto con la paglia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida vedremo insieme come curare l'orto con la paglia: essa ha numerosi utilizzi in ambito agricolo, può essere sfruttata per la pacciamatura, per far crescere colture sane e per proteggerle dalle gelate invernali. La paglia è anche un ottimo rimedio per tenere a distanza le lumache e gli animaletti infestanti. Procedere non è difficile e il metodo è alla portata di tutti, anche per chi non ha il cosiddetto pollice verde.

27

Occorrente

  • Paglia
37

La paglia viene utilizzata nell'agricoltura biologica per realizzare una buona ed efficace pacciamatura. Essa fornisce una barriera ottimale e assicura la giusta temperatura alle piante da giardino e alle colture dell'orto durante i mesi più freddi e le gelate invernali. Le colture che maggiormente beneficeranno della pacciamatura sono gli asparagi, i carciofi, le patate, le carote, i ravanelli, il rabarbaro e tutta la verdura a foglia verde.

47

Per valutare le condizioni del terreno, determinate la sua temperatura, aiutandovi con un termometro a sonda: se essa è al di sotto dello zero, è consigliato utilizzare la tecnica della pacciamatura. Sistemate circa 6 cm di paglia sopra tutta l'area adibita alle colture: questa farà da vera e propria coperta termogenica. La tecnica è perfetta anche per rivitalizzare le colture che si presentano appassite sulla superficie del terreno. In realtà, le radici sono ancora in buono stato, e il calore della paglia le indurrà a generare altri germogli durante l'inverno e fino al disgelo primaverile. Arrivata la primavera, ricontrollate la temperatura del terreno: se si è alzata sopra i 10 gradi, potrete togliere lo strato di pacciamatura. Eliminate la paglia con un rastrello e deponetela in un bidone per compost.

Continua la lettura
57

Se in giardino avete notato delle foglie e dei fiori bucherellati, è molto probabile che ci siano delle lumache infestanti. Per allontanarle in maniera naturale e senza utilizzare prodotti nocivi, sfruttate la paglia. Sistematene una giusta quantità in prossimità delle radici delle piante e delle colture infestate, senza soffocare però le radici e lasciatela agire per una ventina di giorni. Le lumache, che in genere affiorano in superficie durante la notte, saranno impossibilitate a raggiungere il fusto e si allontaneranno. Inoltre, il calore della paglia eviterà la formazione sotterranea di nidi di insetti e parassiti, proteggendo così la salute e la bellezza del vostro orto e giardino. Questa operazione andrebbe fatta preferibilmente in autunno, in quanto le piogge sono maggiori e attirano le lumache.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come realizzare un orto a bassa manutenzione

Come vedremo nel corso di questo interessante tutorial, con un po' di impegno e un grande amore per il verde, è possibile realizzare un orto senza preoccuparsi di dover dedicare tempo e fatica per la sua manutenzione, seguendo una serie di dritte basilari...
Esterni

Come creare un orto sul balcone

Oggigiorno possiamo coltivare un piccolo orto anche comodamente a casa nostra, in questo modo potremmo sempre avere a disposizione le piante aromatiche e le verdure che più amiamo. Tuttavia, se non abbiamo la possibilità di creare il nostro orticello...
Esterni

Come fare un orto verticale sul balcone

Se sei un amante del fai da te e desideri scoprire come sia possibile fare un grazioso orto verticale sul tuo balcone, ti consiglio di leggere con attenzione i passi di questo tutorial, in quanto ti fornirò alcuni suggerimenti per abbellire piacevolmente...
Esterni

Come curare il giardino d'inverno

Quando si avvicina la stagione invernale, la preoccupazione fondamentale riguarda il nostro giardino di casa. Questo perché le nevicate, le gelate notturne o le piogge torrenziali rischiano di vanificare il lavoro dei mesi estivi. La conseguenza riguarda...
Esterni

Come risparmiare acqua nell'orto

Soprattutto durante il periodo estivo, diventa una priorità il risparmio dell'acqua. Nel rispetto della collettività dunque, è necessario attuare una serie di comportamenti che conducano in questa direzione. L'esigenza si fa ancora più pressante per...
Esterni

Come fare un orto in casa

Negli ultimi anni mangiare prodotti sani e biologici sta diventando una vera e propria moda. Ormai in molti, un po' per risparmiare un po' per mangiare sano tentano di fare l'orto. Anche chi nn ha giardini e terrazze si adatta. Infatti oggi è di moda...
Esterni

Come curare i bordi del prato

Il prato, è un elemento di grande effetto decorativo. Una reggia o una comune abitazione diventa un luogo piacevole e rassicurante se si circonda con questo verde manto erboso. Per un aspetto rigoglioso e ordinato è necessario controllare anche la crescita...
Esterni

Orto sul balcone: la pianta delle zucchine in vaso

Negli ultimi anni sempre più persone decidono di coltivare frutta e ortaggi in maniera autonoma. Appena impatto, questo potrebbe sembrare un qualcosa di fattibile soltanto per coloro che abitano in campagna, oppure che hanno un piccolo giardino davanti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.