Come cucinare il pesce in una pentola a pressione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le pentole a pressione forniscono un modo celere per cucinare i pasti; risulta infatti essere uno strumento che riesce a rendere fino a dieci volte più veloce la cottura rispetto al quella sul fornello o al forno. Queste pentole funzionano con il vapore, il quale viene prodotto dall'acqua o da altro liquido come il vino o il brodo. Il vapore fa aumentare la pressione e la temperatura all'interno della pentola, facendo cuocere il cibo all'interno. La maggior parte dei prodotti alimentari, tra cui il pesce, possono essere cucinati in una pentola a pressione. Vediamo insieme come fare.

26

Come prima cosa pulite il pesce e tagliatelo in modo che possa essere inserito nella pentola a pressione. Togliete il coperchio della pentola e versate un bicchiere d'acqua o altro liquido. Appoggiate il pesce sul sostegno del sottopentola e versate sopra un sottile strato di olio vegetale o extravergine d'oliva. Chiudete il coperchio della pentola a pressione, assicurandovi che sia correttamente bloccato in posizione, in modo che la chiusura sia ermetica. Posizionate il regolatore di pressione saldamente sul tubo di sfiato, che solitamente si trova al centro del coperchio. Impostate un basso livello di pressione sulla maniglia della pentola.

36

Ricordate però che non tutte le pentole a pressione hanno un regolatore di pressione; se questo non ci dovesse essere, saltate questo passaggio e impostate un qualsiasi timer a campanello presente in cucina per due o tre minuti. Questo eviterà di far cuocere troppo il cibo e consentirà di non farlo bruciare. A questo punto potete alzare la fiamma del fornello, tenendolo a fuoco medio. Posizionate la pentola a pressione sul bruciatore. Quando l'interno della pentola raggiungerà la pressione necessaria, noterete delle oscillazioni della lancetta del regolatore di pressione. Questo dovrebbe accadere circa tre o cinque volte al minuto.

Continua la lettura
46

Se invece succede più spesso, abbassate la fiamma del fornello per mantenere la quantità desiderata di pressione. Le pentole a pressione hanno una valvola che misurano la quantità di pressione, che viene riportata su un piccolo manometro posto sulla parte superiore della pentola. Se ad esempio desiderate che la pressione sia circa quindici bar, lasciate cuocere il pesce nella pentola per circa due o tre minuti. Togliete la pentola dal fornello non appena la cottura sarà completa, spostando il regolatore di pressione dal coperchio per permettere al vapore fuoriuscire. Aprite il coperchio solo quando tutta la pressione è uscita dalla pentola.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate però che non tutte le pentole a pressione hanno un regolatore di pressione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come montare un impianto fotovoltaico

Il sole costituisce un'immensa fonte di energia e ciò è dimostrato dalle numerose installazioni di impianti fotovoltaici: essi, come sappiamo, servono a consumare meno energia elettrica per risparmiare ed aiutare il nostro pianeta a diventare più pulito...
Economia Domestica

Come usare le pentole di coccio

Le pentole di coccio fanno parte della nostra tradizione culinaria, per anni sostituite dalle pentole in acciaio inox. Ultimamente capita di vedere le pentole di coccio in cucina, non esposte, ma sui fornelli accesi. Diverse sono le motivazioni che giustificano...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole antiaderenti

In cucina si utilizzano molteplici accessori per cucinare. Gli accessori più utilizzati oltre che piatti, bicchieri e posate, sono le pentole. Questo perché è l'accessorio che serve per cucinare le pietanze. Quando dobbiamo pulire le pentole antiaderenti,...
Pulizia della Casa

Come lavare le pentole di ghisa

La pulizia delle pentole di ghisa è molto semplice e facile da eseguire. E’ importante lavare le padelle con la massima cura e la massima attenzione, in quanto la ghisa, è un metallo che se non viene pulito correttamente, tende ad arrugginirsi. In...
Economia Domestica

Come sistemare le pentole in cucina

Gli amanti della cucina, non solo del mangiare ma anche del cucinare, sanno bene che ogni piatto necessita delle rispettive pentole per poterlo cucinare e ottenere buoni risultati. Ma nell'ambito culinario esistono tantissime tipologie di padelle e pentole,...
Economia Domestica

Come scegliere le pentole

Per nutrirsi in maniera salutare non basta solamente scegliere alimenti biologi, ma è assolutamente necessario saper anche scegliere il pentolame giusto per la cottura del nostro cibo. In commercio si trovano pentole di diversi tipi e materiali, però...
Pulizia della Casa

Come eliminare le incrostazioni dalle pentole

Cucinare è una vera passione per moltissime persone. La soddisfazione di preparare qualcosa di buono con le proprie mani è immensa, ma pulire i piatti è decisamente meno divertente. Talvolta infatti è davvero difficile eliminare i residui di cibo...
Economia Domestica

Come scegliere le pentole da cucina

Le donne amano avere una cucina rivestita di tutti i materiali necessari per la preparazione di dolci, e non solo. Tra i vari oggetti più utilizzati in cucina troviamo le pentole. In base alle ricette da preparare bisogna disporre di diverse pentole,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.