Come cucinare il pesce in una pentola a pressione

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le pentole a pressione forniscono un modo celere per cucinare i pasti; risulta infatti essere uno strumento che riesce a rendere fino a dieci volte più veloce la cottura rispetto al quella sul fornello o al forno. Queste pentole funzionano con il vapore, il quale viene prodotto dall'acqua o da altro liquido come il vino o il brodo. Il vapore fa aumentare la pressione e la temperatura all'interno della pentola, facendo cuocere il cibo all'interno. La maggior parte dei prodotti alimentari, tra cui il pesce, possono essere cucinati in una pentola a pressione. Vediamo insieme come fare.

26

Come prima cosa pulite il pesce e tagliatelo in modo che possa essere inserito nella pentola a pressione. Togliete il coperchio della pentola e versate un bicchiere d'acqua o altro liquido. Appoggiate il pesce sul sostegno del sottopentola e versate sopra un sottile strato di olio vegetale o extravergine d'oliva. Chiudete il coperchio della pentola a pressione, assicurandovi che sia correttamente bloccato in posizione, in modo che la chiusura sia ermetica. Posizionate il regolatore di pressione saldamente sul tubo di sfiato, che solitamente si trova al centro del coperchio. Impostate un basso livello di pressione sulla maniglia della pentola.

36

Ricordate però che non tutte le pentole a pressione hanno un regolatore di pressione; se questo non ci dovesse essere, saltate questo passaggio e impostate un qualsiasi timer a campanello presente in cucina per due o tre minuti. Questo eviterà di far cuocere troppo il cibo e consentirà di non farlo bruciare. A questo punto potete alzare la fiamma del fornello, tenendolo a fuoco medio. Posizionate la pentola a pressione sul bruciatore. Quando l'interno della pentola raggiungerà la pressione necessaria, noterete delle oscillazioni della lancetta del regolatore di pressione. Questo dovrebbe accadere circa tre o cinque volte al minuto.

Continua la lettura
46

Se invece succede più spesso, abbassate la fiamma del fornello per mantenere la quantità desiderata di pressione. Le pentole a pressione hanno una valvola che misurano la quantità di pressione, che viene riportata su un piccolo manometro posto sulla parte superiore della pentola. Se ad esempio desiderate che la pressione sia circa quindici bar, lasciate cuocere il pesce nella pentola per circa due o tre minuti. Togliete la pentola dal fornello non appena la cottura sarà completa, spostando il regolatore di pressione dal coperchio per permettere al vapore fuoriuscire. Aprite il coperchio solo quando tutta la pressione è uscita dalla pentola.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate però che non tutte le pentole a pressione hanno un regolatore di pressione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come cuocere i legumi nella pentola a pressione

Ecco pronta una nuova guida, attraverso il cui aiuto concreto ed anche unico, poter essere in grado di capire come e cosa fare per cuocere i legumi nella pentola a pressione, nel modo più semplice, veloce ed anche pratico possibile. Cuocere i legumi...
Economia Domestica

Guida ai tipi di cottura in pentola a pressione

La cucina è una stanza fondamentale per poter preparare da mangiare. In cucina troviamo i mobili, il frigorifero, la lavastoviglie, la cappa. Ma anche il forno, essenziale per preparare il pollo con le patate, e naturalmente troviamo il lavello. All'interno...
Economia Domestica

Come usare una pentola elettrica a cottura lenta

La pentola elettrica a cottura lenta rappresenta uno degli ultimi ritrovati nell'ambito della preparazione dei cibi. Molto diffusa anche in Italia, ha la caratteristica du saper cuocere immediatamente e in pochissimo tempo anche i cibi appena estratti...
Economia Domestica

10 modi per scrostare una pentola

Purtroppo a volte succede, in particolare quando si è ancora poco pratici ai fornelli, di bruciare il pasto e così incrostare le nostre belle pentole lucenti in acciaio. O magari lavorate in cucina, dove questi incidenti per via di tempistiche veloci,...
Economia Domestica

Come pulire una pentola bruciata

La pentola, che sia essa in acciaio inox o realizzata in materiale antiaderente, è soggetta, durante la cottura dei cibi, a bruciature e adesioni del cibo stesso sul fondo. Talvolta potrebbe capitare di dimenticare la pentola sul fuoco, causando la bruciatura...
Economia Domestica

Come aumentare la pressione dell'acqua senza autoclave

Il problema della pressione dell'acqua, è molto comune negli impianti domestici. Aumentare la pressione dell'acqua spesso è un compito scoraggiante in quanto ci sono molte cause che riducono la pressione dell'acqua, ma esistono anche molti rimedi sorprendentemente...
Economia Domestica

5 modi per aumentare la pressione dell'acqua

In alcune zone d'Italia specialmente nelle regioni aride e povere di corsi d'acqua come la Sicilia, è facile che, specialmente nella stagione estiva, l'acqua cominci a scarseggiare e non ci sia una pressione tale che le permetta di defluire fino agli...
Economia Domestica

Come controllare la pressione della caldaia

La pressione della caldaia dovrebbe mantenersi sempre su un livello costante, poiché la caldaia stessa riscalda l'acqua e la mantiene calda. Questi sistemi di riscaldamento sono resistenti e durevoli e possono funzionare per molti anni se sono ben mantenuti....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.