Come creare una candela al profumo di cioccolato

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Chi si diletta a realizzare gli oggetti di arredo per la propria casa con la tecnica del fai da te, e ama particolarmente completare l'arredamento con la decorazione di candele qua e là sparse per la casa, avrà certamente pensato anche alla realizzazione di candele profumate. In particolare, in questa guida, ci occuperemo di dare alcuni consigli su come creare una candela al profumo di cioccolato. Vi accorgerete di che atmosfera unica riuscirete ad ottenere una volta che avrete acceso la candela. E allora, buon lavoro e buon divertimento.

24

Cosa occorre per preparare la candela

Per la realizzazione di questo progetto, abbiamo bisogno di procurarci tutto il necessario. Occorre, prima di tutto la cera a scaglie (possiamo anche adoperare pezzi di cera avanzati da candele già utilizzate), olio essenziale all'aroma di cioccolato, stoppini. Questi sono gli ingredienti principali per realizzare le candele profumate. Vediamo adesso, nel pratico, come fare.

34

Come sciogliere la cera

Per prima cosa bisogna prendere un vecchio pentolino e versare al suo interno i pezzetti di cera avanzati dalle candele utilizzate, oppure le scaglie, se avete acquistato tutto il kit già pronto per l'uso. Sciogliete la cera a fiamma moderata, mescolando sempre con un bastoncino di legno per evitare che si attacchi e anche per velocizzare l'operazione. Una volta che la cera si sarà liquefatta potete versarla nel contenitore della forma che preferite. A questo punto potete versare qualche goccia di olio essenziale all'aroma di cioccolato nelle giuste proporzioni in base alla quantità di cera che avete utilizzato. Mescolate per bene.

Continua la lettura
44

Come applicare lo stoppino

Una candela non può chiamarsi candela se non presenta lo stoppino. Per inserire lo stoppino basterà semplicemente immergerne un capo e affondarlo fino alla base. Per farlo potrete aiutarvi con l'uso di uno stuzzicadenti (se la candela non è particolarmente alta), oppure con uno spiedino. È meglio effettuare questa operazione quando la cera non è completamente liquida ma leggermente solidificata, in modo tale da favorire la tenuta in piedi dello stoppino stesso. Non resta altro da fare che attendere alcune ore che la cera si solidifichi completamente. Potete accelerare questa fase immergendo il barattolo contenente la cera in un recipiente con dell'acqua fredda. A questo punto potete finalmente constatare che la cera sia perfettamente solidificata. Potete togliere la candela dal barattolo e accenderla per diffondere la sua golosa fragranza al cioccolato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come riciclare il cioccolato avanzato

Durante il periodo di Pasqua non c'è niente di meglio che gustare delle deliziose uova di cioccolato. Tuttavia terminato questo periodo può capitare di ritrovarsi con del cioccolato in eccesso e di non sapere bene che cosa farne. Invece di gettarlo...
Economia Domestica

Come utilizzare il cioccolato in maniera creativa

Il cacao si ottiene tramite una selezione molto accurata dei semi di cacao e lavorazioni di tostatura dei semi stessi. Il 70% di questi semi viene importato da paesi Africani. Al cacao vengono poi aggiunti degli aromi e ingredienti vari in base al prodotto...
Economia Domestica

Come riciclare i vecchi bicchieri di vetro

Chissà perché se guardiamo nello scolapiatti e dentro gli stipetti della cucina ci ritroviamo quattro o cinque serie di bicchieri spaiati? Uno lungo, uno corto, uno bianco ed uno ancora verde. I bicchieri si rompono facilmente e i servizi da dodici...
Economia Domestica

Come rendere impermeabili le scarpe

Ormai l'autunno è alle porte! Ciò comporta il classico cambio di armadio e i costumi lasciano il posto a cappottini e gonne di lana. Ma cosa dire delle vostre scarpe preferite in tela? Alla prima pioggia diventano inutilizzabili? Non c'è problema!...
Economia Domestica

5 consigli per seccare la lavanda

La lavanda è un fiore davvero straordinario non solo per il suo profumo incredibile, ma anche per il suo colore viola acceso. Si tratta di un fiore che spesso viene utilizzato per profumare la biancheria di tutti gli ambienti di casa. Per essiccare la...
Economia Domestica

I principali termometri da cucina

La cucina si sa, è un'arte, e come tale richiede professionalità e maestria. Se un tempo le massaie sapevano come cucinare e quale temperature erano adatte per particolari cibi, attualmente la tecnologia ha soppiantato l'intuito facilitando gran parte...
Economia Domestica

5 modi per riutilizzare l'olio da cucina usato

L'olio è, di sicuro, l'alimento che utilizziamo di più in cucina, presente in quasi tutte le ricette, sia dolci che salate. Un buon olio è, però, anche costoso ed è importante, per il risparmio delle spese domestiche, non sprecarlo. Ci sono vari...
Economia Domestica

Regali di Pasqua: idee alternative all'uovo

La Pasqua, è un periodo di festa meraviglioso amato soprattutto dai bambini.Il simbolo della Pasqua, è sicuramente l'uovo, ma se si vuole un po' cambiare la tradizione sbalordendo i piccoli di casa con dei regali diversi dal solito, eccovi in questi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.