Come creare un laghetto artificiale in giardino

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Avete un giardino grande e volete contornarlo di piante, fiori colorati ed un bellissimo laghetto per ricreare un ambiente tropicale? Se avete già provveduto alle colture, ecco una guida per voi su come creare un laghetto artificiale in giardino in pochi semplici passi. Di seguito tutte le informazioni sull'occorrente da reperire per la realizzazione del progetto e le varie fasi di realizzazione. Il vostro giardino diventerà un oasi dove riposare e trovare sollievo a fine giornata.

27

Occorrente

  • Telo morbido in pvc; scavo; pompa a circolo con filtro
37

Il primo passo è quello di identificare l'area più adatta al progetto. Scegliete una zona libera da radici e soprattutto non attraversata dai tubi dell'acqua. Inoltre si raccomanda di evitare gli scavi all'altezza di cantine o box; i laghetti col loro peso considerevole potrebbero creare delle fratture nei soffitti delle strutture menzionate.
Preso nota di queste informazioni preliminari, passate invece al materiale: è indispensabile l'acquisto di un telo morbido in PVC, che dovrà avere almeno un metro in più di lunghezza rispetto alla lunghezza dello scavo.

47

Nel momento in cui vi apprestate ad effettuare lo scavo, assicuratevi che abbia un gradino intermedio prima del fondo, sul quale potrete poggiare le piante acquatiche e rendere l'ambiente ancor più esotico. Inoltre potrete decorare il tutto con delle pietre, della ghiaia ed eventualmente degli elementi d'arredo come le anfore (o altri a vostra scelta). Terminato lo scavo, le cui profondità e lunghezza possono avariare a vostro piacimento, rivestitelo col telo in PVC di cui si è parlato nel precedente passo.
Coprite i bordi dello scavo con della malta o sabbia edile. Inoltre tenete in considerazione un dettaglio molto importante: l'estate prima o poi terminerà e lascerà spazio alla stagione delle piogge, durante le quali il vostro laghetto si riempirà e necessiterà di un canale di scolo. Effettuate quest'ultimo ad un bordo del laghetto, in modo che non sia troppo visibile e che confluisca in una grondaia o in una zona sabbiosa.

Continua la lettura
57

Passate poi alla cura dei dettagli. Una volta riempito il laghetto con l'acqua, potrete posizionare non solo le piante, ma anche i pesci, a patto che aspettiate che si crei il giusto equilibrio biologico tra piante e microorganismi all'interno dell'acqua. Inoltre sarebbe indicato inserire una cosiddetta pompa a circolo munita di filtro, che per una settimana ossigena l'acqua e crea le condizioni necessarie affinché nasca la fauna di decomposizione all'interno del filtro stesso. Al termine della settimana si possono poi posizionare le piante ed anche i pesci.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ponderate bene le misure e scegliete la giusta area per il laghetto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come realizzare un laghetto da giardino con la vetroresina

Arricchire il proprio giardino con una ventata di freschezza e originalità, è possibile, senza spendere somme esose, utilizzando un po' di fantasia e buona volontà. Per dare più vitalità allo spazio esterno della tua casa, potrai realizzare un laghetto....
Esterni

Come realizzare un laghetto nel giardino

Se abbiamo un giardino abbastanza ampio ed intendiamo ristrutturarlo in modo adeguato, possiamo abbellirlo con aiuole e bordure, ma soprattutto con un laghetto. Un giardino del genere, se ben allestito, è in grado di donare armonia e benessere, proprio...
Esterni

Come realizzare un laghetto in vetroresina

L'ingresso alla propria abitazione è una sorta di biglietto da visita. Un bel giardino pieno di verde e fiori colorati è sicuramente un buon modo per accogliere i propri ospiti rendendo tutto più accogliente. Il vostro giardino può diventare ancora...
Esterni

Come realizzare un laghetto

Se vogliamo rendere il nostro giardino più originale ed interessante, oltre naturalmente a fornirlo di piante variopinte, staccionate e suppellettili potremo anche decidere per un caratteristico laghetto artificiale, dove potremo inserire delle piantine...
Esterni

Le migliori piante acquatiche per il giardino

Il giardino rappresenta lo spazio progettato all'aperto maggiormente importante di qualunque villa o villetta a schiera, ovvero un reale biglietto da visita del proprio appartamento, che ne arricchisce lo stile esterno e lo rende molto gradevole da abitare....
Esterni

Come pulire un laghetto

In un giardino di nostra proprietà, non può di certo mancare un laghetto funzionante e del tutto naturale. Si tratta di una tipologia di arredo che conferisce estetica e vitalità, basti pensare a quanto sia importante la presenza dell'acqua nella cultura...
Esterni

Come ricreare un mini laghetto sul balcone

Come Ricreare Un Mini Laghetto Sul Balcone. Cosa c'è di più rilassante del gorgoglio dell'acqua di un laghetto o del godersi la vista delle ali di una libellula? Purtroppo non tutti possono permettersi un giardino e non tutti hanno il tempo per una...
Esterni

Come prendersi cura del laghetto delle ninfee

La ninfea è una pianta acquatica che appartiene alla famiglia delle Nymphaeaceae. Originaria dell’Asia, è ormai diffusa in tutto il mondo, comprendendo circa cinquanta varietà che si adattano a qualsiasi microclima. Alla stessa famiglia della ninfea...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.