Come creare un deumidificatore fai da te

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Senza dubbio l'umidità in eccesso è uno dei problemi che spesso si verifica nelle abitazioni, ed è un problema da non sottovalutare, in quanto può portare alle persone che vi abitano, disturbi respiratori, reumatismi, oltre a favorire la comparsa di muffa sulle pareti domestiche. Per evitare questi inconvenienti c'è bisogno di deumidificare l'ambiente, e se vogliamo evitare di acquistare un'apparecchiatura elettrica, possiamo ricorrere al metodo il fai da te. Vediamo allora come creare un deumidificatore.

26

Occorrente

  • Calza
  • Cloruro di calcio 300 gr
  • Recipiente di plastica o pentola grande
  • Listello di legno
36

I deumidificatori disponibili in commercio sono abbastanza costosi e si possono trovare sia specifici per questa funzione, oppure integrati al climatizzatore per l'aria calda e fredda. Per evitare un esborso economico abbastanza alto (un deumidificatore supera i 300 euro), vi spieghiamo come creare un deumidificatore comodamente a casa, senza spendere una cifra esagerata.

46

Per creare un deumidificatore dobbiamo procurarci innanzitutto del cloruro di calcio, che è reperibile in una drogheria o nei centri di bricolage. In genere la sostanza si trova in piccole palline di colore bianco oppure in scaglie. La funzione principale del cloruro di calcio è proprio quella di assorbire l'umidità, per cui si tratta di un elemento essenziale per la nostra creazione del deumidificatore. Una volta acquistato, prendiamo una calza da uomo e la riempiano di cloruro, annodandola alla fine. Adesso bisogna creare un apposito supporto su cui fissarlo, poiché dovendo poggiare ma non toccare un recipiente, deve quindi rimanere sospeso. In questo caso, prendendo una pentola o una bacinella di plastica abbastanza grande con le maniglie, possiamo agganciare a queste ultime un listello di legno in modo che taglia in due il diametro, e ci consente di appendere la calza con il cloruro di calcio. Lasciando la calza con il prodotto a base di calcio appesa per tutta la notte, la mattina seguente se l'ambiente è molto umido, sicuramente troviamo molta acqua sul fondo del recipiente; infatti il cloruro di calcio cattura l'umidità presente nell'aria, che per tracimazione attraverso la calza si deposita sul fondo del recipiente.

Continua la lettura
56

Con questo sistema, se utilizziamo un igrometro, possiamo constatare che effettivamente i valori di umidità sono più bassi, e quindi il nostro deumidificatore fai da te funziona perfettamente. Una volta al mese, tuttavia conviene cambiare il cloruro dalla calza, per tenerla sempre attiva contro l'umidità. L'acqua in accumulo, non conviene buttarla in quanto il sistema la rende di fatto simile a quella distillata, per cui la possiamo utilizzare per il ferro da stiro.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa con un deumidificatore

Eliminare la muffa non è solo una questione estetica. Sconfiggere la muffa è fondamentale per la salute di chi vive in un determinato ambiente, in quanto le spore di questo fungo possono provocare problemi a livello respiratorio come l'asma, le allergie,...
Economia Domestica

Deumidificatore: 5 errori di utilizzo

Il deumidificatore è un apparecchio che ha la funzione di ridurre il tasso di umidità presente nell'aria in locali interni. Il suo uso è semplice ma, per massimizzarne l'efficacia, è bene avere alcuni accorgimenti. Vi indichiamo di seguito 5 errori...
Economia Domestica

Come scegliere il deumidificatore adatto alla tua casa

I deumidificatori sono diventati un apparecchio indispensabile sia per le case che per gli uffici. Oltre a mantenere il massimo comfort, un deumidificatore può anche prevenire gravi danni alla casa che può essere colpita dall'eccessiva umidità presente...
Economia Domestica

Come scegliere il deumidificatore per la cantina

Le cantine sono luoghi necessari per conservare vari oggetti e utensili che in casa non trovano posto per questioni di spazio. Tuttavia c'è da ire che la loro caratteristica strutturale, le rende vulnerabili e maggiormente esposti a vari tipi di muffe...
Economia Domestica

Deumidificatore: 5 consigli per un corretto utilizzo

Se abbiamo problemi legati all'eccesso di umidità, in casa così come in cantina, possiamo avvalerci di uno strumento molto pratico e funzionale, che ci consente di ottenere giorno per giorno un ambiente secco e quindi evitandoci malanni e danni alle...
Economia Domestica

Come deumidificare la casa

In una casa, l'umidità può rappresentare un serio problema: essa, infatti, può causare muffa, cattivi odori e molti problemi di salute; per questo motivo, è necessario agire in via preventiva per non correre questi rischi. Molte persone preferiscono...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di umido dalla biancheria

Durante le stagioni più umide, facilmente la biancheria si impregna di quell'odore tipico di muffa, molto fastidioso e pungente. In genere, capita a seguito di una cattiva asciugatura. Altre volte, invece, quando i panni vengono lasciati in lavatrice...
Economia Domestica

Come evitare la formazione di muffa in bagno

Se la vostra stanza da bagno presenta periodicamente antiestetiche tracce di muffa, potete intervenire con metodi adeguati per evitare che possa generarsi di nuovo. Nello specifico si tratta di piccoli ma funzionali accorgimenti, atti ad ottimizzare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.