Come costruire una vasca per le tartarughe d'acqua

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Con una tartaruga in casa, bisogna partire con l'idea che più spazio c'è, meglio è. Si pensi alle dimensioni che raggiungerà la tartaruga una volta diventata adulta, specie se femmina. Si dimentichino, perciò, le vaschette "lager" con la palma di plastica e 2 cm d'acqua che si vendono abitualmente nei negozi. Le tartarughe hanno bisogno di una vasca adeguata in cui possano nuotare, di una zona asciutta dove muoversi, di sole (ma anche della possibilità di stare all'ombra), di una giusta alimentazione e di amore. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a costruire una vasca per le tartarughe d'acqua.

27

Occorrente

  • Sassi
  • Piante commestibili
  • Eventuali decorazioni
  • Vaschetta
  • Termoriscaldatori
  • Lampade
  • Filtro
37

L'habitat ideale per tenere al meglio una tartaruga d'acqua è un laghetto all'aperto, realizzabile in giardino. Ma per chi non ha un giardino, la soluzione migliore consiste nell'utilizzare un acquario di vetro o plexiglass, materiali facilmente lavabili e disinfettabili. Se la tartaruga è sotto i 10 cm di lunghezza si può usare un acquario delle dimensioni minime di 60x30x30 cm. Naturalmente man mano che l'animale crescerà, la vasca dovrà essere sostituita da una più grande.

47

La vasca dovrà essere fornita di una zona asciutta e facilmente raggiungibile dalla tartaruga, che potrà essere costituita da un pezzo di legno, sughero o da rocce. Attenzione alle piante di plastica, che possono ferire l'animale. Meglio piante vere e commestibili, che ossigenano l'acqua e rendono l'ambiente più naturale.

Continua la lettura
57

La temperatura ideale dell'acqua è di 24-26°C di giorno con una, non indispensabile, riduzione di circa 5 °C di notte. Tale temperatura si ottiene facilmente per mezzo di riscaldatori collegati a un termostato (termoriscaldatori acquistabili in qualsiasi negozio di animali, con spesa modica). Come è stato già detto, di vitale importanza per la salute della tartaruga è l'esposizione al sole. Durante le giornate calde e soleggiate, è un'ottima pratica permettere alle tartarughe di esporsi alla luce solare diretta, fornendo sempre la possibilità di ripararsi all'ombra. Si tenga presenta che la luce solare filtrata da un vetro o dal plexiglass non apporta raggi ultravioletti ed è perciò inutile.

67

Se questa esposizione non è possibile si possono utilizzare delle lampade che emettano lo spettro completo di radiazioni, compresi i raggi ultravioletti UVA e UVB. Anche queste lampade sono acquistabili presso negozi di animali ma non vanno confuse con le lampade per i pesci. La luce va lasciata accesa per 12-14 ore al giorno e la lampada va sostituita ogni 9-12 mesi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come arredare il giardino in stile zen

Calma e pacifica, la cultura giapponese non può che contribuire a dare un tocco di orientale in qualsiasi ambiente sia presente. In particolar modo, curare un giardino in stile zen vuol dire trasmettere energie positive, che si sprigionano attraverso...
Esterni

Come isolare tubi esterni dell'acqua

D'inverno può capitare che con l'abbassamento delle temperature, soprattutto nelle città più fredde, l'acqua nelle tubazioni esterne geli, impedendo o limitando drasticamente l'uso di acqua corrente nell'abitazione. Per quanto questo possa sembrare...
Esterni

Come risparmiare acqua nell'orto

Soprattutto durante il periodo estivo, diventa una priorità il risparmio dell'acqua. Nel rispetto della collettività dunque, è necessario attuare una serie di comportamenti che conducano in questa direzione. L'esigenza si fa ancora più pressante per...
Esterni

Come mantenere il corretto equilibrio chimico dell'acqua della piscina

Avere una piscina in casa è certamente la felicità di grandi e piccini, ma nello stesso tempo è anche molto impegnativo perché è fondamentale che l'acqua della piscina e la piscina stessa siano sempre perfettamente pulite. Naturalmente non è sufficiente...
Esterni

Come creare un nuovo punto acqua esterno

Se abbiamo un giardino ed intendiamo creare un punto acqua per poterlo agevolmente irrigare, quindi senza collegare nessuna cannula all'impianto idrico all'interno della casa, lo possiamo fare acquistando alcuni materiali e utilizzando pochi attrezzi....
Esterni

Come prelevare l'acqua dal pozzo con l'elettropompa

Prelevare l'acqua da un pozzo è un'operazione abbastanza lunga e complessa. Proprio per questo, per eseguire in modo rapido e semplice quest'operazione, esiste un'apposita pompa che vi consentirà di effettuare in modo drasticamente più veloce quest'operazione....
Esterni

Come costruire una piscina in giardino

Avere una piscina in giardino è uno dei sogni di chi ha una propria abitazione con giardino antistante. La sua costruzione potrebbe essere complessa se durante lo studio ed anche la creazione dei lavori non si tiene presente di diversi fattori fondamentali...
Esterni

Come costruire una fontana zen

All'interno di questa breve guida andremo a parlare di fontane zen. Nello specifico, come avrete già appreso tramite la lettura del titolo della guida stessa, andremo a concentrarci su Come costruire una fontana zen. Essa è diffusissima nel territorio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.