Come controllare se l'angolo a mattoni è perfetto durante la costruzione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Sia in fase preliminare che durante la costruzione possiamo controllare se due pareti realizzate a mattoni sono a squadro e, di conseguenza, se l'angolo è perfetto, utilizzando diversi metodi in base alle dimensioni dell'ambiente in cui operiamo.
Vediamo come effettuare tale operazione nel modo più semplice, veloce ed affidabile.

26

Occorrente

  • Squadra per muratori o mattonella quadrata/rettangolare
  • Rollina metrica o doppio metro snodabile
36

Nella realizzazione delle pareti di tamponamento, in particolare di un fabbricato realizzato in cemento armato, generalmente abbiamo pochissimo margine, nell'ordine di pochi millimetri, per correggere eventuali fuorisquadra dei muri, ciò è dovuto al fatto che è la stessa pilastratura ad obbligarci a seguire determinate linee.
Nella realizzazione di pareti libere a mattoni, invece, non avendo linee ed angoli "obbligati" possiamo procedere alla squadratura dei muri con l'utilizzo di attrezzi o accessori alla portata di tutti.

46

Nel caso in cui le due pareti che compongono l'angolo siano molto corte basta utilizzare una squadra per muratore (una L di metallo), composta da due bacchette di acciaio saldate appunto a squadro, quindi a 90°. Si posiziona la squadra a contatto dei due muri (nell'angolo) e se tutto lo squadro, quindi entrambe le bacchette, aderisce perfettamente alle pareti l'angolo è preciso. Se non si dispone di una squadra e non se ne vuole acquistare una, ci si può arrangiare utilizzando al suo posto una mattonella da pavimento o rivestimento, di forma quadrata o rettangolare, possibilmente di grandi dimensioni.

Continua la lettura
56

Se i muri sono abbastanza lunghi il miglior sistema è quello di applicare il teorema di Pitagora.
In un triangolo rettangolo la somma delle aree dei due quadrati costruiti sui cateti è uguale all'area del quadrato costruito sull'ipotenusa. Detto così puo apparire complicato ma l'applicazione pratica del teorema è semplicissima.
Su una parete si segna un punto a 3 metri lineari dall'angolo, sull'altra parete si segna un altro punto a 4 metri lineari sempre dall'angolo e la distanza fra i due punti segnati deve misurare precisamente 5 metri lineari. Per tale misurazione si può utilizzare una qualsiasi rollina metrica o semplicemente un doppio metro snodabile.
Naturalmente nel caso in cui le pareti dovessero essere di misura inferiore utilizzeremo dei sottomultipli, al contrario se si tratta di distanze maggiori ricorreremo ai multipli, es.: 1.5/2/2,5, 3/4/5, 6/8/10, ecc.
Tale sistema di squadratura può essere utilizzato in moltissimi settori ed applicato ad ogni tipo di costruzione, dalle realizzazioni di carpenteria civile alla costruzione di strutture in legno o per la squadratura di terreni per impianti frutticoli ecc.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In caso di applicazione del teorema di Pitagora misurare tutti i punti con la massima precisione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come costruire una parete di mattoni

Ristrutturare casa indubbiamente è il momento buono per rinnovare e dare sfogo alla nostra fantasia, però spesso ci si scontra con il costo dei lavori che limita e, porta a modificare le idee creative nate prima di aver fatto i conti. Quante rinunce...
Ristrutturazione

Come Praticare un'apertura in un muro di mattoni

Una casa a volte può comportare due tipi di interventi: una manutenzione ordinaria ed una straordinaria. A quest'ultima categoria appartengono i lavori che comportano la demolizione di opere murarie oppure la loro costruzione. Spesso per migliorare la...
Ristrutturazione

Come applicare lo stucco veneziano sui mattoni

La chiave per l'uso dello stucco veneziano sta principalmente nell'applicare degli strati sottili, creando così l'impressione di profondità e lucentezza simile a quella del marmo. Questa tecnica richiede non solo una speciale applicazione dell'intonaco,...
Ristrutturazione

Come costruire un vialetto di mattoni e legno

I vialetti sono adatti, o per meglio dire indispensabili, in certe ville o orti, ecc per camminarci in mezzo senza andare sul terreno.La loro costruzione è davvero molto semplice e anche divertente se siete degli appassionati del fai da te.Vi basterà...
Ristrutturazione

Come Realizzare Un Fondo Resistente Nella Costruzione Di Un Sentiero

Il momento in cui si decide di realizzare un sentiero, una delle operazioni fondamentali per costruire una struttura solida e soprattutto stabile evitando eventuali cedimenti è una buona preparazione del fondo, usando materiali adeguati e seguendo i...
Ristrutturazione

Come rivestire le pareti interne con i mattoni

Le pareti di mattoni venivano realizzare nelle vecchie costruzioni rustiche ed erano lasciate allo stato grezzo per evitare di sostenere ulteriori costi per l'intonacatura. Oggi, invece, i muri interni di mattoni sono diventati una vera e propria tendenza,...
Ristrutturazione

Come pavimentare con mattoni autobloccanti

I mattoni autobloccanti rappresentano la soluzione ideale per chi desidera aggiungere una pavimentazione esterna senza dover eseguire dei massicci lavori per l'installazione. Questi mattoni, infatti, poiché vanno incastrati l'uno nell'altro, non necessitano...
Ristrutturazione

Come decorare casa con mattoni a vista

Chi non ha mai sognato di vivere in un loft di New York? Ovviamente non possiamo garantire lo stesso panorama ma una cosa è certa: si può benissimo ricreare la stessa atmosfera. Come? Non è difficile se deciderai di decorare una parete di mattoni a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.