Come controllare la pressione della caldaia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La pressione della caldaia dovrebbe mantenersi sempre su un livello costante, poiché la caldaia stessa riscalda l'acqua e la mantiene calda. Questi sistemi di riscaldamento sono resistenti e durevoli e possono funzionare per molti anni se sono ben mantenuti. Parti danneggiate o rotte su una caldaia possono portare a perdite di monossido di carbonio, che è un gas mortale che può causare gravi lesioni e morte. Una delle fasi di manutenzione molto importante è il controllo dei livelli di pressione della caldaia: eseguire regolarmente questo controllo manterrà la casa al caldo e al sicuro. Vediamo allora come controllare la pressione della caldaia.

27

Occorrente

  • Caldaia
  • Manometro
37

Leggere il manometro della caldaia

Tutte le caldaie hanno un manometro che indica la pressione all'interno. Questo indicatore si trova generalmente sulla facciata principale e indica se la pressione nella caldaia è normale, alta o bassa. Per poter leggere correttamente il manometro della caldaia, bisogna innanzitutto sapere che la pressione di ogni caldaia dovrebbe essere compresa tra 1,2 e 1,5 bar. Nel caso in cui la pressione sia troppo bassa o troppo alta, è possibile controllarla ruotando le due valvole fino a raggiungere il livello normale.

47

Alzare la pressione

Se la pressione della caldaia è troppo bassa, per alzarla il processo è semplice: individuare le due valvole di riempimento ed aprire completamente una delle due. Aprire lentamente anche la seconda valvola, osservando come reagisce l'ago (o il sistema di luci di segnalazione) sul manometro. Attendere che l'ago raggiunga il centro della zona verde, ma potrebbe fermarsi anche all'inizio di questa zona senza andare molto oltre anche se si apre completamente la valvola. Ciò è solitamente dovuto al fatto che il sistema idrico della casa è dotato di un riduttore di pressione, essenziale per alcuni dispositivi (in particolare le caldaie). Quando l'ago si ferma nella zona verde, chiudere completamente la seconda valvola, dopodiché anche la prima, ma senza bloccarle.

Continua la lettura
57

Abbassare la pressione

Se la pressione della caldaia aumenta continuamente nonostante entrambe le valvole siano chiuse, per abbassarla occorre controllare che entrambe le valvole di riempimento siano ben chiuse ed eventualmente bloccarle. Se la pressione non accenna a diminuire, spegnere immediatamente la caldaia e contattare un tecnico specializzato. Tuttavia, la maggior parte delle caldaie è dotata di una valvola di sicurezza che ne blocca il funzionamento nel caso in cui la pressione dovesse superare i 3 bar.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggere sempre il manuale prima di eseguire qualsiasi operazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come installare una caldaia combinata

Con l'arrivo dell'inverno non si può fare a meno di accendere i riscaldamenti. Anche i consumatori più attenti, sanno che l'accensione della caldaia comporta dei costi notevoli, specialmente se si utilizza il gas metano. Un notevole risparmio sulla...
Economia Domestica

Come regolare la caldaia per risparmiare

Il risparmio energetico è di fondamentale importanza, per gestire il proprio budget economico a disposizione. Il modo migliore per farlo nel periodo invernale, è di regolare a puntino la caldaia. A tale proposito in questa guida ci sono i suggerimenti,...
Economia Domestica

5 consigli per la manutenzione della caldaia

La caldaia è uno degli elettrodomestici indispensabili per qualsiasi abitazione ed è in grado di fornire calore ai termosifoni che si hanno in casa e naturalmente acqua calda. Le dimensioni e la potenza di una caldaia, vengono scelte in base ai metri...
Economia Domestica

Come ridurre i consumi della caldaia

Soprattutto in inverno si vorrebbe poter ridurre i consumi della caldaia, perché, se è vero che un dolce tepore all'interno della propria casa è quanto mai piacevole, è purtroppo vero anche il fatto che le bollette per il consumo energetico hanno...
Economia Domestica

Come scegliere un ferro da stiro con caldaia

Nonostante vi siano, in commercio, un gran numero di ferri da stiro di qualunque tipologia, quelli maggiormente utilizzati e apprezzati sembrano essere quelli con caldaia. Pare, infatti, che garantiscano una migliore qualità di stiratura. Ma anche i...
Economia Domestica

Caldaia: 5 consigli per la manutenzione

Durante la stagione invernale se abbiamo installato in casa un buon impianto di riscaldamento, trascorriamo anche le giornate più rigide, al calduccio sul nostro tranquillamente riscaldati. Sicuramente l'impianto a gas è quello più indicato in un...
Economia Domestica

Come isolare un locale caldaia in metallo

Per installare una caldaia occorre tener presente numerosi aspetti. Innanzitutto bisogna studiare la collocazione della caldaia, per vari motivi. Le tubature devono presentare una buona disposizione per evitare un'inutile dispersione. Inoltre dobbiamo...
Economia Domestica

Come effettuare la manutenzione della caldaia da soli

Con l'arrivo dell'inverno sappiamo bene che occorrerà accendere i sistemi di riscaldamento, ed è fondamentale verificare se l'impianto funziona bene. Quando abbiamo una caldaia che alimenta l'impianto di riscaldamento della nostra casa, è importante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.