Come conservare le sardine sotto sale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Quando si tratta di cibo, è molto importante conoscere i principali metodi con cui esso va conservato. Grazie a diverse tecniche, possiamo gustare una vasta gamma di alimenti anche a distanza di mesi dalla loro preparazione. Il pesce, ad esempio, richiede dei particolari accorgimenti per quanto riguarda la conservazione. Spesso si adottano il sale, l'olio e l'aceto per mantenere intatto il sapore di alici, acciughe e sardine. Queste ultime, soprattutto, possono durare per mesi interi se riposte in modo corretto all'interno di recipienti idonei. Vediamo nello specifico come conservare le sardine sotto sale seguendo le indicazioni presenti qui di seguito.

27

Occorrente

  • Sardine fresche
  • Barattolino di vetro con chiusura ermetica
  • Sale grosso q.b.
  • Conoscenze di base sulla tecnica della salagione
37

Pulire le sardine

La prima cosa da fare è sicuramente pulire le sardine per prepararle alla conservazione sotto sale. Riforniamoci dal nostro pescivendolo di fiducia, che ci farà trovare del pesce sempre fresco. Una volta a casa, indossiamo un paio di guanti e prepariamoci a rimuovere le squame dalle sardine. Passiamo le dita sul dorso dei pesci, poi tagliamoli a metà in senso longitudinale. Ora dovremo privarli delle interiora e della testa, lasciando però la pinna caudale attaccata. Per pulire le sardine non occorre usare l'acqua, poiché sarà il sale a svolgere un'azione antisettica. Ora vediamo come fare per conservare le sardine appena pulite ed eviscerate nel migliore dei modi. Possiamo fare altrettanto anche con le alici, le sarde e le acciughe. I pesci sono molto simili tra loro, quindi si conservano perfettamente con la tecnica sotto sale.

47

Collocare le sardine in un contenitore

Ora che abbiamo pulito le sardine, dobbiamo preparare adeguatamente il contenitore in cui conservarle. Un vasetto in vetro potrebbe essere il recipiente più adatto, soprattutto se provvisto di chiusura ermetica. Prima di collocarvi il pesce all'interno, però, dobbiamo sterilizzare il contenitore. Mettiamolo in una pentola e aggiungiamo dell'acqua fredda del rubinetto. Ora dobbiamo portarla ad ebollizione. In questo modo il barattolino verrà sterilizzato completamente. Naturalmente dovremo mettere in pentola anche il coperchio ed eventuali guarnizioni. A questo punto possiamo iniziare a inserire i piccoli pesci, uno alla volta, fino a formare il primo strato. Facciamo attenzione a riempire completamente il fondo del vasetto di vetro, o comunque gran parte di esso.

Continua la lettura
57

Aggiungere il sale e conservare

Dopo aver disposto le prime sardine nel contenitore di vetro, dovremo aggiungere il sale necessario a conservarle. Cospargiamole con questo saporito condimento in granuli bianchi, quindi organizziamo un secondo strato con le altre sardine pulite. Andiamo a spolverare anche queste ultime con il sale. Ripetiamo il medesimo passaggio finché non avremo riempito completamente il barattolino. Al termine dovremo mettere il sale a copertura. Arriviamo quasi all'orlo del contenitore, quindi chiudiamo per bene. Ora potremo lasciare le sardine a riposo per un paio di mesi. Controlliamo di tanto in tanto il livello di sale nel contenitore. Se lo vedremo diminuire, dovremo aggiungerne un po' per ricoprire il pesce. Al momento della consumazione, possiamo rimuovere il sale in eccesso sciacquando le sardine sotto il getto d'acqua.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare categoricamente di utilizzare l'acqua per pulire le sardine, altrimenti farà sciogliere il sale in fase di conservazione
  • Controllare lo stato del sale dopo 2 mesi di conservazione. Se diminuisce, aggiungerne un altro pizzico per continuare con la conservazione delle sardine.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare i cibi sotto sale

Il sale è un prodotto naturale, sia marino che terrestre (sale di montagna), che si presta a diversi usi in svariati ambienti, nel condimento di cibi, nella medicina alternativa, nel trattamento estetico. È in cucina, tuttavia, che il sale esprime tutto...
Economia Domestica

Come conservare le acciughe salate sott'olio

Chi di noi non conosce le acciughe sott'olio? Si tratta di un alimento che può essere utilizzato in tantissimi modi, come per esempio per condire la pizza, preparare bruschette o per realizzare gustosi primi piatti. Prepararle in casa è semplicissimo...
Economia Domestica

Come conservare a lungo le alici marinate

Nell'alimentazione bisogna comprendere qualunque pietanza salutare per l'organismo umano. Sono assolutamente da consumare le verdure fresche, la frutta di stagione, la carne bianca e le varie tipologie di pesce. Con riferimento a quest'ultima categoria...
Economia Domestica

Come conservare le piante aromatiche

Il termine di pianta aromatica indica quella pianta che ha odore gradevole e serve per caratterizzare alcune pietanze con il suo profumo essenziale. Alcune piante non vengono impiegate in ambito culinario solo per dare un tocco originale al piatto, ma...
Ristrutturazione

Come pulire i pennelli dai colori ad olio

L'arte è un piacere per gli occhi e per lo spirito, sia per chi pratica la tecnica, sia per chi ne beneficia e l'abbraccia con uno sguardo all'interno dei musei o nelle esposizioni. Ma ogni tecnica porta con sé le sue difficoltà, che non si esauriscono...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di rabarbaro

Il rabarbaro è una pianta di tipo perenne che cresce in molti giardini e cortili; infatti, oltre ad utilizzarlo per preparare dei liquori, si può aggiungere a marmellate, gelatine, salse e crostate per dargli un certo sapore. Le foglie della pianta...
Economia Domestica

Come conservare le cipolle sott'olio

Se nel periodo primaverile acquistiamo un buon quantitativo di cipolle, ed in particolare quelle più piccole comunemente conosciute con l'appellativo di "cipolline novelle", possiamo approfittarne per conservarle a lungo per i mesi invernali. Il tipo...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di barbabietola

Quando si acquistano le barbabietole solitamente si acquista solo la parte più grossa escludendo le foglie, parte ritenuta erroneamente come scarto dell'ortaggio. A differenza di quanto si crede, le foglie della barbabietola sono non solo commestibili,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.