Come conservare le radici di ginseng

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il ginseng proviene dall'Asia e la radice di questa pianta viene spesso usata per mille motivi, infatti è da tempo ormai che le sue caratteristiche utili all'organismo sono note e apprezzate da tutti. I suoi principi attivi apportano numerosi benefici, tra cui la diminuzione dello stress, il trattamento per il raffreddore ed è un eccellente antiossidante contro l'invecchiamento oltre a migliorare la circolazione. Tuttavia, le varietà di ginseng sono assai numerose; tra le principali ricordiamo quella siberiana, coreana e americana. In effetti, questa radice è stata da sempre utilizzata in diversi modi un po' ovunque, basti pensare che si può trovare in commercio anche il caffè al ginseng. Per ottenere questa bevanda la radice di ginseng viene importata dalla Malesia e poi trattata e aggiunta al caffè per ridurre la caffeina. Esiste anche il cioccolato o il tè al ginseng, dove la radice viene usata per aromatizzare. Comunque sia la stessa viene venduta sul web, al supermercato e pure in erboristeria dove la si può acquistare secca per preparare degli ottimi infusi. A questo punto, non resta altro che vedere insieme come conservare le radici di ginseng.

26

Occorrente

  • Radice di ginseng, acqua, coltello, vassoi, contenitore con coperchio, padella, zucchero
36

Lavare la radice

Dopo aver acquistato la radice di ginseng, la prima cosa da fare per una conservazione più duratura è quella di lavarla per bene togliendo con l'acqua tutti i vari residui. In seguito si taglia a pezzetti piccoli che vanno poi distesi su vassoi o cassette. Riporre questi ultimi al chiuso e al buio, in una zona ventilata, e alla temperatura che può variare dai 20° C ai 30° C.

46

Far essiccare

A questo punto, la radice di ginseng a pezzetti deve essere lasciata stare per circa 5 giorni perché questa è la fase dell'essiccazione. Solo dopo aver aspettato il tempo necessario sarà possibile conservare la radice in vasi o contenitori da chiudere con il tappo, ermeticamente.

Continua la lettura
56

Consumare il ginseng

Dopo l'essiccazione la radice di ginseng può essere consumata in modi diversi come per esempio in polvere, tritando i pezzi secchi della radice. Tuttavia in commercio, questa fantastica radice la si può trovare concentrata e liquida come se fosse un estratto oppure in granuli che servono per ottenere il tè istantaneo o in sciroppo per conservare al meglio le sue caratteristiche. Quest'ultimo modo di conservare la radice di ginseng è molto facile da preparare, infatti sarà sufficiente fare un infuso e poi passarlo in padella a fuoco basso con lo zucchero. Il risultato è uno sciroppo gradevole che toglierà il gusto assai deciso del ginseng.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia di non consumare esageratamente la radice di ginseng, ma di usarla con cautela

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come realizzare l'Intonaco per l'affresco

La tecnica dell'affresco non è una semplice pittura su muro, ma un procedimento pittorico che richiede una preparazione specifica dell'intonaco. Su questo, andremo poi ad applicare il colore, fino a quando non si fonderà letteralmente in esso. A tal...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di timo

Le erbe aromatiche sono degli ingredienti sempre presenti nelle cucine italiane. Queste riescono ad insaporire ulteriormente i piatti, conferendo loro un sapore particolare ed un profumo inconfondibile. Molte persone avranno sicuramente qualche piantina...
Economia Domestica

Come essiccare e conservare le piante aromatiche

Se desideri conoscere delle valide tecniche per essiccare e conservare efficacemente le tue piante aromatiche, ti consiglio di leggere con attenzione i pochi consigli di questo tutorial, perché ti fornirò alcuni semplici consigli apparentemente banali...
Economia Domestica

Come essiccare in casa la frutta

L'essiccazione, naturale o con macchinari specifici, consente di non sprecare nulla. Metodo di conservazione antichissimo, non prevede ulteriori ingredienti come sale, olio, zucchero o aceto. Frutta e verdura non alterano i valori nutrizionali o la loro...
Economia Domestica

Come conservare i mandarini cinesi

Gli agrumi sono i frutti più nutrienti e la loro grande quantità di vitamina C preserva il nostro organismo dall'attacco di infezioni o batteri. Le arance, i limoni e i mandarini rappresentano oramai un must delle nostre tavole, soprattutto durante...
Economia Domestica

Come congelare le fave secche

Le fave sono delle verdure che in estate trovano la stagione ideale per la coltivazione. Chi ama queste verdure sa che possono essere preparate in tanti modi diversi e che si prestano bene a mille ricette. Queste si possono utilizzare anche secche, per...
Economia Domestica

Come essiccare le fette di arance

Le fette di frutta secca come quelle dell'arancia sono un ottimo modo per conferire alla nostra casa un aspetto rustico e naturale. Ma oltre a questo, sono fragranti e possono essere aggiunte alle miscele di pot-pourri, ghirlande e festoni. Inoltre, possono...
Pulizia della Casa

Olio per manutenzione del legno di frassino

Il legno di frassino presenta delle qualità che permettono il suo impiego in diversi settori. Si tratta, infatti, di un tipo di legname molto resistente e allo stesso tempo flessibile e leggero. Il suo colore è relativamente chiaro (oscilla tra biondo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.