Come conservare le prugne secche

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La prugna è un frutto originario dell' Asia ricco di vitamine (C, B1, B2, A) e sali minerali (potassio, calcio, magnesio e fosforo). Le prugne sono un alimento salutare e apportano numerosi benefici al nostro organismo. Svolgono un' azione antivirale e antibatterica, aiutano a regolare il colesterolo e la pressione cardiaca, combattono le smagliature e le rughe ed hanno notevoli proprietà diuretiche e depurative. Tutte queste proprietà raggiungono il massimo di efficienza quando le prugne sono secche. In questa guida andremo a vedere dunque come essiccare e conservare le prugne secche.

27

Occorrente

  • Prugne, forno, barattoli sterilizzati ed ermetici
37

Preparazione

Il procedimento di essiccazione è piuttosto semplice anche se richiederà abbastanza tempo. Per prima cosa lavate accuratamente i frutti dopodiché asciugateli. Ora si passa alla fase di snocciolatura. Tagliate a metà le prugne lasciandole attaccate da un lato, così che una volta essiccate risulteranno come un frutto intero e non due metà, e asportate i noccioli. Immergete ora le prugne in acqua bollente per non più di un minuto (dovrete infatti solo scottarle e non cuocerle), scolatele e lasciatele ad asciugare.

47

Essiccazione

Disponete le prugne su una teglia coperta con della carta da forno evitando di sovrapporle. Infornatele a 120 ° per un' ora circa controllando che perdano l' acqua e cercando di non farle seccare completamente. Vi è anche un altro metodo di essiccazione sicuramente più "naturale" ma richiedente molto più tempo e condizioni meteo favorevoli. I frutti possono infatti anche essere lasciati ad essiccare al sole; in questo caso andranno disposti su delle teglie (coprendoli con un telo) e lasciati al sole per una decina di giorni ritirandoli in casa la sera.

Continua la lettura
57

Conservazione

Se avete fatto essiccare le prugne in forno lasciatele raffreddare direttamente nello stesso. Una volta completata l' essiccazione riponete le prugne in dei barattoli sterili a chiusura ermetica così che saranno protette da qualsiasi tipo di agente esterno e si conserveranno più a lungo. I barattoli andranno riposti in luoghi freschi, asciutti, lontano da fonti di calore e dall'umidità ed al buio. In questo modo le vostre prugne manterranno il loro sapore e le loro proprietà nutritive intatte.

67

Utilizzi

Siete quindi pronti a gustare le vostre prugne secche. Potete mangiarle come snack durante la giornata, la sera come dolce o utilizzarle nella preparazione di crostate, marmellate o biscotti. Sono anche ottime prima o dopo lo sport dato il loro apporto energetico ed l' elevato contenuto di potassio. Insomma la scelta sta a voi

.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Conservare i barattoli in luoghi freschi, asciutti ed al buio

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come preparare la confettura di prugne

Molto spesso viviamo alcune nostre giornate annoiati e svogliati. In questi casi bisogna in un certo qual modo prendere in mano la situazione, e dedicarsi in maniera decisa verso qualche attività produttiva. In cucina possiamo ad esempio prendere in...
Economia Domestica

Come congelare le fave secche

Le fave sono delle verdure che in estate trovano la stagione ideale per la coltivazione. Chi ama queste verdure sa che possono essere preparate in tanti modi diversi e che si prestano bene a mille ricette. Queste si possono utilizzare anche secche, per...
Economia Domestica

Come decorare con le fette di arance secche

Se dobbiamo organizzare una festa, possiamo utilizzare delle arance come decorazione. Si tratta infatti di tagliare a fette gli agrumi e farli essiccare. Ricavarne simpatici oggetti da appendere alla parete o allo stesso albero di Natale. In questa...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di girasole

Uno dei fiori senza dubbio più belli che madre natura abbia mai creato è il girasole, non soltanto per il colore così acceso, un giallo accecante, ma anche perché quando notiamo le distese immense di questi fiori, è naturale che la nostra anima sia...
Economia Domestica

Come conservare le albicocche per l'inverno

La frutta è un alimento molto gradito, perché è bella, colorata e ha una vasta gamma di sapori. Ricca di sali minerali, acqua, zuccheri e vitamine, completa i pasti e sostituisce le merende tradizionali. Alcuni frutti si possono trovare in tutte le...
Economia Domestica

Come conservare il sedano

Il sedano insieme al prezzemolo, all'alloro e al basilico, fa parte delle piante aromatiche; il suo sapore delicato rende soprattutto i brodi più gustosi. Il sedano viene utilizzato in molte ricette e nella maggior parte dei casi è impiegato anche come...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.