Come conservare le patate tagliate

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le patate sono un vero jolly della cucina, possono essere fritte, arrostite, bollite, fatte al forno, in padella, al cartoccio e al microonde. Sono la base di purè, crocchette, gnocchi, gateau. A volte però, non abbiamo molto tempo per realizzare le ricette che ci piacerebbe proporre, magari ci mancano proprio quei dieci minuti che servono per lavare, pelare e tagliare le patate. Una soluzione sarebbe quella di tagliarle prima, conservarle e averle a disposizione per quando ci servono. È possibile, con alcuni accorgimenti. Vediamo come conservare le patate tagliate.
Le patate che invece decidiamo di non utilizzare, vanno conservate al riparo dalla luce diretta, dal calore e dal freddo. La temperatura ideale non dovrebbe essere superiore a 10°. Se non disponiamo di una cantina, un ripostiglio o un magazzino, possiamo conservare le patate in cucina, in un mobile chiuso, in un cestino, in un sacchetto di carta o in una retina, oppure coperte da uno strofinaccio per evitare che vengano a contatto con la luce. Non utilizzare mai contenitori ermetici o buste di plastica, piuttosto lasciarle nella retina nella quale vengono vendute solitamente.

26

Occorrente

  • Patate
  • Acqua fredda
  • Sale
  • Aceto
36

Per qualche ora

Se abbiamo un po' di tempo, ma è troppo presto per cucinare, possiamo portarci avanti iniziando a tagliare le patate che ci serviranno di lì a qualche ora. Lavare quindi le patate, privarle della buccia, tagliarle a pezzi, metterle in una ciotola riempita con acqua fredda e un cucchiaino raso di sale. Il sale ne impedirà l'annerimento.
Appoggiare la ciotola su un mobile fino al momento di dover cucinare le patate.

46

Per 2 o 3 giorni

Se prevediamo di aver bisogno delle patate già tagliate nei prossimi 2 o 3 giorni, dobbiamo prendere le patate, lavarle, pelarle, tagliarle a pezzi, metterle in una ciotola riempita con acqua fredda e qualche goccia di aceto. Mettere in frigorifero, e utilizzare entro 3 giorni. Attenzione, questa è l'unica situazione in cui si possono mettere le patate non cotte in frigorifero, grazie alla presenza dell'aceto che le preserva dalla fermentazione. Temperature inferiori ai 6 gradi infatti, cambiano il sapore delle patate, che quindi non vanno mai conservate in frigorifero da crude, neanche con la buccia.

Continua la lettura
56

Per qualche mese

Se vogliamo una scorta di patate già tagliate, ma non sappiamo quando le utilizzeremo, possiamo congelarle con questo procedimento: lavare, sbucciare e tagliare a pezzi le patate; farle bollire per 1minuto in acqua bollente, farle asciugare, metterle negli appositi sacchetti freezer e congelarle.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando si puliscono le patate, eliminare sempre eventuali germogli, e non utlizzare patate che presentano la buccia verde poichè tossiche.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare patate e cipolle durante l'inverno

Se avete un grande quantitativo di patate e cipolle, per conservarle tutto l'inverno, bisogna rispettare alcune regole basilari. Ed adottare dei semplici ma importanti accorgimenti. In questa guida, vi illustreremo in modo dettagliato, come conservare...
Economia Domestica

Come conservare gli gnocchi di patate per il giorno dopo

Gli gnocchi di patate sono un delizioso primo piatto che, in molte regioni italiane, è riservato ad allietare i giorni di festa. Da piatto povero e "di recupero", nel tempo è diventato un best seller della gastronomia e risulta una meravigliosa alternativa...
Economia Domestica

Come conservare le patate

La patata è un tubero originario dell'America, molto comune e utilizzatissimo all'interno delle nostre case. Esistono una marea di ricette che comprendono questo alimento, dalle classiche patatine fritte ai più elaborati e complicati piatti. La patata...
Economia Domestica

Come conservare 10 tipologie di frutta e verdura

La frutta e la verdura rappresentano i generi alimentari più sani ed utili ad un'alimentazione quotidiana equilibrata, all'insegna del benessere. Ma la frutta e la verdura hanno bisogno di essere conservate nel modo più corretto, allo scopo di conservarne...
Economia Domestica

Come conservare aglio e cipolla

Avere in casa una buona scorta di aglio e cipolla è fondamentale per evitare di trovarsi sprovvisti di due degli ingredienti fondamentali proprio nel momento in cui ci si accinge a mettersi ai fornelli. L'aglio e la cipolla sono note piante bulbose che...
Economia Domestica

Come conservare frutta e verdura in estate

In estate, si sa, a causa delle alte temperature che ci fanno sudare molto e, di conseguenza, perdere sali minerali, è importante consumare frutta e verdura a volontà. Il problema sorge quando dobbiamo mantenerla a lungo e in buono stato: non è così...
Economia Domestica

Come conservare lo zenzero sott'olio

Probabilmente avete acquistato un grande pezzo di radice di zenzero fresco. Ma sapete bene che non lo userete tutto, ma solo un pizzico per ogni ricetta. Proprio per questo un pezzo di radice di zenzero potrebbe consumarsi tutto dopo diverse settimane....
Economia Domestica

Come conservare l'erba cipollina fresca

L'erba cipollina è una spezia gustosa e facile da abbinare. Si coltiva con grande semplicità in vasetti o nell'orto. Cresce senza grandi problemi e senza bisogno di particolari cure. L'erba cipollina inoltre si abbina facilmente a molte pietanze. Il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.