Come conservare le patate tagliate

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le patate sono un vero jolly della cucina, possono essere fritte, arrostite, bollite, fatte al forno, in padella, al cartoccio e al microonde. Sono la base di purè, crocchette, gnocchi, gateau. A volte però, non abbiamo molto tempo per realizzare le ricette che ci piacerebbe proporre, magari ci mancano proprio quei dieci minuti che servono per lavare, pelare e tagliare le patate. Una soluzione sarebbe quella di tagliarle prima, conservarle e averle a disposizione per quando ci servono. È possibile, con alcuni accorgimenti. Vediamo come conservare le patate tagliate.
Le patate che invece decidiamo di non utilizzare, vanno conservate al riparo dalla luce diretta, dal calore e dal freddo. La temperatura ideale non dovrebbe essere superiore a 10°. Se non disponiamo di una cantina, un ripostiglio o un magazzino, possiamo conservare le patate in cucina, in un mobile chiuso, in un cestino, in un sacchetto di carta o in una retina, oppure coperte da uno strofinaccio per evitare che vengano a contatto con la luce. Non utilizzare mai contenitori ermetici o buste di plastica, piuttosto lasciarle nella retina nella quale vengono vendute solitamente.

26

Occorrente

  • Patate
  • Acqua fredda
  • Sale
  • Aceto
36

Per qualche ora

Se abbiamo un po' di tempo, ma è troppo presto per cucinare, possiamo portarci avanti iniziando a tagliare le patate che ci serviranno di lì a qualche ora. Lavare quindi le patate, privarle della buccia, tagliarle a pezzi, metterle in una ciotola riempita con acqua fredda e un cucchiaino raso di sale. Il sale ne impedirà l'annerimento.
Appoggiare la ciotola su un mobile fino al momento di dover cucinare le patate.

46

Per 2 o 3 giorni

Se prevediamo di aver bisogno delle patate già tagliate nei prossimi 2 o 3 giorni, dobbiamo prendere le patate, lavarle, pelarle, tagliarle a pezzi, metterle in una ciotola riempita con acqua fredda e qualche goccia di aceto. Mettere in frigorifero, e utilizzare entro 3 giorni. Attenzione, questa è l'unica situazione in cui si possono mettere le patate non cotte in frigorifero, grazie alla presenza dell'aceto che le preserva dalla fermentazione. Temperature inferiori ai 6 gradi infatti, cambiano il sapore delle patate, che quindi non vanno mai conservate in frigorifero da crude, neanche con la buccia.

Continua la lettura
56

Per qualche mese

Se vogliamo una scorta di patate già tagliate, ma non sappiamo quando le utilizzeremo, possiamo congelarle con questo procedimento: lavare, sbucciare e tagliare a pezzi le patate; farle bollire per 1minuto in acqua bollente, farle asciugare, metterle negli appositi sacchetti freezer e congelarle.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando si puliscono le patate, eliminare sempre eventuali germogli, e non utlizzare patate che presentano la buccia verde poichè tossiche.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 errori da evitare quando si cucinano le patate

Le patate, sono un alimento ricco di proprietà benefiche per l'organismo e sono amatissime dai grandi e soprattutto dai piccini. Le pietanze da preparare con le patate, sono molteplici e variegate e solitamente riempiono e soddisfano in modo davvero...
Economia Domestica

Come conservare le piante aromatiche

Il termine di pianta aromatica indica quella pianta che ha odore gradevole e serve per caratterizzare alcune pietanze con il suo profumo essenziale. Alcune piante non vengono impiegate in ambito culinario solo per dare un tocco originale al piatto, ma...
Economia Domestica

Come congelare le fave secche

Le fave sono delle verdure che in estate trovano la stagione ideale per la coltivazione. Chi ama queste verdure sa che possono essere preparate in tanti modi diversi e che si prestano bene a mille ricette. Queste si possono utilizzare anche secche, per...
Economia Domestica

Come conservare le castagne arrostite

La castagna è il prodotto del castagno ed è un frutto autunnale. Fin dall'antichità le castagne venivano utilizzare per produrre la farina di castagne. In tempi più recenti le castagne non vengono usate frequentemente in cucina, anche se abbiamo ricette,...
Pulizia della Casa

Come Usare Le Piante Spontanee per lavare

Esistono rimedi alternativi molto efficaci per lavare i tessuti senza ricorrere al classico detersivo fatto con sostanze chimiche che inquinano l'ambiente. Si può ad esempio utilizzare le piante spontanee, comuni che, contenendo saponina, sostanza simile...
Economia Domestica

Come conservare patate e cipolle durante l'inverno

Se avete un grande quantitativo di patate e cipolle, per conservarle tutto l'inverno, bisogna rispettare alcune regole basilari. Ed adottare dei semplici ma importanti accorgimenti. In questa guida, vi illustreremo in modo dettagliato, come conservare...
Ristrutturazione

Come dipingere una parete con l'effetto a retina

Molto spesso per eseguire dei lavoretti in casa preferiamo affidarci alle mani di professionisti per ottenere un lavoro perfetto, pagando però in alcuni casi cifre elevate. Tuttavia se questi lavori non risultano molto complicati, potremo provare a realizzarli...
Economia Domestica

Come riciclare la retina delle patate

Quante volte avete gettato il sacchetto reticolato che avvolgeva le patate acquistate al supermercato? Innumerevoli volte, forse. Ebbene, sono davvero tantissime le idee da mettere in pratica con una buona dose di fantasia e manualità. Creatività, infatti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.