Come conservare le patate

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La patata è un tubero originario dell'America, molto comune e utilizzatissimo all'interno delle nostre case. Esistono una marea di ricette che comprendono questo alimento, dalle classiche patatine fritte ai più elaborati e complicati piatti. La patata contiene inoltre proteine, carboidrati, grassi, fecola, potassio, fosforo, ferro calcio, le vitamine B1, B2, C, PP, solanina, tropeina, acido lattico, acido malico e acido ossalico. Viene coltivata in tutta la penisola, si raccoglie da maggio a giugno. Si mantengono a lungo se riposte correttamente. Visto, quindi, il suo grande utilizzo, è indispensabile sapere in quale modo è preferibile conservare le patate. Vediamo insieme come fare.

26

Occorrente

  • Patate
  • cassette di legno
  • scatole di cartone
  • sacchetti di carta
  • fogli di giornale
  • teli
  • acqua
  • sale
  • aceto
  • sacchetti per congelare
  • foglio di alluminio
36

La conservazione

Le patate devono essere conservate seguendo delle indicazioni specifiche perché altrimenti tendono a germogliare aumentando in questo modo la produzione di solanina, una sostanza molto tossica per l'uomo che può provocare svariati sintomi, quali vomito e dolori addominali. Se le patate dovessero presentare delle macchie verdi o nere, non sono più commestibili e vanno eliminate. La temperatura adatta di conservazione va dai sette gradi ai dodici gradi centigradi.

46

L'ambiente

Un tempo i contadini conservavano il raccolto di patate adagiandole su un letto di paglia in cantine fresche e al buio. Chi ha la fortuna di avere una cantina, possiede un luogo adatto ad accogliere le patate, perché l'ideale è conservarle in ceste di legno o scatole di cartone, non a contatto diretto con il pavimento, in cui dovrete praticare dei fori per far passare l'aria e poi coprirle con fogli di giornale, sacchi di iuta o con un telo. Chi non ha a disposizione una cantina può certamente ricorrere ad un mobiletto che non apre spesso, dove sistemare la scatola con le patate, sempre coperte. Se si presenta un problema di spazio, sono molto utili anche i sacchetti di carta ben chiusi, ma evitate quelli di plastica, perché formano umidità.

Continua la lettura
56

Il lavaggio

Inoltre non bisogna mai lavarle prima di riporle. Se sono troppo sporche di terra mettetele in un luogo areato, ma sempre al buio, l'aria asciugherà la terra che cadrà da sola. In alternativa potete pulirle con un panno asciutto. Le patate, oltre ad essere conservate naturalmente dopo l'acquisto, possono essere anche conservate congelate. Lavate le patate, sbucciatele, tagliatele a bastoncino e datele una sbollentata per circa un minuto; dopodiché asciugatele, mettetele nei sacchetti per congelare ed infine riponetele nel freezer. In questo modo si conservano per dieci o dodici mesi circa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se si presenta un problema di spazio, sono molto utili anche i sacchetti di carta ben chiusi, ma evitate quelli di plastica, perché formano umidità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le patate

La patata è un tubero originario dell'America, molto comune e utilizzatissimo all'interno delle nostre case. Esistono una marea di ricette che comprendono questo alimento, dalle classiche patatine fritte ai più elaborati e complicati piatti. La patata...
Economia Domestica

Come conservare le patate tagliate

Le patate sono un vero jolly della cucina, possono essere fritte, arrostite, bollite, fatte al forno, in padella, al cartoccio e al microonde. Sono la base di purè, crocchette, gnocchi, gateau. A volte però, non abbiamo molto tempo per realizzare le...
Economia Domestica

Come conservare aglio e cipolla

Avere in casa una buona scorta di aglio e cipolla è fondamentale per evitare di trovarsi sprovvisti di due degli ingredienti fondamentali proprio nel momento in cui ci si accinge a mettersi ai fornelli. L'aglio e la cipolla sono note piante bulbose che...
Economia Domestica

Come conservare l'erba cipollina fresca

L'erba cipollina è una spezia gustosa e facile da abbinare. Si coltiva con grande semplicità in vasetti o nell'orto. Cresce senza grandi problemi e senza bisogno di particolari cure. L'erba cipollina inoltre si abbina facilmente a molte pietanze. Il...
Economia Domestica

10 cibi da non conservare in frigo

Quante volte capita di storcere il naso prendendo qualcosa dal frigo, perché è andato a male? La conservazione dei cibi in frigo deve essere un'abitudine consapevole, e non spropositata. Svariati alimenti non necessitano di essere riposti proprio lì,...
Economia Domestica

Come sbucciare le patate bollenti

Cucinare è un’attività che molte persone desiderano fare. Però sicuramente la più noiosa è quella di pelare le patate. Infatti, se queste ultime sono state appena lessate e non si ha il tempo per farle raffreddare il lavoro diventa abbastanza fastidioso....
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.