Come conservare le olive

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le olive sono un frutto tipicamente mediterraneo e vengono coltivate nella maggior parte delle regioni italiane per produrre dell'ottimo olio, apprezzato notevolmente in tutto il mondo. La loro maturazione avviene in tardo autunno o inizio inverno, ma è possibile gustarle tutto l'anno in saporite ricette o anche semplicemente accompagnate con il pane, se vengono conservate. I metodi di conservazione sono diversi e possono essere messi in pratica facilmente. Vediamo, nella guida che segue, come conservare le olive.

25

Bollite l'acqua

Il metodo più utilizzato per le olive verdi è la salamoia, che è semplicissimo da realizzare. Fate bollire un litro di acqua e unite il sale. Una volta che l'acqua bolle, chiudete il gas e versate l'acqua nelle olive. Mescolate e riempite i barattoli di vetro. Chiudete i barattoli ermeticamente e fate bollire anche loro. Dopo due mesi dovete preparare una nuova salamoia riducendo la quantità di sale a 80 grammi per litro di acqua. Eliminate la vecchia salamoia e versate la nuova. Chiudete ermeticamente i vasetti e lasciateli riposare altri due mesi prima di consumarli.

35

Chiudete ermeticamente i barattoli

Per realizzare le olive nere sotto sale disponete uno strato di olive e ricopritele di sale; continuate a strati alterni terminando con il sale. Le olive vanno lasciate riposare per 10 giorni, ma dovete mescolarle frequentemente, ricordando che dalla cesta colerà il liquido di vegetazione. Saranno pronte quando saranno raggrinzite e non appena avranno perso tutto il loro liquido. Quando le olive nere saranno pronte da gustare, conditele con un filo di olio, una manciata di peperoncino, del finocchio e dell'origano; conservate le olive nel frigorifero in vasi a chiusura ermetica. Se invece volete preparare le olive nere al forno, dovrete lasciarle sotto sale per 5/6 giorni, risciacquatele con l'aceto bianco e ponetele sulla piastra del forno leggermente unta di olio. La cottura deve essere fatta a 150° finché non saranno aggrinzite, poi non resta che metterle in vaso di vetro con un filo d'olio e conservare in frigorifero.

Continua la lettura
45

Snocciolate le olive

È possibile conservare le olive anche sottolio. Prendete le olive, mettetele in una coppa capiente e ricopritele con l'acqua. Aggiungete un peso sulla coppa, che serve a schiacciare le olive. Ogni mattina cambiate l'acqua per addolcirle e dopo una settimana potete prepararle per la conservazione. Prendete un vasetto e mettete l'olio, snocciolate le olive e mettetele nel vasetto. Aggiungete una foglia di alloro, dell'aglio tritato e un pizzico di sale. Infine chiudete il vasetto ermeticamente e fatelo bollire per alcuni minuti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare la verza sotto sale

Esistono varie modalità per la conservazione dei cibi, uno tra questi è quello sotto sale: è un metodo molto antico, utilizzato da centinaia e centinaia di anni. Nell'antichità, quando ancora non esistevano apparati refrigeranti, la conservazione...
Economia Domestica

Come conservare i limoni sotto zucchero

I limoni sono degli agrumi molto apprezzati e versatili. Questo frutto non deve mai mancare in cucina. Il suo succo dal tipico sapore acidulo da sempre condisce sia il dolce, che il salato. Dal pesce, alla carne, alla crema, il limone è insostituibile....
Economia Domestica

Come conservare i limoni senza buccia

I limoni sono agrumi aromatici ed aciduli, e sono frutti che hanno un sapore mediterraneo particolarmente versatili nelle preparazioni di cucina. I limoni si adattano alla preparazione di ottimi gelati, dolci, marmellate, primi a base di pesce, secondi...
Economia Domestica

Come conservare le amarene con lo zucchero

Al solo pensiero le amarene ci portano a qualcosa di dolce e invitante, siano esse da decorazione o da gustare in composta. Quante cose si possono preparare con questi piccoli frutti dal sapore dolce intenso con un pizzico di acerbo, di provenienza asiatica...
Pulizia della Casa

Come deodorare le valigie

Quando si viaggia molto, è necessario sempre portarsi con sé una capiente valigia piena di vestiti. Le valigie possono contenere centinaia di vestiti, ma viaggiando molto e lasciando rinchiusi i gli indumenti per troppo tempo, spesso si forma un cattivo...
Economia Domestica

Come preparare l'olio piccante

L'olio piccante è il prodotto derivante dalla macerazione del peperoncino nell'olio d'oliva. Si tratta di un condimento davvero gustoso, che vivacizza qualunque pietanza. Il peperoncino fa parte di quelle spezie che sono ricche di vitamine e svolge una...
Economia Domestica

Come conservare il formaggio e i latticini

Il parere scientifico in tema di formaggi e latticini è contrastante. C'è chi bandisce l'uso del latte subito dopo lo svezzamento e chi, invece, consiglia l'assunzione di due o tre porzioni al giorno anche sotto forma di yogurt e di formaggio fresco....
Economia Domestica

Come essiccare le melanzane

Conservare la frutta e la verdura di stagione può essere un modo per mangiare alimenti con ottime qualità nutrizionali. Così facendo si ha la possibilità di risparmiare tempo e denaro. Essiccare le verdure è un processo estremamente semplice che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.