Come conservare le mele

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Uno dei momenti più caratteristici dell'autunno è rappresentato dalla raccolta di frutta ed è la tipica stagione in cui abbondano le succose mele, ottime per la salute, croccanti e deliziose per il palato. Si tratta di un frutto presente ogni giorno su tutte le tavole, un ottimo alimento per grandi e piccini ed ampiamente utilizzato come ingrediente per la preparazione di squisite torte. In pochi sono al corrente del fatto che la mela appartiene alla famiglia delle rose e, nel mondo, ne nascono circa 20.000 varietà differenti. Ognuna di queste varietà presenta caratteristiche differenti e sono necessarie diverse strategie per la conservazione. A tal riguardo, nei passi a seguire, vi illustrerò come conservare le mele.

26

Occorrente

  • Mele
  • Cassette di legno
  • Vecchio lenzuolo
  • Coltello affilato
  • Limone
  • Arancia
  • Noce moscata
  • Teglia e carta da forno
36

Rimuovere le mele marce

Anzitutto, esistono differenti metodi per conservare le mele, ma tutti molto semplici da praticare. Per una corretta conservazione, eliminate quelle che non appaiono sane, dopodiché mettete da parte quelle ammaccate (potrebbero marcire in breve tempo) e consumatele subito, magari preparando un dolce. Se disponete di una cantina o di uno spazio esterno riparato dalle intemperie, sistemate le vostre mele in alcune cassette di legno. Dopo aver fatto ciò, riempite queste ultime evitando di arrivare sino al bordo ed impilatele, ponendo la prima su una pedana o collocandovi ai lati dei pezzi di legno per creare dei piedi. Questo procedimento è opportuno affinché vi sia un adeguato riciclo d'aria, così da evitare accumuli di umidità.

46

Coprire le cassette con un lenzuolo

Successivamente, coprite le cassette con un lenzuolo per tenerle al riparo dallo sporco e dall'attacco di uccelli o insetti. Periodicamente (preferibilmente ogni 7-10 giorni) controllate e rimuovete eventuali mele che presentano parti mollicce e scure, e non utilizzate mai coperture di plastica, poiché le mele potrebbero marcire in breve tempo. Se, invece, decideste di essiccarle, lavatele ed asciugatele, quindi tagliatele a metà e liberatele dal torsolo. In seguito, affettatele (con uno spessore di circa 7-8 mm) ed inseritele in una miscela composta da succo di limone ed arancia.

Continua la lettura
56

Essiccare le mele

A questo punto, prendetele e poggiatele su una teglia rivestita da carta da forno, spruzzandole eventualmente con un pizzico di cannella o noce moscata. In questo caso, sappiate che rimarranno buonissime anche lasciandole al naturale. Durante l'operazione, abbiate cura di non sovrapporle, poiché si fonderebbero appiccicandosi irrimediabilmente. Ponetele in forno già caldo a circa 100°C e cuocetele per circa 1 ora. Non appena saranno pronte, spegnete il forno ma lasciate dentro le fette aprendo leggermente lo sportello per farle raffreddare con più facilità. Infine, sistemate le vostre fettine ben essiccate in piccoli sacchetti di carta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare al meglio le more

Le more sono delle bacche molto versatili per realizzare molte ricette tra cui torte e crostate e la natura ne provvede a profusione. Quando vengono raccolte, solitamente sono già molto mature e quindi vanno consumate in pochissimo tempo. Se si desidera...
Economia Domestica

Come conservare lo zenzero sott'olio

Probabilmente avete acquistato un grande pezzo di radice di zenzero fresco. Ma sapete bene che non lo userete tutto, ma solo un pizzico per ogni ricetta. Proprio per questo un pezzo di radice di zenzero potrebbe consumarsi tutto dopo diverse settimane....
Economia Domestica

Come conservare i kiwi

Novembre è la stagione in cui si raccolgono i kiwi. Questi ottimi frutti dal sapore particolare sono estremamente ricchi di vitamine e altre sostanze benefiche. Un vero toccasana per la vostra dieta! Perfetti da mangiare con un cucchiaio a merenda o...
Economia Domestica

Come conservare frutta e verdura fresca in frigo

Se diamo una rapida occhiata ai tempi trascorsi, considerando quanto fosse complicato conservare gli alimenti in mancanza della moderna tecnologia, ci rendiamo conto di vivere attualmente in un periodo sicuramente vantaggioso per l'uomo, scevro da molte...
Economia Domestica

Come conservare la verza in agrodolce

La verza è un ortaggio che fa " famiglia". È semplice, ma dal sapore intenso. Richiama le belle tavolate accanto al focolare, davanti a questo piatto rustico e ad un buon bicchiere di vino. La cottura della verza, semplicissima e veloce, consente di...
Economia Domestica

Come conservare le banane a lungo

Questa è una guida molto semplice che vi darà alcuni consigli utili per mantenere la vostra frutta matura ma non troppo, per un certo periodo di tempo. Nello specifico ci occuperemo di un tipo di frutta molto buona da gustare, ma che a volte si matura...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.