Come conservare le foglie di valeriana

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La valeriana comune è una pianta a fiore appartenente alla famiglia delle Valerianacee. È la più diffusa. È un genere particolare di insalata perché oltre alle sue caratteristiche culinarie, la valeriana è infatti utilizzata anche contro il mal di testa, in particolare quello dovuto allo stress e al nervosismo, le sue radici utilizzate per i crampi addominali. Inoltre favorisce il sonno, aiuta a calmare l'ansia e regala un po' di relax. La pianta può essere assunta sotto forma di gocce, compresse e infuso. Scopriamo insieme come conservare le foglie di valeriana.

24

Cos'è la valeriana

La valeriana, o songino, è un tipo di lattuga aventi le foglie di forma allungata e tonda di colore verde acceso. Viene piantata in inverno e fiorisce in primavera con fiori bianchi o azzurri. Ha le foglie lunghe 30-40 cm e alte 4-5 cm. Nasce spontaneamente e non richiede specifiche attenzioni. Coltivata in Italia, è molto apprezzata dai consumatori. Esistono varie varietà di valeriana e differiscono dalla forma, dall'uso e soprattutto dai loro benefici.

34

Come dev'essere consumata la valeriana

La valeriana non si conserva a lungo, quindi deve essere acquistata al mercato freschissima con le sue belle foglie verdi. Dato che viene venduta con le radici, che contengono terra sporca, è necessario eliminarle prima di lavare le foglie, e quindi la vera e propria insalata con l'acqua corrente. Va consumata esclusivamente cruda, consigliabile insieme ad altre insalate o verdure.

Continua la lettura
44

Come devono essere conservate le foglie di valeriana

Per conservare per bene le foglie di valeriana col loro colore naturale verde e garantire la freschezza, i suoi benefici ed evitare l'alterazione del sapore, è necessario seguire determinati passaggi. Innanzitutto, è necessario acquistare la valeriana fresca al mercato dato che non si conserva a lungo. Successivamente bisogna eliminare le radici sporche di terra e quindi il ceppo ed eliminare le foglie esterne che saranno sicuramente rovinate. Poi staccate le foglie con le mani e immergetele in acqua fredda in una bacinella con del bicarbonato che serve a disinfettare il tutto. Risciacquate e cambiate nuovamente l'acqua, se necessario ripetere più volte il passaggio. Scolate la vostra insalata e stendetela su un morbido panno sul vostro lavello e asciugatela. Da asciutta, avvolgetela e mettetela in frigo, in modo da renderla più fresca e aumentare la sua conservazione. Quando arriva il momento di mangiarla, tagliatela (preferibilmente con le mani), versatela in un contenitore e conditela come più vi piace, magari con olio e limone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le foglie di aloe

L'aloe è una pianta antica e da sempre considerata un toccasana per molte malattie. L'aloe è ottima da bere e da usare in molteplici modi per depurare, curare la pelle, trattare ustioni e infezioni dermatologiche ma anche in cosmesi per arricchire creme...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di iperico

La natura ci regala tantissime piante le cui foglie opportunamente conservate e fatte macerare vengono utilizzate per svariate preparazioni cosmetiche, medicinali e culinarie. Tra queste vale la pena citare le foglie di iperico ovvero una pianta che nasce...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di barbabietola

Quando si acquistano le barbabietole solitamente si acquista solo la parte più grossa escludendo le foglie, parte ritenuta erroneamente come scarto dell'ortaggio. A differenza di quanto si crede, le foglie della barbabietola sono non solo commestibili,...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di dragoncello

In cucina spesso è necessario utilizzare parecchie spezie per dare molto più sapore ai piatti. Le spezie sono fondamentali per insaporire ogni pietanza e per dare la giusta piccantezza e la giusta particolarità sia a un ottimo primo piatto, che a un...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di girasole

Uno dei fiori senza dubbio più belli che madre natura abbia mai creato è il girasole, non soltanto per il colore così acceso, un giallo accecante, ma anche perché quando notiamo le distese immense di questi fiori, è naturale che la nostra anima sia...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di malva

La malva è una pianta piuttosto comune e conosciuta. Di probabili origini nordafricane, si diffonde prevalentemente nelle zone subtropicali. È famosa per i suoi numerosi benefici, dovuti soprattutto alla ricchezza di mucillagini. Grazie alle quali la...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di rabarbaro

Il rabarbaro è una pianta di tipo perenne che cresce in molti giardini e cortili; infatti, oltre ad utilizzarlo per preparare dei liquori, si può aggiungere a marmellate, gelatine, salse e crostate per dargli un certo sapore. Le foglie della pianta...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di timo

Le erbe aromatiche sono degli ingredienti sempre presenti nelle cucine italiane. Queste riescono ad insaporire ulteriormente i piatti, conferendo loro un sapore particolare ed un profumo inconfondibile. Molte persone avranno sicuramente qualche piantina...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.