Come conservare le foglie di iperico

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La natura ci regala tantissime piante le cui foglie opportunamente conservate e fatte macerare vengono utilizzate per svariate preparazioni cosmetiche, medicinali e culinarie. Tra queste vale la pena citare le foglie di iperico ovvero una pianta che nasce spontanea ed appartiene alla famiglia delle Guttiferae. A tale proposito, ecco una guida con alcuni utili consigli su come conservare correttamente le suddette foglie.

26

Occorrente

  • Griglia di legno
  • Paglia o cestino in vimini
  • Barattoli di vetro con chiusura ermetica
  • Alcool puro al 90%
  • Zucchero di canna
  • Colino a maglie strette
36

Essiccare le foglie di iperico

Le foglie di qualsiasi tipo di pianta che si vogliano conservare per lungo tempo, devono necessariamente passare per un processo preliminare di essiccazione. Per eseguire questa operazione in modo corretto ed evitare che possano marcire o essere attaccate da insetti di vario genere vanno adagiate su graticole di legno, paglia oppure sul fondo di un cestino di vimini capovolto. Periodicamente le foglie comprese quelle di iperico, vanno rigirate e separate tra loro prestando attenzione a non sbriciolarle.

46

Riporre le foglie di iperico in contenitori di vetro

Per una corretta conservazione delle foglie di iperico che si presentano di tipo opposte e con delle evidenti maculature nerastre, è necessario procurare dei barattoli di vetro oppure di ceramica entrambi accuratamente sterilizzati e poi asciugati in un panno pulito. Una chiusura ermetica è tuttavia necessaria per ottimizzare il risultato. I barattoli una volta riempiti con le foglie di iperico essiccate (quelle rimaste integre), vanno riposti in un luogo fresco ed asciutto della casa. Ogni 15 giorni è tuttavia opportuno aprirli, per verificare se vi hanno nidificato degli insetti. In presenza di questi ultimi, le foglie purtroppo non sono più utilizzabili. A questo punto in riferimento all'uso curativo dell'iperico vale la pena aggiungere che è ideale per preparare un ottimo digestivo. Nel passo successivo troverete elencato il metodo da seguire.

Continua la lettura
56

Sigillare le foglie nella cellophane

Le foglie di iperico per quanto riguarda gli usi curativi servono per realizzare degli eccellenti digestivi, e se l'operazione intendete effettuarla a breve termine dopo la raccolta, allora è possibile saltare il processo di essiccazione e sigillarle nella cellophane riponendole poi nel congelatore. Tuttavia va sottolineato che se l'opzione è quella iniziale ovvero che le foglie di iperico sono state essiccate e conservate a lungo, ne bastano poi 5 o 6 di grosse dimensioni che vanno messe a macerare in alcool puro al 90% per circa due settimane e con l'aggiunta di qualche cucchiaino di zucchero di canna o di aspartame. Trascorso tale tempo si filtrano e si conservano in una bottiglia con chiusura ermetica, consumandone poi un bicchiere al termine di ogni pasto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le foglie di aloe

L'aloe è una pianta antica e da sempre considerata un toccasana per molte malattie. L'aloe è ottima da bere e da usare in molteplici modi per depurare, curare la pelle, trattare ustioni e infezioni dermatologiche ma anche in cosmesi per arricchire creme...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di barbabietola

Quando si acquistano le barbabietole solitamente si acquista solo la parte più grossa escludendo le foglie, parte ritenuta erroneamente come scarto dell'ortaggio. A differenza di quanto si crede, le foglie della barbabietola sono non solo commestibili,...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di dragoncello

In cucina spesso è necessario utilizzare parecchie spezie per dare molto più sapore ai piatti. Le spezie sono fondamentali per insaporire ogni pietanza e per dare la giusta piccantezza e la giusta particolarità sia a un ottimo primo piatto, che a un...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di girasole

Uno dei fiori senza dubbio più belli che madre natura abbia mai creato è il girasole, non soltanto per il colore così acceso, un giallo accecante, ma anche perché quando notiamo le distese immense di questi fiori, è naturale che la nostra anima sia...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di malva

La malva è una pianta piuttosto comune e conosciuta. Di probabili origini nordafricane, si diffonde prevalentemente nelle zone subtropicali. È famosa per i suoi numerosi benefici, dovuti soprattutto alla ricchezza di mucillagini. Grazie alle quali la...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di rabarbaro

Il rabarbaro è una pianta di tipo perenne che cresce in molti giardini e cortili; infatti, oltre ad utilizzarlo per preparare dei liquori, si può aggiungere a marmellate, gelatine, salse e crostate per dargli un certo sapore. Le foglie della pianta...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di timo

Le erbe aromatiche sono degli ingredienti sempre presenti nelle cucine italiane. Queste riescono ad insaporire ulteriormente i piatti, conferendo loro un sapore particolare ed un profumo inconfondibile. Molte persone avranno sicuramente qualche piantina...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di alloro

L'alloro è una pianta che cresce spontanea ma che può anche essere coltivata in giardino. Il nome esatto è Laurus nobilis e appartiene alla famiglia delle Lauraceae. Ad essa sono attribuite molteplici proprietà benefiche quali per esempio la capacità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.