Come conservare le foglie di barbabietola

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si acquistano le barbabietole solitamente si acquista solo la parte più grossa escludendo le foglie, parte ritenuta erroneamente come scarto dell'ortaggio. A differenza di quanto si crede, le foglie della barbabietola sono non solo commestibili, ma sono un alimento ricco di sostanze nutritive e dal sapore molto gradevole. Detto ciò, quando acquistiamo al mercato le barbabietole fresche non chiediamo al negoziante di tagliare via le foglie, ma portiamole a casa insieme al resto della spesa e trasformiamole in un gustoso contorno. Può naturalmente capitare che il quantitativo di foglie sia molto esiguo e allora potrebbe essere un'idea quella di conservarle e utilizzarle quando ne avremo abbastanza per prepararne un bel piatto. Se l'argomento vi ha incuriosito un po', allora continuate a leggere questa guida e scoprirete come conservare le foglie di barbabietola e come cucinarle.

26

Occorrente

  • Foglie di barbabietola e sacchetti per il freezer.
36

Fasi preliminari alla conservazione

Quando andate al mercato o al supermercato ad acquistare le barbabietole assicuratevi che le foglie siano fresche e dal colore vivo evitando di acquistare quelle già afflosciate. Una volta arrivati a casa tagliate le foglie dal resto della barbabietola separando il gambo dalla foglia vera e propria. Lavate accuratamente le foglie e i gambi sotto l'acqua corrente e asciugateli per bene. A questo punto, visto che la conservazione verrà fatta nel freezer, potete scegliere se conservarle crude o già cotte.

46

Conservazione del prodotto fresco

Se avete optato per il primo metodo, ovvero la conservazione delle foglie fresche, non dovete far altro che tagliare a pezzi più o meno grandi le foglie ed inserirle all'interno di un sacchetto per il freezer. A questo punto è molto importante far fuoriuscire dal sacchetto la maggior parte dell'aria, magari con l'apposito attrezzo per formare il sottovuoto. Se non lo avete, premete con le mani fino a far uscire la maggior parte dell'aria. A questo punto potete metterlo nel freezer e conservarlo fino al momento del suo utilizzo, ma comunque per non più di 3 mesi.

Continua la lettura
56

Conservazione del prodotto cotto

L'altro modo per conservare le foglie di barbabietola è quello di sbollentarle preventivamente per alcuni minuti, scolarle e farle raffreddare. Una volta fredde, inseritele in un sacchetto per il congelatore e conservate in freezer. Questi sono i metodi ideali per conservare le foglie di barbabietola. Quando arriverà il momento di utilizzarle, ricordate di mettere le foglie in padella ancora surgelate. L' ideale è farle saltare in padella con un po d'olio e uno spicchio d'aglio e farle insaporire con un pizzico di sale e un po di peperoncino.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate le foglie di barbabietola per accompagnare piatti a base di carne o pesce.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come congelare le melanzane

Le melanzane, così come i pomodori e i peperoni, appartengono alla famiglia delle Solanaceae, e sono una tipica verdura estiva. Durante la bella stagione, è sufficiente possedere alcune piante per avere un raccolto più che abbondante. Tuttavia, proprio...
Economia Domestica

Come conservare a lungo le uova

Le uova sono un alimento ricco di proteine e ferro che vengono adoperate in cucina in tantissimi modi: trovano sfogo nei dolci, nei primi, nei secondi e nei contorni ed antipasti. La loro bontà viene apprezzata anche da sola, cuocendoli in tanti modi...
Economia Domestica

Come congelare le telline

L'estate è arrivata. È iniziata quindi anche la rincorsa alle località balneari, all'occasione last minute. Il sud Italia è una delle mete più ambite: la Puglia, la Calabria, ma soprattutto le isole si popolano di turisti provenienti da ogni parte...
Economia Domestica

Come conservare a lungo le alici marinate

Nell'alimentazione bisogna comprendere qualunque pietanza salutare per l'organismo umano. Sono assolutamente da consumare le verdure fresche, la frutta di stagione, la carne bianca e le varie tipologie di pesce. Con riferimento a quest'ultima categoria...
Economia Domestica

Consigli per organizzare il frigorifero e sprecare meno

Organizzare in modo corretto il cibo che conserviamo nel frigorifero è sicuramente il modo migliore per avere sempre ingredienti freschi, evitare di sprecare cibo ed energia (meglio prevenire l'aumento delle spese!). In questa guida vedremo i consigli...
Economia Domestica

Come conservare al meglio le more

Le more sono delle bacche molto versatili per realizzare molte ricette tra cui torte e crostate e la natura ne provvede a profusione. Quando vengono raccolte, solitamente sono già molto mature e quindi vanno consumate in pochissimo tempo. Se si desidera...
Economia Domestica

Come conservare il pesto di zucchine

Le zucchine sono dei deliziosi ortaggi che durante il periodo estivo vengono prodotti in grandi quantità. Chi possiede un orto e coltiva questo tipo di pianta sa perfettamente che le zucchine si producono velocemente e in tante quantità ed è chiaro...
Economia Domestica

Come conservare l'ananas

L'ananas è uno dei frutti esotici più conosciuti, dopo le banane. Il suo sapore è molto gradito al palato e, viene anche utilizzato per la preparazione di buoni piatti e per guarnire diversi dolci. L'ananas è ricco di tante sostanze utili per il nostro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.