Come conservare le foglie di aloe

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'aloe è una pianta antica e da sempre considerata un toccasana per molte malattie. L'aloe è ottima da bere e da usare in molteplici modi per depurare, curare la pelle, trattare ustioni e infezioni dermatologiche ma anche in cosmesi per arricchire creme idratanti e lenitive. Certo a volte è difficile avere a portata di mano l'aloe o magari abbiamo tante foglie ma ad un certo punto si deteriorano e restiamo senza. C'è tuttavia un modo per poterle conservare e beneficiarne in un altro momento. Ecco dunque come conservare le foglie di aloe.

25

Occorrente

  • Foglie di aloe, coltello, cucchiaio e contenitori
35

Staccare la foglia dalla pianta

La parte contenente il prezioso gel di aloe sono appunto le foglie. Conservare le foglie intere è un'impresa un po' difficile perché sono molto grandi ma conservare il gel è sicuramente un metodo migliore che permette di conservare il gel in piccoli contenitori e poterlo persino congelare. Il gel di aloe, infatti, se viene congelato conserva praticamente intatte tutte le sue proprietà e si può scongelare in piccole quantità se lo mettete ad esempio nei contenitori per i cubetti di ghiaccio. Per prima cosa bisogna procurarsi una pianta di aloe o sfruttare quella che avete e tagliare una foglia.

45

Tagliare la foglia

Dopo il taglio, mettete la foglia in un contenitore in posizione un po' inclinata per una decina di minuti. In questo modo la linfa inizierà a scendere. Quando vedrete che la linfa arriva giù, posizionate la foglia su un piano e iniziate a incidere da cima a fondo per lungo con un coltello ben affilato. In questo modo potete dividere le due parti della foglia all'interno della quale si trova il gel. Adesso è arrivato il momento di raccoglierlo e conservarlo.

Continua la lettura
55

Raccogliere e conservare il gel

L'operazione è un po' delicata perché bisogna rimuovere solo il gel e non la linfa. Per procedere, prendete un cucchiaio da burro e iniziate a raccogliere la linfa piano piano passando il cucchiaio sulla superficie della foglia. Ora potete conservare il gel in un contenitore di vetro o congelarlo in piccole dosi in modo da utilizzarlo quando serve. Per evitare che il gel perda la sua brillantezza bisogna metterlo in un contenitore di vetro verde scuro o aggiungere qualche goccia di vitamina E oppure acido citrico in polvere. Se verrà conservato in frigo il gel durerà un paio di settimane ma se lo congelerete ne usufruirete per alcuni mesi. Scongelandolo a poco a poco lo potete utilizzare per fare creme, per usarlo puro e per spalmarlo al bisogno. È un rimedio naturale eccellente e non contiene sostanze nocive e dannose per la vostra pelle.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

5 piante per un balcone al sole

Le piante come tutti sanno, sono perfette per arredare i balconi, i giardini e i terrazzi. Un balcone senza piante infatti, sembra piuttosto anonimo e poco curato e spesso, è necessario abbellirlo con diverse tipologie di piante o di fiori davvero singolari,...
Arredamento

Come arredare il terrazzo durante la stagione invernale

È ovvio che piante e fiori ci insegnano come arredare piacevolmente il nostro terrazzo durante la stagione invernale. Eppure l'unico fiore di questa stagione che tutti conoscono è il crisantemo. Purtroppo nel nostro paese è dedicato alla festività...
Arredamento

Come arredare una camera da letto giapponese low cost

Nonostante possa sembrare uno stile di arredamento bizzarro e fuori dal comune, arredare una camera da letto in perfetto stile giapponese è in realtà un'idea originale e fantasiosa, basta infatti un minimo di fantasia per regalare alla stanza da letto...
Esterni

Come scegliere delle piante ornamentali

Scegliere le piante ornamentali è come arredare la propria casa, perché d'altra parte si tratta proprio di una tipologia di arredamento, sia per gli ambienti esterni che interni. Prima di procedere all'acquisto delle piante bisogna conoscerne le dovute...
Economia Domestica

Come riciclare la zucca di Halloween

Anche quest'anno la festa di Halloween è ormai passata, e come ogni anno, avrete sicuramente riposto nell'armadio maschere, costumi e festoni che potrete riutilizzare l'anno prossimo, anche se i dolcetti e le caramelle raccolti dai bambini allieteranno...
Pulizia della Casa

Come purificare l'aria in modo naturale

Purificare l'aria della nostra casa è importante per garantire la nostra salute, prevenendo l'insorgere di allergie e l'assimilazione di particelle tossiche da parte del nostro organismo. In questa breve guida illustrerò dettagliatamente come rendere...
Pulizia della Casa

Come preparare un detegente per vetri biodegradabile

Pulire la la casa è indispensabile non solo per mantenere sempre l'ordine, ma anche per creare un ambiente con un'igiene davvero perfetta. È indispensabile utilizzare sempre prodotti biologici in grado di pulire perfettamente ogni superficie ma nello...
Esterni

5 piante da balcone per chi non ha il pollice verde

In linea di massima sconsiglierei di comprare piante a chi non ha il pollice verde. Tutte le piante hanno bisogno di un minimo di attenzione. È anche vero che ci sono piante molto esigenti ed altre che si adattano facilmente e sopravvivono con poco....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.