Come conservare le foglie di alloro

Tramite: O2O 09/09/2017
Difficoltà: media
16
Introduzione

L'alloro è una pianta che cresce spontanea ma che può anche essere coltivata in giardino. Il nome esatto è Laurus nobilis e appartiene alla famiglia delle Lauraceae. Ad essa sono attribuite molteplici proprietà benefiche quali per esempio la capacità di calmare i dolori dovuti alla peristalsi intestinale e ai crampi allo stomaco, allevia anche la febbre e la tosse. Le parti della pianta più usate sono le foglie e le bacche il cui contenuto di olio essenziale varia rispettivamente tra l'1-3% nelle prime e arriva fino al 10% nelle seconde. La pianta non manca nelle case di ogni famiglia e soprattutto vengono adoperate nelle stagioni fredde per preparare deliziose e aromatizzate tisane e infusi a base di alloro in abbinamento con il limone e/o il miele per alleviare i fastidi della tosse o i dolori addominali. Le proprietà benefiche della pianta sono da attribuire agli oli essenziali composti principalmente da geraniolo, eugenolo, fellandrene, pinene ed eucaliptolo. Ecco la guida per sapere come conservare le foglie di alloro in casa.

26
Occorrente
  • Pianta di alloro
  • Cesoie
  • Carta assorbente
  • Teglia
  • Barattolo
36

Scegliere la pianta

Per poter fare uso delle foglie occorre che queste vengano raccolte e per farlo bisogna prima di tutto scegliere la pianta perfetta. Che sia coltivata in giardino o nata nella libera campagna non importa, l'importante è che questa abbia almeno due anni di vita e che le foglie siano ben curate e mantenute. Bisogna fare attenzione che sulla pianta non abbia attecchito un fungo o altri tipi di parassiti in quanto non sarebbe più una pianta sana e benefica per il corpo. Nel caso la pianta sia coltivata in giardino assicuratevi che nessun parassita attecchisca su di essa facendo uso di antiparassitari di porigine naturali, se ne trovano molti in commercio.

46

Raccogliere le foglie

Una volta scelta la pianta adesso dovete raccoglierne le foglie, le più grandi e sane. Il momento della giornata per raccogliere le foglie di alloro dalla pianta è la mattina quando la rugiada è già tutta evaporata, per cui quando il sole è già più alto in cielo; per quanto riguarda la stagione, invece, il momento migliore per la raccolta è l'estate o fine estate, periodo in cui si ha la certezza che tutte le foglie abbiano prodotto e accumulato gran parte degli oli essenziali al loro interno.

Continua la lettura
56

Conservare le foglie

Dopo aver raccolto le foglie dovete assicurarvi di non averne rotte o sgualcite alcune. Dopo dovete disporre le foglie ben larghe all'interno di una teglia dai bordi alti. Disponetele ben larghe una accanto all'altra e fate attenzione che sotto ogni strato di foglia vi sia un foglio di carta assorbente così da evitare l'accumulo di umidità all'interno. Conservatele coperte in un luogo asciutto, lontano dalle fonti di calore e di umidità. Per circa due settimane tenetele in questo modo e rigiratele ogni tante. Quando le foglie saranno più secche allora potete trasferire le foglie all'interno di un barattolo con la chiusura ermetica e conservarle per utilizzarle durante tutto il periodo invernale.

66
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Consultare un esperto per evitare di raccogliere le foglie di una pinta sbagliata possibilmente velenosa.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le foglie di aloe

L'aloe è una pianta antica e da sempre considerata un toccasana per molte malattie. L'aloe è ottima da bere e da usare in molteplici modi per depurare, curare la pelle, trattare ustioni e infezioni dermatologiche ma anche in cosmesi per arricchire creme...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di iperico

La natura ci regala tantissime piante le cui foglie opportunamente conservate e fatte macerare vengono utilizzate per svariate preparazioni cosmetiche, medicinali e culinarie. Tra queste vale la pena citare le foglie di iperico ovvero una pianta che nasce...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di timo

Le erbe aromatiche sono degli ingredienti sempre presenti nelle cucine italiane. Queste riescono ad insaporire ulteriormente i piatti, conferendo loro un sapore particolare ed un profumo inconfondibile. Molte persone avranno sicuramente qualche piantina...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di malva

La malva è una pianta piuttosto comune e conosciuta. Di probabili origini nordafricane, si diffonde prevalentemente nelle zone subtropicali. È famosa per i suoi numerosi benefici, dovuti soprattutto alla ricchezza di mucillagini. Grazie alle quali la...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di rapa

Come ben sapete tutti, non tutte le verdure e i prodotti che vanno cucinati in cucina possono essere conservati a lungo tempo. Infatti tra i tanti alimenti che possono essere comodamente utilizzati in ambito culinario quando volete, ci sono le foglie...
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

Come conservare il sedano

Il sedano insieme al prezzemolo, all'alloro e al basilico, fa parte delle piante aromatiche; il suo sapore delicato rende soprattutto i brodi più gustosi. Il sedano viene utilizzato in molte ricette e nella maggior parte dei casi è impiegato anche come...
Economia Domestica

Come conservare la farina

Accade assai di frequente che si comprino grandi quantità di farina per la preparazione dei più svariati tipi di cibi ma che poi, all'atto pratico, non si sappia mai come conservarla nel modo adeguato. Soprattutto nel periodo estivo, in cui il caldo...