Come conservare le banane a lungo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Questa è una guida molto semplice che vi darà alcuni consigli utili per mantenere la vostra frutta matura ma non troppo, per un certo periodo di tempo. Nello specifico ci occuperemo di un tipo di frutta molto buona da gustare, ma che a volte si matura troppo in fretta. Parliamo della banana. La particolarità di questo frutto è che la maturazione continua anche dopo essere stata colta dalla pianta. Aggiungiamo che ciò è dovuto all'emissione di un gas chiamato etilene, il quale stimola anche la formazione di amilasi (enzima che scinde l'amido in zuccheri), prodotto dalla banana stessa. Tuttavia questo è un processo che caratterizza tutti i cosiddetti frutti climaterici. Generalmente la produzione dell'etilene è favorita da una scarsa ventilazione, dalla vicinanza a questo frutto di mele e pomodori. Ecco quindi spiegato in questa guida come conservare le banane a lungo.

27

Occorrente

  • carta stagnola
  • pellicola
37

La prima cosa da considerare è davvero molto semplice, ovvero quella più banale: acquistare un casco di banane verdi così da potersi mantenere per un maggiore periodo di tempo. Se siete particolarmente "divoratori" di banane in famiglia, allora basterà organizzarsi in maniera tale da acquistare le banane a intervalli di tempo così che, quelle che avete già in casa, ovvero quelle più mature potranno essere smaltite subito, mentre quelle che acquistate avranno il tempo di maturare nel lasso di tempo che vi occorrerà per consumare quelle che avete già in casa. Se invece le banane che acquistate le mangiate di tanto, allora potete procedere in questo modo.

47

Il metodo più semplice per rallentare il periodo di maturazione è quello di prendere le banane e sistemarle dentro il frigorifero. Infatti la temperatura più fredda permette alle banane di maturare più lentamente rispetto a quando vi è una temperatura piuttosto elevata (bisogna mantenere la temperatura al di sotto dei 21 gradi centigradi per far si che essa maturi meno velocemente). Un altro metodo è quello di conservare le banane direttamente in congelatore e uscirle una mezz'oretta prima dio consumarla così da potersi scongelare. Potete anche scegliere di frullarla ancora congelata per preparare un buonissimo frappè.

Continua la lettura
57

Ancora un altro metodo potrebbe essere quello di mantenere le banane sempre attaccate l'una all'altra (a casco). Infatti se le staccate la maturazione di ciascuna banana accelera. Se invece le lasciate attaccate è possibile prolungare la maturazione di circa tre o quattro giorni. Un altro trucco? Prendete della pellicola e della carta stagnola e provvedete a coprire il peduncolo di attacco delle banane. Infatti, essendo il punto più debole di questo frutto (ovvero il punto che permette alla banana di maturare), togliendo la luce essa maturerà più lentamente del previsto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare a lungo le alici marinate

Nell'alimentazione bisogna comprendere qualunque pietanza salutare per l'organismo umano. Sono assolutamente da consumare le verdure fresche, la frutta di stagione, la carne bianca e le varie tipologie di pesce. Con riferimento a quest'ultima categoria...
Economia Domestica

Come conservare a lungo le uova

Le uova sono un alimento ricco di proteine e ferro che vengono adoperate in cucina in tantissimi modi: trovano sfogo nei dolci, nei primi, nei secondi e nei contorni ed antipasti. La loro bontà viene apprezzata anche da sola, cuocendoli in tanti modi...
Economia Domestica

Come conservare a lungo il succo di limone

I limoni sono degli agrumi saporiti, il cui succo è dissetante soprattutto nella stagione calda. Ma il loro impiego è piuttosto diffuso anche in cucina, non solo per le pietanze salate, come ad esempio le fritture di pesce o di carne. Questo agrume...
Economia Domestica

Come conservare i kiwi

Novembre è la stagione in cui si raccolgono i kiwi. Questi ottimi frutti dal sapore particolare sono estremamente ricchi di vitamine e altre sostanze benefiche. Un vero toccasana per la vostra dieta! Perfetti da mangiare con un cucchiaio a merenda o...
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

Come conservare i vasetti di pesto

Preparare in casa delle conserve è un ottimo modo per mangiare sempre in modo sano ed equilibrato. Utilizzando degli ingredienti freschi e genuini è possibile preparare qualsiasi salsa, che può essere utilizzata per condire la pasta, dei crostini,...
Economia Domestica

Come conservare 10 tipologie di frutta e verdura

La frutta e la verdura rappresentano i generi alimentari più sani ed utili ad un'alimentazione quotidiana equilibrata, all'insegna del benessere. Ma la frutta e la verdura hanno bisogno di essere conservate nel modo più corretto, allo scopo di conservarne...
Economia Domestica

Come conservare l’insalata

Spesso, sia per motivi di lavoro che per altro, si cerca di fare la spesa sufficiente per tutta la settimana in una sola volta. Questa è una soluzione senza dubbio molto comoda, ma cosa accade ai cibi che non riescono a mantenersi freschi a lungo? Quelli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.