Come conservare le acciughe salate sott'olio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi di noi non conosce le acciughe sott'olio? Si tratta di un alimento che può essere utilizzato in tantissimi modi, come per esempio per condire la pizza, preparare bruschette o per realizzare gustosi primi piatti. Prepararle in casa è semplicissimo e il sapore sarà sicuramente diverso e migliore di quelle che si acquistano ai supermercati. Per fare le acciughe salate sott'olio avete due possibilità: acquistare le acciughe fresche e metterle sotto sale; oppure comprare le acciughe già salate. In questa guida vi diremo come conservare le acciughe già salate, sott'olio. Daremo quindi per scontato che avete già fatto in casa le alici sotto sale, oppure che le avete già acquistate al mercato. Vediamo allora cosa occorre e come procedere.

26

Occorrente

  • 500 gr di acciughe sotto sale
  • olio extravergine d'oliva
36

Eliminate il sale dalle acciughe

Come prima cosa dovete eliminare il sale in eccesso in modo da poter mangiare delle alici non eccessivamente salate. Se avete acquistato delle acciughe salate intere, dovete prima di tutto passarle sotto l'acqua corrente e poi eliminare la testa. Noterete che togliendo la testa verrà via anche parte delle interiora; per eliminare il resto non dovete far altro che incidere con i dito la pancia e sfilare via il contenuto. Con un ulteriore pressione dalla testa verso il basso, le alici si apriranno in due parti e così sarà possibile rimuovere la lisca e la coda. Fatto ciò, mettete le acciughe in un recipiente con dell'acqua fredda e tenetele in ammollo per circa un'ora, avendo cura di cambiare l'acqua almeno 3 o 4 volte. Se invece avete acquistato le acciughe sotto sale già pulite e diliscate, potete saltare tutta la fase precedente e metterle direttamente in acqua per dissalarle.

46

Fate asciugare le acciughe

Una volta che avete eliminato il sale dalle acciughe, dovete adagiarle sopra ad un panno per farle asciugare. Questa fase è molto importante, perché la presenza di acqua rovinerebbe il prodotto finale rendendolo immangiabile. L'ideale sarebbe fare uno strato di alici, posizionare sopra un altro canovaccio e poi un altro strato di alici. Trasferitele poi in una teglia e finite di asciugare all'aria.

Continua la lettura
56

Mettete i filetti di alici sott'olio

Siamo arrivati all'ultima fase, ovvero la conservazione delle acciughe sotto l'olio. Procuratevi dei vasetti sterilizzati e versate dentro un po' d'olio extravergine d'oliva, adagiatevi dentro i filetti di acciughe e continuate a riempire con l'olio. Proseguite così fino a quando il barattolo non sarà pieno. Richiudete il vasetto e lasciate insaporire le acciughe per almeno 2 settimane prima di consumarle. Ora siete pronti per realizzare tutti i piatti che volete a base di acciughe sott'olio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Volendo potete sostituire l'olio extravergine d'oliva con un buon olio di semi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le fave sott'olio

Le fave sono un legume tipicamente estivo di colore verde e della stessa forma dei fagioli, però più grandi e duri. La loro stagione è quella estiva ma è possibile conservarli per le altri periodi dell'anno, da servire in qualche occasione come antipasto...
Esterni

Come Illuminare Sott'Acqua Una Vasca Da Giardino

In questo articolo vogliamo dare una mano a tutti coloro i quali vogliamo creare una bellissima vasca da giardino e nello specifico come illuminare sott'acqua questa unica ed originale vasca da giardino. Possedere all'interno del proprio terrazzo o giardino...
Economia Domestica

Come conservare lo zenzero sott'olio

Probabilmente avete acquistato un grande pezzo di radice di zenzero fresco. Ma sapete bene che non lo userete tutto, ma solo un pizzico per ogni ricetta. Proprio per questo un pezzo di radice di zenzero potrebbe consumarsi tutto dopo diverse settimane....
Economia Domestica

Come conservare i pomodori secchi sott'olio

All'interno di questa guida, andremo a parlare di cucina. Nello specifico, ci dedicheremo alla conservazione sott'olio. Andremo a rispondere a questo utile interrogativo: come si fa a conservare i pomodori secchi sott'olio? Vi auguro una buona lettura!I...
Economia Domestica

Come conservare i cetriolini sott'aceto

I cetriolini sott'aceto vengono spesso serviti con l' antipasto di salumi all'italiana o con semplici aperitivi. Sono ideali per farcire panini, tramezzini e vengono utilizzati per la creazione di svariate ricette. Sono adatti per realizzare guarnizioni...
Economia Domestica

Come conservare il tartufo nero sott'olio

Il tartufo è un elemento culinario pregiato: si trova sottoterra, nei boschi, da trovare solo da parte di esperti grazie all'aiuto dei cani ben addestrati a sentirne l'odore. Questo ne fa un alimento importante che richiede un prezzo al peso non indifferente....
Economia Domestica

Come conservare le cipolle sott'olio

Se nel periodo primaverile acquistiamo un buon quantitativo di cipolle, ed in particolare quelle più piccole comunemente conosciute con l'appellativo di "cipolline novelle", possiamo approfittarne per conservarle a lungo per i mesi invernali. Il tipo...
Economia Domestica

Come conservare i funghi champignon sott'olio

I funghi champignon sono piuttosto utilizzati in cucina, anche come condimento alle verdure o alla carne. Il loro sapore è delicato, ed il prezzo non elevato induce a farne una buona scorta. Si possono inoltre conservare sott'olio per avere un antipasto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.