Come conservare la verza in agrodolce

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La verza è un ortaggio che fa " famiglia". È semplice, ma dal sapore intenso. Richiama le belle tavolate accanto al focolare, davanti a questo piatto rustico e ad un buon bicchiere di vino. La cottura della verza, semplicissima e veloce, consente di servirla in varie occasioni. Sfiziosa come antipasto, piatto unico accompagnata con piccoli pezzi di carne e incredibilmente versatile servita in agrodolce. È così buona da farne una scorta alla prima occasione. Accontenta anche i palati più raffinati e mette d'accordo anche i vegani. Vediamo allora come conservare la verza in agrodolce.

26

Occorrente

  • Verza, mezzo litro di aceto di mele o balsamico, olio d'oliva extravergine, zucchero, alloro, aglio, ginepro, chiodi di garofano, sale q.b.
36

Preparazione degli ingredienti

Disponiamo sul piano da lavoro un cavolo verza, l'olio d'oliva, l'aceto di mele o balsamico, lo zucchero, la cipolla e l'aroma preferito. Possiamo scegliere tra i chiodi di garofano, il ginepro o l'alloro. Si può utilizzare uno o più aromi. Facoltativo l'aglio. Anche se migliora il gusto della verza in agrodolce, qualcuno potrebbe non gradirlo. Infatti ha un sapore che "lascia il segno". Pulire sotto l'acqua corrente le foglie di verza e con l'aiuto di un tagliere, ridurle a striscioline. Tamponarle con un canovaccio di cotone.

46

Cottura

Riempire una pentola molto capiente con l'acqua e l'aceto. Quando arriva l'ebollizione, versare le striscioline di verza e cuocere per circa 15 minuti. Scolare. In un ampio tegame mettiamo lo spicchio d'aglio e l'olio. Dopo averlo scaldato, unire la verza e gli aromi. Salare a piacere. Coprire con un coperchio e continuare la cottura per non oltre 10 minuti. La verza è già pronta per essere consumata. Come antipasto si può servire fredda, preparandola così con largo anticipo. Servirla agli ospiti con piatti rustici. Accompagnatela con pane di semola o pane bianco tostato.

Continua la lettura
56

Conservazione

Per gustare la verza in agrodolce in qualsiasi momento dell'anno o per un pranzo a sorpresa, possiamo conservare questa preparazione in maniera super veloce. Occorrono dei vasetti di vetro di varie dimensioni per utilizzarli senza spreco. La sterilizzazione si può fare comodamente nel forno di casa nostra. È un modo semplice ed ecologico, senza ricorrere a sostanze sterilizzanti. Con un guanto da forno dobbiamo estrarre i vasetti e poggiarli su un piano di legno o di marmo. Procediamo a riempirli bene. Con un cucchiaio di legno o di acciaio schiacciamo senza premere la nostra verza in agrodolce. Aggiungiamo olio extra vergine d'oliva, fino a coprire completamente l'ortaggio. Attenzione a non lasciare scoperto neppure un millimetro di verza. Meglio abbondare con l'olio che rischiare di rovinare la nostra conserva.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per un gusto piccante, utilizzare il peperoncino

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori in cucina

Quante volte, sicuramente, vi sarà capitato di entrare in cucina e di avvertire dei cattivi odori, che spesso si rivelano poco piacevoli da sopportare? Non temete, esiste un rimedio anche per questo. Nella seguente guida troverete pratici consigli su...
Pulizia della Casa

Come usare l'alloro per pulizia e igiene della casa

L'alloro è una pianta aromatica ampiamente diffusa nelle zone a clima mediterraneo. È un albero sempreverde, spesso presente in forma arbustiva in seguito alle potature, ed è comunemente utilizzata come siepe nei giardini delle abitazioni. Può essere...
Economia Domestica

Come conservare i cetriolini sott'aceto

I cetriolini sott'aceto vengono spesso serviti con l' antipasto di salumi all'italiana o con semplici aperitivi. Sono ideali per farcire panini, tramezzini e vengono utilizzati per la creazione di svariate ricette. Sono adatti per realizzare guarnizioni...
Economia Domestica

Come conservare la zucca

La zucca è un ortaggio che viene consumato soprattutto durante la stagione autunnale, quando le zucche vengono raccolte e possono essere gustate attraverso la preparazione di numerose e saporite ricette. Cotta al forno, fritta, preparata con una salsina...
Economia Domestica

5 errori da evitare quando si cucinano le patate

Le patate, sono un alimento ricco di proprietà benefiche per l'organismo e sono amatissime dai grandi e soprattutto dai piccini. Le pietanze da preparare con le patate, sono molteplici e variegate e solitamente riempiono e soddisfano in modo davvero...
Pulizia della Casa

Come pulire le tovaglie di plastica

Le tovaglie di plastica sono davvero utili in quanto fanno in modo che il tavolo, in fase di utilizzo, non si sporchi con le bibite e gli alimenti e nel contempo lo difende da possibili graffi. Il loro uso è ideale in casa ed, in modo particolare, quando...
Economia Domestica

Come sterilizzare i vasetti di vetro

In questa utile ed interessante guida, che stiamo per proporre, vogliamo esporre un argomento alquanto affrontato ed anche attuale, in questo periodo. Stiamo parlando di come poter sterilizzare, nella maniera corretta, i vasetti di vetro.L’estate, ma...
Pulizia della Casa

Come sterilizzare i vasetti

Una delle cose più importanti quando si è grandi produttori di marmellata è essere molto accurati nella pulizia dei vasetti: di fatti, sono proprio questi ultimi la principale causa di perdita delle marmellate. La sterilizzazione è necessaria per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.