Come conservare la verza in agrodolce

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La verza è un ortaggio che fa " famiglia". È semplice, ma dal sapore intenso. Richiama le belle tavolate accanto al focolare, davanti a questo piatto rustico e ad un buon bicchiere di vino. La cottura della verza, semplicissima e veloce, consente di servirla in varie occasioni. Sfiziosa come antipasto, piatto unico accompagnata con piccoli pezzi di carne e incredibilmente versatile servita in agrodolce. È così buona da farne una scorta alla prima occasione. Accontenta anche i palati più raffinati e mette d'accordo anche i vegani. Vediamo allora come conservare la verza in agrodolce.

26

Occorrente

  • Verza, mezzo litro di aceto di mele o balsamico, olio d'oliva extravergine, zucchero, alloro, aglio, ginepro, chiodi di garofano, sale q.b.
36

Preparazione degli ingredienti

Disponiamo sul piano da lavoro un cavolo verza, l'olio d'oliva, l'aceto di mele o balsamico, lo zucchero, la cipolla e l'aroma preferito. Possiamo scegliere tra i chiodi di garofano, il ginepro o l'alloro. Si può utilizzare uno o più aromi. Facoltativo l'aglio. Anche se migliora il gusto della verza in agrodolce, qualcuno potrebbe non gradirlo. Infatti ha un sapore che "lascia il segno". Pulire sotto l'acqua corrente le foglie di verza e con l'aiuto di un tagliere, ridurle a striscioline. Tamponarle con un canovaccio di cotone.

46

Cottura

Riempire una pentola molto capiente con l'acqua e l'aceto. Quando arriva l'ebollizione, versare le striscioline di verza e cuocere per circa 15 minuti. Scolare. In un ampio tegame mettiamo lo spicchio d'aglio e l'olio. Dopo averlo scaldato, unire la verza e gli aromi. Salare a piacere. Coprire con un coperchio e continuare la cottura per non oltre 10 minuti. La verza è già pronta per essere consumata. Come antipasto si può servire fredda, preparandola così con largo anticipo. Servirla agli ospiti con piatti rustici. Accompagnatela con pane di semola o pane bianco tostato.

Continua la lettura
56

Conservazione

Per gustare la verza in agrodolce in qualsiasi momento dell'anno o per un pranzo a sorpresa, possiamo conservare questa preparazione in maniera super veloce. Occorrono dei vasetti di vetro di varie dimensioni per utilizzarli senza spreco. La sterilizzazione si può fare comodamente nel forno di casa nostra. È un modo semplice ed ecologico, senza ricorrere a sostanze sterilizzanti. Con un guanto da forno dobbiamo estrarre i vasetti e poggiarli su un piano di legno o di marmo. Procediamo a riempirli bene. Con un cucchiaio di legno o di acciaio schiacciamo senza premere la nostra verza in agrodolce. Aggiungiamo olio extra vergine d'oliva, fino a coprire completamente l'ortaggio. Attenzione a non lasciare scoperto neppure un millimetro di verza. Meglio abbondare con l'olio che rischiare di rovinare la nostra conserva.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per un gusto piccante, utilizzare il peperoncino
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare la zucca

La zucca è un ortaggio che viene consumato soprattutto durante la stagione autunnale, quando le zucche vengono raccolte e possono essere gustate attraverso la preparazione di numerose e saporite ricette. Cotta al forno, fritta, preparata con una salsina...
Economia Domestica

Come Conservare Le Verdure Fresche Nel Freezer

Abbastanza spesso, vi succede di ritrovare in cucina molte verdure fresche e non sapere assolutamente come farle, al punto che la metà diventa cattiva da mangiare e deve essere buttata nel cestino? Non vi preoccupate troppo, perché esiste un metodo...
Economia Domestica

Come conservare i capperi appena raccolti

L'alimentazione rappresenta un aspetto molto importante per garantire il benessere dell'organismo umano. Di conseguenza bisogna seguire un regime alimentare corretto anche quando non ci si trova in sovrappeso. Per assicurare una vita salutare, diventa...
Economia Domestica

Come conservare i limoni sotto zucchero

I limoni vengono molto utilizzati sia in cucina che per altri usi come ad esempio quelli domestici, essendo il loro prezioso liquido anche un ottimo igienizzante naturale. L'unico inconveniente di questi agrumi è rappresentato dalla loro facile deperibilità...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.