Come conservare il tartufo scongelato

Di: Sole //
Tramite: O2O 26/09/2017
Difficoltà: facile
17
Introduzione

Non tutti sanno che il tartufo non è altro che un fungo che vive sottoterra a forma di radice o di tubero. Il tartufo si forma crescendo in simbiosi con le radici di altre piante, soprattutto di grandi alberi. Si tratta di un alimento molto pregiato che è possibile acquistare a prezzi molto elevati e che viene solitamente gustato grattugiato sopra la pasta o sopra delle uova strapazzate. Attraverso questo tubero bianco o nero, è anche possibile realizzare diversi paté, primi piatti o secondi molto raffinati. Se avete acquistato un piccolo tartufo e volete conservarlo per non consumarlo subito, potete naturalmente congelarlo. Una volta scongelato pero', il tartufo necessita di una specifica conservazione per non rovinarsi. In questa guida vi spiegheremo proprio come poter conservare il tartufo una volta scongelato.

27
Occorrente
  • Carta assorbente o carta da pane
  • Contenitore di vetro
  • Strofinaccio o fazzoletto di stoffa
  • Frigo
37

Utilizzare un panno di stoffa

Essendo molto delicato e pregiato, il tartufo una volta scongelato deve essere necessariamente conservato scrupolosamente nella maniera corretta per non diventare cattivo o immangiabile. Una volta scongelato il tartufo può essere conservato in un luogo fresco e pulito come ad esempio all'interno del frigorifero. Per conservarlo è necessario avvolgerlo all'interno di un piccolo fazzoletto di stoffa preferibilmente di cotone o all'interno di uno strofinaccio da cucina pulito. Una volta avvolto scrupolosamente, il tartufo può essere conservato in frigorifero per massimo una settimana.

47

Utilizzare un contenitore ermetico di vetro

Il tartufo bianco o nero dopo essere stato conservato all'interno del congelatore e dopo essere stato scongelato, deve essere conservato nella maniera corretta. Potete anche utilizzare un semplice piccolo contenitore di vetro dotato di un tempo ermetico per non lasciar disperdere i sapori contenuti all'interno del tartufo nell'aria. Potete poi riporre il barattolo di vetro chiuso all'interno del frigorifero. Il tartufo chiuso in un barattolo, durerà sicuramente qualche giorno in più rispetto al tartufo racchiuso in un panno di stoffa.

Continua la lettura
57

Utilizzare della carta assorbente

Per per finire per mantenere sempre il tartufo integro dopo un eventuale scongelamento, è sicuramente consigliato utilizzare della carta assorbente da cucina per avvolgere il tartufo nella maniera più consona. Dovete chiudere il tartufo all'interno di un paio di fogli di carta assorbente con qualche chicco di riso per evitare di fargli assorbire troppa umidità. È consigliato comunque cambiare ogni giorno la carta assorbente per evitare che possa inumidirsi o bagnarsi a contatto con il freddo.

67
Guarda il video
77
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Mai lasciare il tartufo scoperto, perché potrebbe perdere il sapore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare il tartufo nero sott'olio

Il tartufo è un elemento culinario pregiato: si trova sottoterra, nei boschi, da trovare solo da parte di esperti grazie all'aiuto dei cani ben addestrati a sentirne l'odore. Questo ne fa un alimento importante che richiede un prezzo al peso non indifferente....
Economia Domestica

Come conservare a lungo il succo di limone

I limoni sono degli agrumi saporiti, il cui succo è dissetante soprattutto nella stagione calda. Ma il loro impiego è piuttosto diffuso anche in cucina, non solo per le pietanze salate, come ad esempio le fritture di pesce o di carne. Questo agrume...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare il formaggio grattugiato

Si tratta di uno degli alimenti più amati dagli italiani, che non può assolutamente mancare in tavola: stiamo parlando naturalmente del formaggio! Un bel piatto di spaghetti al pomodoro, ad esempio, sembra incompleto se non viene servito con una spolverata...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare le olive

Le olive sono delle bacche tipicamente mediterranee, e vengono coltivate nella maggior parte delle regioni italiane ma anche in Grecia e Spagna per produrre dell'ottimo olio apprezzato in tutto il mondo. La loro maturazione avviene in tardo autunno o...
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

Come conservare il pesce

In Italia, una delle attività più praticate è sicuramente la pesca. Essendo un paese, al centro del Mediterraneo, le specie di pesce che vengono pescate sono davvero molteplici, quindi è molto facile avere sempre del pesce fresco a tavola. C'è...