Come conservare il piumino invernale

Tramite: O2O 10/07/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il nostro caro e morbido piumino invernale che ha avvolto tutte le nostre notti fredde (a volte anche tempestose) regalandoci un intimo tepore ed un confortevole sonno, ha il diritto ed il bisogno di essere curato con una solerte e buona manutenzione, una volta finito l'inverno, al fine di essere conservato in condizioni ottimali per essere nuovamente pronto all'uso all'approssimarsi della nuova stagione fredda. Come fare dunque per conservare il nostro piumino invernale nel miglior modo possibile? Con le indicazioni ed i consigli della presente guida, vedrete che non si tratta di un'operazione difficoltosa da effettuarsi. Ecco come fare.

26

Occorrente

  • Sacco di cotone, sacchi sotto vuoto, sacchettini profumati ed anti tarlo.
36

Lavare il piumone

Dopo avere adoperato il piumino durante l'inverno, è necessario e fondamentale procedere con il lavaggio del vostro piumino prima di riporlo. Per fare questa operazione potete portarlo direttamente presso una lavanderia addetta, oppure, se avete una lavatrice abbastanza capiente, potete scegliere di lavarlo voi stessi. In alternativa, con un po' di pazienza, di energia, di una vasca capiente e di un detersivo adatto non molto schiumoso, potete anche lavarlo a mano. Per fare questa operazione dovrete attenervi perfettamente alle regole e alle indicazioni di lavaggio riportate sull'etichetta del piumone stesso. Evitate di prendere iniziative che potrebbero causare il danneggiamento del piumone, magari aumentando a dismisura la temperatura del lavaggio oppure adoperando un detersivo non apposito.

46

Asciugare bene il piumone

Infatti, per procedere con il giusto lavaggio, bisogna attenersi perfettamente alle indicazioni riportate sull'etichetta e adoperare un detersivo delicato e rigorosamente liquido. Una volta terminato il lavaggio, mettetelo ad asciugare per uno o due giorni interi, preferibilmente non sotto i raggi di sole diretto e, durante l'asciugatura, di tanto in tanto dovrete scrollarlo per evitare che le piume al suo interno si ammassino. Scuotetelo almeno quattro o cinque volte, o anche di più. Una volta che sarà completamente asciutto potete procedere con l'organizzare la conservazione.

Continua la lettura
56

Piegare e conservare il piumone in un sacchetto sottovuoto

Piegatelo accuratamente, quindi inseritelo dentro un sacco di cotone oppure, in alternativa, potete inserirlo all'interno di un sacchettino sotto vuoto. Prima di chiudere il sacco però, inserite al suo interno un sacchettino profuma indumenti e anti tarli così da ritrovarlo sempre profumato anche per la stagione successiva. A questo punto potete aspirare l'aria e conservarlo dentro l'armadio, ovviamente pronto per essere ripreso nella prossima stagione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Inserite nelle custodie dei sacchetti di cotone profumati ed anti tarlo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare la mozzarella di bufala in estate

La mozzarella di bufala è prodotto che ha origini campane anche se ve ne sono ottime produzioni nel basso Lazio, nel nord della Puglia ed in alcune città del Molise. Questa specialità dell'Italia meridionale presenta una storia nella preparazione che...
Economia Domestica

Come conservare i maglioni di cashmere

Il desiderio di quasi tutti è di avere nel proprio guardaroba invernale un maglione in cashmere. Questa soffice e pregiata fibra naturale, che si ottiene dalla tessitura del vello di una particolare capra asiatica, oltre ad assicurare calore nei mesi...
Economia Domestica

Come conservare i mandarini cinesi

Gli agrumi sono i frutti più nutrienti e la loro grande quantità di vitamina C preserva il nostro organismo dall'attacco di infezioni o batteri. Le arance, i limoni e i mandarini rappresentano oramai un must delle nostre tavole, soprattutto durante...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare gli gnocchi di patate per il giorno dopo

Gli gnocchi di patate sono un delizioso primo piatto che, in molte regioni italiane, è riservato ad allietare i giorni di festa. Da piatto povero e "di recupero", nel tempo è diventato un best seller della gastronomia e risulta una meravigliosa alternativa...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare le olive

Le olive sono delle bacche tipicamente mediterranee, e vengono coltivate nella maggior parte delle regioni italiane ma anche in Grecia e Spagna per produrre dell'ottimo olio apprezzato in tutto il mondo. La loro maturazione avviene in tardo autunno o...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.