Come conservare il pesto di zucchine

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Le zucchine sono dei deliziosi ortaggi che durante il periodo estivo vengono prodotti in grandi quantità. Chi possiede un orto e coltiva questo tipo di pianta sa perfettamente che le zucchine si producono velocemente e in tante quantità ed è chiaro che è un peccato buttarle quando sono buone e fresche. Esistono diversi modi per prepararle e conservarle ed uno di questi è preparando un delizioso pesto di zucchine. Questa prelibatezza risolve sicuramente un problema non indifferente poiché è possibile sfruttarlo con tantissime ricette. Il problema è mantenerlo nel tempo e nella guida vedremo come conservare questo delizioso condimento.

28

Occorrente

  • 6 Zucchine
  • 1 cipolla
  • Sale
  • Barattoli
38

Fare il pesto

La prima cosa da fare è sicuramente fare il pesto di zucchine: per farlo esistono varie ricette ed il motivo per cui deve essere fatto fresco è del tutto casalingo. Quello acquistato non ha la medesima freschezza ed è anche ricco di conservanti, non ideale da conservare. Quindi per  preparare il pesto esistono svariate ricette ma quella descritta di seguito è molto semplice e veloce da preparare e soprattutto è eseguita da soli tre ingredienti. Quindi lavare e tagliare le zucchine a dadini, eliminando la parte iniziale. Tagliare a pezzetti la cipolla e mettere entrambi gli ingredienti in un pentolino: lasciare cuocere a fiamma bassa aggiungendo un po di sale per condire il tutto. Le zucchine rilasceranno l'acqua di vegetazione e si cucineranno nel loro stesso brodo. Quindi mescolare ogni tanto sino a quando non sono ben cotte.

48

Passare le zucchine

Conclusa la cottura delle zucchine passare alla preparazione del pesto. Lasciarle quindi raffreddare e dopo passare il tutto nel mixer ad immersione ottenendo così una deliziosa purea di zucchine. Se si vuole si può aggiungere un filo di olio e mescolare il tutto così da amalgamarli. Non appena il pesto si è completamente raffreddato si può passare alla conservazione.

Continua la lettura
58

Congelare il pesto

Si possono considerare due metodi di conservazione: il primo è congelando il pesto nel freezer. La freschezza ed i sapori rimarranno quasi completamente invariati come se fosse stato appena fatto. Il problema in questo caso è che bisogna dividerlo in porzioni in modo tale da scongelare solo la quantità che occorre ed è chiaro che il freezer non può essere riempito di tante miniporzioni.

68

Fare la conserva

Altra soluzione per conservare il pesto è quello di chiuderlo in barattoli sottovuoto e farli bollire per in una pentola per trenta minuti circa. In questo modo il pesto viene sterilizzato e può mantenersi per almeno un anno. Inoltre questo può essere conservato tranquillamente come una normale conserva, l'importante è che sia un luogo fresco ed asciutto.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Considerare una proporzione di una cipolla ogni 4 zucchine
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come impiattare i primi

Quando preparate una deliziosa cena, oltre al gusto che avranno le vostre pietanze, sarà di fondamentale importanza un decoro che rappresenti al meglio il cibo che portate in tavola. La cucina infatti è un'esplosione per le diversità e particolarità...
Economia Domestica

Come conservare il prezzemolo sotto sale

Il prezzemolo è uno dei tanti aromi che vengono utilizzati di frequente in cucina. Serve per completare il gusto di certe pietanze, come per esempio, carne e pesce, ma anche per alcune verdure come i pomodori ripieni e così via. Il prezzemolo può essere...
Economia Domestica

Come cucinare una sola volta alla settimana

Se siete stanchi di cucinare ogni giorno e di scervellarvi su cosa preparare, che spesa fare, che ricetta inventare ecc., esistono dei semplici trucchetti che vi permetteranno di cucinare una sola volta alla settimana, per avere molto più tempo libero...
Ristrutturazione

Come riutilizzare i materiali di risulta

I materiali di risulta sono quelli che derivano dalla demolizione di edifici ed essi andrebbero conferiti in apposite discariche e non dispersi nell'ambiente, tanto più che possono contenere rottami pericolosi, quali l'amianto. Proprio per scongiurare...
Economia Domestica

Come conservare i pomodori secchi sott'olio

All'interno di questa guida, andremo a parlare di cucina. Nello specifico, ci dedicheremo alla conservazione sott'olio. Andremo a rispondere a questo utile interrogativo: come si fa a conservare i pomodori secchi sott'olio? Vi auguro una buona lettura!I...
Economia Domestica

Come congelare correttamente i cibi

Congelare i vari alimenti sembra un'operazione piuttosto facile, ma è consigliabile osservare qualche accorgimento e seguire alcuni trucchi della nonna per farlo nel maniera corretta, evitando di dover gettar via i cibi commestibili per aver proceduto...
Arredamento

Come illuminare la zona tv

La luce, più di ogni altra cosa, ha il dono di connotare l'atmosfera di un luogo, sia esso al chiuso o all'aperto, esercitando quindi, un profondo impatto in relazione al modo in cui vengono identificati e percepiti i luoghi. Va anche detto che la luce...
Economia Domestica

5 consigli per non sprecare il cibo

Il cibo, questa fonte alimentare necessaria per la sopravvivenza, va accuratamente consumato senza sprecarlo, poiché il gesto rappresenterebbe una sorta di oltraggio verso quelle persone che purtroppo patiscono la fame, e che nel mondo sono tantissime....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.