Come conservare il pesce

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In Italia, una delle attività più praticate è sicuramente la pesca. Essendo un paese, al centro del Mediterraneo, le specie di pesce che vengono pescate sono davvero molteplici, quindi è molto facile avere sempre del pesce fresco a tavola. C'è un periodo detto, fermo biologico, in cui la pesca viene sospesa per favorire la riproduzione delle varie specie. Il pesce si può conservare in vari modi e averlo disponibile nel momento in cui si voglia consumarlo. In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come conservare il pesce. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • pesce fresco
  • ghiaccio
  • vasetti sterilizzati
  • olio extravergine d'oliva
  • sale grosso
36

Il metodo della surgelazione

Innanzitutto, capita molto spesso che, quando la pesca si rivela particolarmente fruttuosa, di voler mettere da parte la quantità in esubero, per consumarla in seguito. Un metodo consiste nella surgelazione. Questa operazione permette di conservare alla temperatura di -30° molto rapidamente in modo che l'acqua che circonda l'alimento, cristallizzandosi in ghiaccio, non abbia il tempo di gonfiarsi e rompere le pareti delle cellule, facendo perdere tutte le sostanze nutritive. La surgelazione deve essere fatta con speciali freezer che abbiano la caratteristica di far raggiungere rapidamente la temperatura ottimale.

46

Conservare il pesce sott'olio

A parte l'utilizzo del freddo, il pesce può essere conservato anche dopo cotto, come il tonno, sgombro, salmone, e molti altri pesci. In casa, potete facilmente conservare in vasetti di vetro tranci di tonno e sgombro. Basta assicurarsi che siano freschi e questo lo si può facilmente notare sia dagli occhi che dal sangue nel momento in cui vengono eviscerati. Successivamente, portate ad ebollizione abbondante acqua salata e nel frattempo pulite il pesce dividendolo in tranci. Immergete i pezzi e lasciateli bollire. Non appena saranno pronti, eliminate la lisca centrale e quelle che, eventualmente, rimangono, poi lasciate raffreddare e asciugare. Sistemate i filetti dentro i vasetti stessi e ricopriteli con un po' d'olio extravergine d'oliva. Quindi arriva la fase della sterilizzazione a bagnomaria per 20/30 minuti circa.

Continua la lettura
56

Conservare il pesce sotto sale

Un altro sistema con cui conservare il pesce è il sale. Questo metodo è adatto per il pesce azzurro, come le sardine e le acciughe. Private della testa i pesci e cospargeteli di sale, per far rilasciare il sangue e l'acqua. Dopodiché, prelevateli dalla salamoia così formata e metteteli in un capace e largo vaso di vetro, alternando il sale grosso ai pesci. Arrivato all'ultimo strato, sigillateli con altro sale grosso. Generalmente, dopo un mese, le acciughe o le sardine saranno pronte per il consumo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le acciughe salate sott'olio

Chi di noi non conosce le acciughe sott'olio? Si tratta di un alimento che può essere utilizzato in tantissimi modi, come per esempio per condire la pizza, preparare bruschette o per realizzare gustosi primi piatti. Prepararle in casa è semplicissimo...
Economia Domestica

Come conservare gli alimenti nei giorni di caldo

Con l'avvento della stagione estiva le temperature tendono a salire, mettendo a rischio alcuni alimenti, se non conservati in maniera idonea. La prima cosa da considerare, è il non dover interrompere la catena del freddo, una fase critica questa, che...
Economia Domestica

5 cibi in scatola da avere sempre in casa

La buona cucina è l’idillio del palato. Cosa c’è di meglio, dopo un’intensa e stressante giornata di lavoro, di una buona cena e un buon bicchiere di vino per rilassarsi e stemperare gli animi e le tensioni accumulate? Non sempre si riesce a preparare...
Economia Domestica

Come sterilizzare i vasetti di vetro

In questa utile ed interessante guida, che stiamo per proporre, vogliamo esporre un argomento alquanto affrontato ed anche attuale, in questo periodo. Stiamo parlando di come poter sterilizzare, nella maniera corretta, i vasetti di vetro.L’estate, ma...
Economia Domestica

Guida alla spesa di stagione: inverno

Nell'ultimo secolo, grazie al progresso tecnologico, è possibile reperire sui banchi del supermercato o del fruttivendolo, frutta e verdura fuori stagione proveniente da chissà dove o più semplicemente prodotta nelle serre. Probabilmente ognuno di...
Pulizia della Casa

Come sterilizzare i vasetti

Una delle cose più importanti quando si è grandi produttori di marmellata è essere molto accurati nella pulizia dei vasetti: di fatti, sono proprio questi ultimi la principale causa di perdita delle marmellate. La sterilizzazione è necessaria per...
Economia Domestica

Come riciclare le scatolette di tonno

La guida che verrò sviluppata nei passi che seguiranno l'introduzione, si occuperà di spiegarvi, in pochi ragionamenti, come poter riuscire a riciclare le scatolette di tonno. Possiamo cominciare a ragionarci insieme.Le scatolette di tonno sono presenti...
Pulizia della Casa

Come differenziare correttamente l'immondizia

In molte zone d'Italia, la raccolta differenziata è una realtà in continua espansione; pensate che in alcuni paesi questo tipo di raccolta ha raggiunto l'80% sul totale dei rifiuti prodotti. Differenziare correttamente l'immondizia, significa non solo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.