Come conservare il lievito in scaglie

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il lievito alimentare in scaglie è un valido integratore naturale, noto specialmente a chi segue una dieta vegetariana o vegana. Si consiglia tuttavia di non abusarne e di accertarsi dell'origine di eventuali carenze alimentari per modificare la dieta o le abitudini di vita. L'uso eccessivo può essere infatti associato a controindicazioni e potenziali effetti collaterali. In questa guida vi indichiamo usi e caratteristiche di questo prodotto e modalità di conservazione. Ecco allora come fare per conservare in modo ottimale il lievito in scaglie.

24

Lievito in scaglie: cos'è

Il lievito alimentare in scaglie proviene dal comune lievito di birra, sottoposto ad un processo di essiccazione e ridotto in scaglie. In tal modo diventa più semplice utilizzarlo come condimento in aggiunta alle pietanze. Si può infatti impiegare per insaporire semplicemente i piatti oppure per preparare un'alternativa vegetale del formaggio parmigiano. Questa gustosa alternativa vegetale richiede anche l'utilizzo di altri ingredienti, come sale e mandorle.

34

Lievito in scaglie: proprietà

A livello nutrizionale, questo alimento si rivela un'ottima fonte di vitamine, soprattutto del gruppo B, e di minerali, come il ferro. Possiede anche importanti amminoacidi essenziali e fibre. Il suo profilo nutrizionale lo rende pertanto adatto a diventare un utile integratore per chi segue una dieta priva di ingredienti di origine animale o per chi vive un periodo di intenso sforzo fisico o mentale. Il consumo regolare di lievito in scaglie favorisce la flora batterica e apporta benefici anche sulla salute di pelle, unghie e capelli, che ne risultano rafforzati.

Continua la lettura
44

Lievito in scaglie: modalità di conservazione

Il lievito in scaglie andrebbe consumato crudo per evitare che disperda le sue proprietà nutrizionali. A differenza del lievito di birra, non può essere adoperato per la preparazione di dolci e pane o altri prodotti da forno. Le modalità di conservazione non richiedono particolari accortezze. Si consiglia solo di riporre il lievito, anche lasciandolo nello stesso sacchetto in cui è stato acquistato, in un luogo fresco e asciutto, meglio se al riparo dall'esposizione solare o luminosa. In alternativa, per garantire una maggiore freschezza del prodotto, lo si può trasferire all'interno di un contenitore ermetico, come un barattolo di vetro con tappo, oppure un sacchetto da freezer dotato di apposita zip. Una volta sistemato nel contenitore, lo si può riporre all'interno di una dispensa fino al successivo utilizzo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come usare il lievito madre

Il lievito madre è un impasto a base di farina ed acqua, acidificato da un complesso di lieviti e batteri lattici in grado di avviare la fermentazione degli impasti per prodotti della panetteria e della pasticceria. Il lievito madre è in sostanza un...
Economia Domestica

Come usare il lievito madre essiccato

Il lievito è un ingrediente necessario durante il processo di panificazione e può presentarsi in diverse varianti: abbiamo quello di birra, il "crescente" ed il kefir. Tra questi, il più ambito è certamente il secondo (noto ai più come "lievito madre"),...
Economia Domestica

Come conservare il tartufo sottovuoto

Il tartufo è un alimento davvero pregiato, che si trova nel nostro territorio. Si tratta di un grosso tubero che spesso viene estratto dal terreno grazie all'aiuto di cani dal fiuto impeccabile. Sulle nostre tavole il tartufo è il protagonista assoluto...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

Come conservare il pesce

In Italia, una delle attività più praticate è sicuramente la pesca. Essendo un paese, al centro del Mediterraneo, le specie di pesce che vengono pescate sono davvero molteplici, quindi è molto facile avere sempre del pesce fresco a tavola. C'è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.